La bolla dei viaggi in Nuova Zelanda finalmente viene lanciata

Sono attualmente in corso viaggi di andata e ritorno tra l'Australia e la Nuova Zelanda, con quasi 15 destinazioni programmate per avere rotte dirette verso i loro vicini trans-Tasman.

Lunedì mattina, Qantas ha lanciato il suo primo volo internazionale senza quarantena per la Nuova Zelanda, quasi 400 giorni dalla chiusura dei confini internazionali.

Circa 630 Qantas e Jetstar i lavoratori riprenderanno le normali mansioni, con il più grande gruppo di compagnie aeree della nazione che serve 29 voli a settimana, inclusa una nuova rotta tra la Gold Coast e Auckland.

L'amministratore delegato di Qantas Alan Joyce ha detto che è stata un'occasione importante per la nazione recupero dal virus.

“L'apertura della bolla dei viaggi di andata e ritorno è fantastica per la famiglia e gli amici che si stanno ricongiungendo dopo tanto tempo lontani e per i molti lavori che dipendono fortemente dal turismo”, ha detto .

“Significa che saremo in grado di riportare più aerei in cielo e più persone al lavoro.

Joyce ha notato che la compagnia aerea ha notato un forte aumento della domanda di viaggi trans-Tasman da quando è stato annunciato l'inizio della bolla il 19 aprile.

Prima della pandemia, la Nuova Zelanda era la seconda più grande fonte di visitatori internazionali dell'Australia.

Il programma operativo di Qantas ha una capacità dell'80% rispetto ai livelli precedenti al COVID-19 e prevede di aumentare il numero di voli una volta che la domanda aumenta per la stagione sciistica invernale.

“Abbiamo visto una forte domanda da quando è stata annunciata la bolla, con decine di migliaia di prenotazioni effettuate nei primi giorni”, Sig. Joyce ha detto.

“Abbiamo anche aggiunto più voli per Queenstown per soddisfare la domanda prevista durante l'alta stagione sciistica.”

Il signor Joyce ha detto che una volta che il lancio del vaccino nella nazione era in pieno svolgimento, la compagnia aerea cercherebbe di avviare altre bolle di viaggio con nazioni come Taiwan, Giappone e nazioni del Pacifico meridionale.

Qantas spera ancora che la compagnia aerea sarà in grado di dare il via a tutta la sua internatio voli finali entro ottobre, nonostante le battute d'arresto per il lancio del vaccino COVID-19 in Australia.

Il capo del canguro volante ha anche affermato che i vaccini sarebbero probabilmente un requisito per i viaggi internazionali, la segnalazione dell'Australia potrebbe adottare un approccio come l'Islanda o Israele, dove è necessaria la prova di aver preso un vaccino per entrare nei rispettivi paesi.

La scorsa settimana c'erano preoccupazioni che un nuovo caso di COVID-19 ad Auckland avesse gettato una nuvola sulla bolla di viaggio.

Il nuovo caso riguardava un lavoratore dell'hotel presso l'hotel Grand Millennium di Auckland e uno stretto contatto di una guardia di sicurezza dell'hotel risultato positivo la settimana prima.

Era il terzo caso in hotel nelle ultime settimane dopo un Il 21 marzo è risultato positivo alle pulizie

34 Views
(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *