Realtà straziante per i pazienti COVID

Una foto straziante è stata condivisa sui social media che mostra la realtà per i pazienti che vengono trattati in ospedale dopo aver contratto COVID-19.

L'immagine mostra la mano di un paziente che ne stringe due guanti di gomma che vengono riempiti d'acqua.

L'utente ha scritto che era “un segno straziante dei tempi”.

L'idea è nata da un'infermiera che stava cercando di alleviare le sofferenze di una paziente intubata con COVID-19 e ha deciso di riempire due guanti in lattice con acqua calda della doccia.

Li ha usati per riscaldare la mano del paziente, che si era raffreddata durante l'intubazione, a causa della difficoltà di circolazione – ma anche per fornire affetto.

Il tecnico infermieristico ha aggiunto che le restrizioni al contatto fisico imposte dalla pandemia hanno fatto sentire molte persone sole.

CORRELATI: Nuovo varianti di COVID-19 possono far deragliare le speranze di vaccino

I social media hanno risposto scioccati alla foto, con molti professionisti sanitari che applaudivano.

“Sono in soggezione dell'umano che era abbastanza compassionevole da pensarci “, ha twittato una donna.

” Questa foto è incredibilmente triste. Mi conferma che #CovidZero è l'unico obiettivo morale. Niente importa più della vita umana, nessun confine, viaggio, libertà o economia è più importante della vita “, ha scritto un uomo.

” Quando tutto sarà finito, dovremo essere davvero lì per tutti i dipendenti medici e ospedalieri che devono assistere a ciò in tempo reale. Non riesco a immaginare quanto siano spezzati i loro cuori “, ha detto un altro.

Si ritiene che l'immagine provenga dal Brasile, dove i morti per il virus hanno raggiunto 345.000.

L'enorme bilancio delle vittime del Brasile

Le autorità brasiliane sono state costrette a prendere l'orrenda decisione di dissotterrare i corpi seppelliti anni fa nei cimiteri per fare spazio ai morti che montano mentre la nazione crolla attraverso nuovi record per casi e morti COVID-19.

Almeno 66.000 persone in Brasile sono morte di COVID-19 in Marzo – più del doppio delle vittime del secondo mese più mortale della pandemia del paese, luglio 2020.

Il Brasile era già la seconda nazione più colpita dalla pandemia dopo gli Stati Uniti, ma le cose sono addirittura scivolate ulteriormente in discesa nell'ultimo mese.

Il 3 aprile, il ministero della salute brasiliano ha registrato il più alto numero di morti per COVID-19 giornaliero per il secondo giorno consecutivo, con il virus che ha ucciso 3869 persone.

La situazione è talmente brutta che il Brasile attualmente ne contabilizza ut un quarto delle morti quotidiane di COVID-19 nel mondo. Gli esperti prevedono che peggiorerà solo a causa di un lancio dolorosamente lento dei vaccini e degli attacchi del presidente Jair Bolsonaro agli sforzi per limitare i movimenti.

CORRELATI: Che cosa significa per te la ricaduta del vaccino COVID

La situazione peggiora negli Stati Uniti

L'America si prepara ancora una volta all'incertezza mentre il coronavirus continua a dilaniare gran parte della nazione, con cinque stati distrutti da casi alle stelle negli ultimi giorni.

I dati della Johns Hopkins University mostrano che le infezioni in New York, Michigan, Florida, Pennsylvania e New Jersey hanno rappresentato circa il 43% dei nuovi casi di coronavirus nell'ultima settimana, nonostante ospitino solo il 22% della popolazione degli Stati Uniti.

Il peggiore- lo stato colpito è il Michigan nel nord-est della nazione, con una media di oltre 6600 casi al giorno, rispetto a una media di 1350 casi giornalieri di cinque settimane fa.

California e Texas, che hanno popolazioni molto più grandi del Michigan, sono repor a meno della metà del numero di infezioni giornaliere.

Il dottor Joneigh Khaldun, direttore medico dello stato, ha detto che c'è stato un “aumento significativo” dei casi e che anche i ricoveri stanno aumentando.

“I michigander devono raddoppiare e prendere provvedimenti per aiutare a fermare la diffusione di questo virus”, ha detto.

Secondo i dati statali, i tassi di ospedalizzazione raddoppiano ogni 12-14 giorni, il che significa che il Michigan si sta rapidamente avvicinando ai picchi visti a dicembre.

L'ondata di casi di coronavirus è ancora una volta travolgente negli ospedali, ma anche loro hanno notato un cambiamento l'età dei pazienti.

Persone più giovani e comunque sane infettate da COVID-19 stanno finendo in pronto soccorso e unità di terapia intensiva, dicono i medici.

Uno di loro era Fred Romankewiz, 54, un operaio edile, che ha detto alla CNN che stava per farsi vaccinare ma ha annullato perché non si sentiva bene.

Si è scoperto che aveva COVID e il padre, che per il resto è sano e non ha condizioni mediche, si è subito ritrovato in ospedale.

“Mi sentivo come se avessi fatto 10 round con Mike Tyson”, ha detto il signor Romankewiz alla CNN.

“Ero assolutamente esausto fisicamente . Voglio dire, mi sentivo come se fossi stato picchiato; Mi sentivo come se avessi avuto un incidente d'auto. Voglio dire, è stato pazzesco. “

34 Views
(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *