L'accordo Victoria's Belt and Road con la Cina è stato annullato

Il ministro degli Esteri Marise Payne ha difeso la chiusura del controverso accordo tra Victoria e Belt and Road con la Cina nonostante le minacce che “danneggerà ulteriormente” il rapporto teso.

Il senatore Payne mercoledì sera ha annunciato che quattro accordi tra il governo statale e paesi stranieri sarebbero stati scartati sotto nuovi poteri perché non erano nell'interesse della nazione.

Ma i funzionari cinesi hanno già sferzato la mossa, dicendo che mostra che l'Australia non aveva sincerità per migliorare le relazioni con il suo più grande partner commerciale.

In una dichiarazione, l'ambasciata a Canberra ha affermato che l'accordo Belt and Road ha portato “benefici tangibili” per entrambe le parti e ha favorito l'approfondimento delle relazioni economiche e commerciali.

“Questa è un'altra mossa irragionevole e provocatoria presa dalla parte australiana contro la Cina”, ha detto un portavoce in un comunicato.

“È destinata a recare ulteriori danni alle relazioni bilaterali e lo farà solo finisce per farsi del male. “

CORRELATI: La Cina non è una 'mucca' da mungere e macellare

Il senatore Payne giovedì ha detto che i nuovi poteri non erano ” t mirava a “qualsiasi paese” e l'Australia continuerebbe a sottolineare il suo impegno a impegnarsi con la Cina.

“Non è certamente inteso a danneggiare le relazioni dell'Australia con alcun paese”, ha detto a ABC AM.

“Spero che eventuali dubbi verranno sollevati con il governo.”

Il senatore Payne ha respinto l'affermazione secondo cui i produttori australiani dovrebbero prepararsi a ulteriori ritorsioni dalla Cina – nonostante i produttori di vino e orzo siano stati schiaffeggiati con dazi e problemi doganali con pesce, carbone e legname australiani l'anno scorso.

“L'Australia è operando nei nostri interessi nazionali, siamo molto attenti e molto considerati in questo approccio “, ha detto.

” Si tratta di garantire che abbiamo un approccio coerente alla politica estera. “

Più di 1000 accordi sono stati segnalati al governo federale

Ma solo due dei documenti Victoria's Belt and Road, così come due accordi educativi tra lo stato e l'Iran e la Siria, sono stati cancellati.

Questo viene dopo le leggi per stroncare gli accordi tra potenze straniere e stati, territori, università e governi locali che non soddisfano il test dell'interesse nazionale sono state introdotte nel dicembre 2020.

La senatrice Payne ha detto di aspettarsi che la stragrande maggioranza degli accordi rimangono inalterati.

L'ex leader laburista Bill Shorten ha convenuto che il governo aveva preso la decisione giusta.

“Non avremmo nemmeno firmato gli accordi se fossimo al governo”, Mr Shorten ha detto a Today.

“È importante che il governo Morrison prenda il controllo delle nostre relazioni con la Cina.”

74 Views
(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *