Podcaster riceve la visita della polizia dopo aver criticato “leggermente” AOC su Twitter

Un attivista di sinistra contro la guerra dice di essere rimasto “scosso” dopo che due agenti di polizia sono venuti nel suo appartamento in California la scorsa settimana, accusandolo di aver minacciato la deputata Alexandria Ocasio-Cortez su Twitter.

Ryan Wentz, che segue l'handle di Twitter @queeralamode, ha detto che gli ufficiali in borghese della California Highway Patrol sono venuti alla sua porta giovedì, dopo aver pubblicato il video di alcune vaghe osservazioni fatte da Ocasio-Cortez su Israele e Palestina e criticato i suoi commenti come “incredibilmente deludenti”.

“Ho criticato leggermente @AOC per una risposta deludente in risposta a una domanda su Palestina / Israele”, ha twittato Wentz.

Di conseguenza, ha detto, la polizia è arrivata al suo indirizzo. All'inizio, i due agenti che urlavano il suo nome suonavano come, “la consegna dei miei postini”, ha detto Wentz in un podcast venerdì.

“Mi sono sentito spaventato, intimidito e violato”, ha twittato. “Sapevano il mio nome e dove vivo. È stato fatto per conto di una deputata che difende le tattiche dello stato di polizia. “

Wentz ha detto che gli ufficiali” subito “hanno descritto il suo tweet come una” minaccia di uccidere un membro in carica del Congresso “.

Ma la portavoce dell'AOC Lauren Hitt ha detto a The Post sabato che la deputata non aveva chiesto alla polizia di intervenire in alcun modo, e ha detto che il suo ufficio ha chiesto alla polizia del Campidoglio di spiegare cosa è successo. L'AOC non era dietro la visita della polizia a Wentz, che è il co-conduttore del podcast di sinistra “Left Bitches”, ha detto la polizia del Campidoglio in una dichiarazione.

“L'USCP indaga su tutte le minacce segnalate. dagli uffici del Congresso “, ha detto il dipartimento. “Il Dipartimento monitora anche fonti aperte e classificate per identificare e indagare sulle minacce. Questa è la procedura operativa standard per il Dipartimento. Per quanto riguarda questo incidente, le donne del Congresso (sic) non hanno richiesto che l'USCP avvii un'indagine. “

L'ufficio di Ocasio-Cortez ha tuttavia chiesto pubblicamente aiuto per identificare i critici in passato. Il 4 febbraio, la sua campagna ha inviato un'e-mail ai sostenitori chiedendo loro di “scansionare i tuoi social media per trovare post con informazioni fuorvianti” sulla deputata e “utilizzare la funzione di report incorporata per contrassegnarli come moderatori”.

In precedenza, nel febbraio 2019, AOC aveva twittato che il suo ufficio era stato inondato di “chiamate bigotte” e aveva detto che “inoltra tutte le minacce alla polizia del Campidoglio per creare file”.

L'intervista con Ocasio-Cortez che Il tweet originale di Wentz è stato condotto da Michael S. Miller del New York Jewish Community Relations Council. Le ha chiesto cosa si potrebbe fare per facilitare la pace tra ebrei israeliani e palestinesi.

Wentz ha contestato alcune delle sue dichiarazioni più tortuose nell'intervista.

“Penso che quando parliamo di pace, centratura dell'umanità delle persone, protezione dei diritti delle persone – non si tratta solo di cosa e l'obiettivo finale che in realtà ottiene molta attenzione, ma in realtà penso che sia molto di più sul come e il modo in cui ci stiamo riunendo, e come interpretiamo quel cosa, e come agiamo, sai, le azioni che intraprendiamo per arrivare a quel cosa “, ha detto Ocasio-Cortez a un certo punto.

Questo articolo originariamente apparso sul New York Post ed è stato ripubblicato con il permesso

34 Views
(Visited 5 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *