Le truppe russe si radunano mentre la guerra incombe

L'Ucraina ha avvertito che potrebbe essere “provocata” all'azione mentre decine di migliaia di truppe russe “pronte alla battaglia” si avvicinano al suo confine.

Anche l'Occidente ora teme che Vladimir Putin la stretta militare sul suo vicino potrebbe innescare una guerra a tutto campo, che potrebbe trascinare la NATO nel conflitto.

Carri armati russi, camion missilistici e cannoni a lungo raggio sono stati filmati mentre si dirigevano verso la Crimea e il confine della contesa Nella regione ucraina del Donbass.

Ci sono state anche segnalazioni che il cosiddetto esercito robotico di Putin potrebbe presto essere schierato al confine del punto di infiammabilità.

Kiev stima che ora ci siano 85.000 soldati russi tra i 10 km e A 40 km dalla sua frontiera e in Crimea.

La notizia preoccupante arriva quando il ministro degli Esteri britannico Dominic Raab ha affermato che Regno Unito e Stati Uniti sono “fermamente contrari” alla campagna russa per destabilizzare la regione.

L'Ucraina potrebbe essere 'provocata'

Governo ucraino, guidato dal presidente Volodymyr Zelensky, ha accusato Mosca di progettare di invadere il Don basso, che è stato occupato dai separatisti sostenuti dalla Russia dal 2014.

E il signor Zelensky ha criticato il Cremlino per incitamento alla violenza tra le truppe ucraine ei ribelli filo-russi nel suo paese.

Tuttavia, Dmitry Kozak, vice capo dell'amministrazione presidenziale russa, ha detto che i leader di Kiev erano come “bambini che giocano con i fiammiferi”.

Ha aggiunto agghiacciante che qualsiasi “azione militare … sarebbe l'inizio della fine dell'Ucraina” .

Sabato il ministro della Difesa ucraino ha detto che il suo Paese potrebbe essere “provocato” dall'aggressione russa puntando fermamente il dito contro Putin e il Cremlino.

“Va notato l'intensificazione dell'aggressione armata della Federazione Russa contro l'Ucraina è possibile solo se viene presa una decisione politica appropriata ai massimi livelli del Cremlino “, ha detto.

Tuttavia, Mosca nega che le sue truppe siano una minaccia , ma afferma che rimarranno per tutto il tempo che riterrà opportuno.

Gran Bretagna e Stati Uniti sono “fermamente contrari” La campagna russa per destabilizzare la regione e ha invitato Mosca ad allentare la situazione, ha detto oggi il ministro degli Esteri britannico Dominic Raab.

“(Il segretario di Stato americano Antony Blinken) e io abbiamo convenuto che la Russia deve ridurre immediatamente l'escalation la situazione e all'altezza degli impegni internazionali che ha sottoscritto presso (l'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa) “, ha detto in un tweet.

E un funzionario della NATO ha detto alla Reuters news l'agenzia che la Russia stava minando gli sforzi per ridurre le tensioni nell'Ucraina orientale.

“Gli alleati condividono le loro preoccupazioni per le recenti attività militari su larga scala della Russia in Ucraina e dintorni”, ha detto il funzionario anonimo.

“Pronto per il conflitto”

Un video trapelato sabato con sottotitoli ” Pronto per il conflitto 'ha mostrato veicoli blindati che si muovevano nel fango e in posizione vicino al confine del punto di infiammabilità.

La clip agghiacciante, che si pensa sia stata filmata dai soldati russi, mostra anche un convoglio di treni di tr ucks che si muovevano a una distanza impressionante dall'Ucraina.

Le immagini satellitari mostravano quindi nuovi accampamenti russi e batterie di artiglieria nelle province di Voronezh e Krasnodar che si trovano a est del Donbass.

Almeno sei I mortai semoventi 2S4 Tyulpan – in grado di sparare testate per quasi 20 km – sono stati filmati su un treno a pianale piatto nel sud-ovest della Russia.

Soprannominato il “distruttore della città”, è il più grande sistema di mortai al mondo e è stato utilizzato per demolire le fortificazioni dalla Cecenia all'Afghanistan.

Venerdì il Cremlino ha affermato di temere il ritorno dei combattimenti su vasta scala nell'Ucraina orientale e potrebbe adottare misure per proteggere i civili russi lì.

Il portavoce di Putin, Dmitry Peskov, ha detto che la situazione è “molto instabile” e rischia di portare a “operazioni di combattimento su vasta scala”.

Il capo militare ucraino ha respinto le affermazioni russe secondo cui le forze armate del paese sono preparando un attacco contro i ribelli orientali.

Le forze ucraine e i separatisti sostenuti dalla Russia hanno combattono nell'Ucraina orientale da poco dopo l'annessione della penisola ucraina di Crimea da parte di Mosca nel 2014.

Più di 14.000 persone sono morte nel conflitto e gli sforzi per negoziare una soluzione politica sono ora in fase di stallo.

L'Ucraina e l'Occidente hanno accusato la Russia di aver inviato truppe e armi per aiutare i separatisti – accuse che Mosca ha negato.

Le autorità separatiste di Donetsk hanno detto che 20 soldati e due civili sono stati uccisi quest'anno.

West chiede la riduzione dell'escalation

Western e Funzionari ucraini hanno espresso preoccupazione nelle ultime settimane per l'accumulo di truppe russe lungo il confine con l'Ucraina.

Arriva dopo che il filmato mostrava un caccia MiG-31 che intercettava un aereo da ricognizione statunitense RC-135 al largo. la costa della Russia mentre le tensioni aumentano.

Le preoccupazioni si sono intensificate venerdì quando il Segretario di Stato americano Antony Blinken ha parlato con i suoi omologhi francese e tedesco.

Il Dipartimento di Stato ha affermato che l'on. Blinken, il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas e il ministro degli Esteri francese Jean-Yves Le Drian hanno discusso della necessità per la Russia di cessare la sua formazione militare e accesa retorica.

Durante una chiamata con Putin, il cancelliere tedesco Angela Merkel ha chiesto la rimozione dei rinforzi delle truppe per attenuare la situazione.

E venerdì, un funzionario del ministero degli Esteri turco ha detto che gli Stati Uniti avevano notificato alla Turchia che due navi da guerra statunitensi salperanno verso il Mar Nero ad aprile 14 e 15 aprile e rimanere lì fino al 4 e al 5 maggio.

“Ci è stato inviato 15 giorni fa tramite canali diplomatici un avviso che due navi da guerra statunitensi sarebbero passate nel Mar Nero, in linea con il Montreux Convenzione. Le navi rimarranno nel Mar Nero fino al 4 maggio “, ha detto il ministero degli Esteri turco.

Putin, durante una conversazione telefonica con il presidente turco Tayyip Erdogan venerdì, ha accusato l'Ucraina di” pericolose azioni provocatorie “nel Nella regione del Donbass.

Parlando a Reuters, il Pentagono ha rifiutato di discutere i commenti della Turchia, ma ha detto che i militari inviano regolarmente navi nella regione.

“Non è niente di nuovo”, il portavoce del Pentagono John Kirby ha detto a Washington, riferendosi alle navi militari statunitensi nel Mar Nero.

Il viceministro degli Esteri russo Alexander Grushko ha espresso preoccupazione per ciò che sosteneva fosse l'aumento dell'attività nel Mar Nero da parte di potenze che non avevano una linea di costa nella regione – un apparente riferimento agli Stati Uniti.

“Il numero di visite da parte dei paesi NATO e la durata della permanenza delle (loro) navi da guerra sono aumentati”, ha affermato l'agenzia di stampa Interfax.

Questo articolo è apparso originariamente su The Sun ed è stato riprodotto con il permesso

45 Views
(Visited 2 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *