La famiglia dell'assassino dalla faccia da bambino parla

La famiglia di un uomo sospettato di aver ucciso otto persone in una struttura FedEx a Indianapolis ha rilasciato una dichiarazione in seguito alla tragica sparatoria.

Si sono scusati con le vittime della tragedia e hanno detto hanno cercato di ottenere aiuto per Brandon Scott Hole, 19 anni, che secondo quanto riferito ha acquistato legalmente i due fucili d'assalto a luglio e settembre dello scorso anno, afferma la polizia di Indianapolis.

La famiglia ha detto in una dichiarazione: “Siamo devastati a la perdita di vite umane causata dalle azioni di Brandon; attraverso l'amore della sua famiglia, abbiamo cercato di procurargli l'aiuto di cui aveva bisogno.

“Le nostre scuse più sincere e sentite vanno alle vittime di questa tragedia insensata.

” Noi sono così dispiaciuto per il dolore e la ferita provati dalle loro famiglie e dall'intera comunità di Indianapolis. “

Il tiratore ha estratto l'arma dal suo baule e presumibilmente ha iniziato a sparare per un massimo di due minuti durante un turno notturno FedEx cambiamento, hanno affermato testimoni.

La polizia non ha ancora confermato il motivo della sparatoria.

Dopo la sparatoria, il portavoce della polizia di Indianapolis Genae Cook ha detto ai giornalisti: “Oggi è molto straziante e, sai, nel dipartimento di polizia della metropolitana di Annapolis, gli agenti hanno risposto, sono entrati, sono entrati e hanno fatto il loro lavoro.

“E molti di loro stanno cercando di affrontarlo perché questo è uno spettacolo che nessuno dovrebbe mai vedere. “

L'incidente è avvenuto una settimana dopo che il presidente Joe Biden ha definito la violenza armata negli Stati Uniti una” epidemia “e un” imbarazzo internazionale “.

Oggi si è tenuta una veglia per le vittime innocenti della sparatoria.

Una piccola folla si è radunata nel pomeriggio a Indianapolis per piangere dopo che le autorità hanno rilasciato i nomi delle otto persone uccise da Hole.

Una madre del gruppo attivista statunitense Moms Demand Action, che rappresenta le madri che hanno perso i loro figli a causa della violenza armata, ha parlato alla veglia per riflettere e pregare insieme.

Deandra Dycus, di cui 13 -un figlio di anni è stato ferito dopo essere stato colpito da un proiettile vagante, ha guidato la veglia.

“Va bene non stare bene e sentiti libero di contattare qualcuno di noi in quei momenti in cui sei non va bene “, ha detto alla folla.

” A coloro che non sono stati colpiti direttamente dalla violenza armata come noi, vi saluto per essere qui e volevo difendere questa causa, questo mostro , questa bestia, questo demone che ci sta terrorizzando.

“Quindi ti ringrazio e ti apprezzo per esserti unito a noi in questa battaglia.

” Lo stiamo facendo nella speranza che non dovrai mai camminare nei nostri panni.

“Le mie h eart va solo alle mamme e alle famiglie perché quando lo vediamo, facciamo di nuovo male. “

Questo articolo è apparso originariamente su The US Sun ed è stato ripubblicato con il permesso

49 Views
(Visited 5 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *