La donna avrebbe filmato l'attacco di stupro invece di salvare la vittima

I poliziotti hanno sbattuto una donna che presumibilmente ha trovato un uomo che violentava una vittima malata di mente e ha registrato l'attacco invece di salvarla.

Il filmato dell'orribile attacco sessuale è stato poi pubblicato da la donna sui social media, dicono scioccati gli agenti di polizia in Sud Africa.

Nonostante il fatto che la donna conoscesse la presunta vittima, si afferma che non abbia poi informato la sua famiglia o la polizia dell'attacco, riferisce IOL News .

Fu solo quando la sorella della vittima vide il disgustoso filmato che furono chiamati i poliziotti e il sospetto stupratore e la donna che avrebbe filmato il video furono arrestati.

La donna fu più tardi accusato di crimen injuria – lesione intenzionale alla dignità di qualcuno – e rilasciato su avvertimento.

Il sospetto stupratore ha fatto la sua prima apparizione lunedì al tribunale dei magistrati di Bafokeng a Tlhabane ed è stato incarcerato in custodia cautelare.

Il presunto stupro è avvenuto in pieno giorno in un insediamento appena fuori Rustenburg, nel nord-ovest del paese, a marzo 28.

Durante la registrazione del presunto attacco sessuale, la donna ha affermato: “Perché le fai questo? Non farlo. “

Sebbene i presunti stupratori sapessero di essere stato registrato e la vittima gridasse aiuto, non si è fermato, si afferma.

Luogotenente commissario provinciale di polizia -Il generale Sello ha condannato l'incidente così come la donna per quello che ha fatto.

“Invece di denunciare alla polizia, l'ha fatto circolare sulle piattaforme dei social media”, ha detto.

La forza ha ora esortato il pubblico ad astenersi dal far circolare il video.

Questo articolo è apparso originariamente su The Sun ed è stato ripubblicato con il permesso

62 Views
(Visited 2 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *