Il governo indiano ha criticato per aver elogiato le manifestazioni politiche a metà della seconda ondata di COVID-19

Nuove immagini di manifestazioni politiche in atto in India hanno attirato forti critiche nei confronti del primo ministro Narendra Modi, che nelle ultime settimane è stato criticato per la gestione della devastante seconda ondata da parte del suo governo.

Un enorme 360.900 casi registrati mercoledì – la maggior parte da un singolo paese in un periodo di 24 ore dall'inizio della pandemia – ha disperso il sistema sanitario della nazione, che ora sta affrontando oltre 3.000 morti al giorno con scorte di ossigeno in diminuzione e liste d'attesa per i letti in terapia intensiva.

La natura della fitta popolazione indiana ha segnato un disastro per l'allontanamento sociale mentre l'ultima ondata mutata semina il caos in tutto il paese. Nuove statistiche su Calcutta, nella regione del Bengala occidentale, hanno rivelato che il 45% dei civili che si presentano ai test stanno restituendo risultati positivi.

CORRELATI: Come l'epidemia di COVID in India è andata così male

Nonostante l'urgente necessità di arginare il recente “tsunami” di infezioni, i membri del Bharatiya Janata Party (BJP) di Modi hanno continuato a fare campagne pubblicamente manifestazioni per costruire sostegno in vista delle elezioni municipali.

La scorsa settimana il BJP ha twittato le foto di migliaia di partecipanti a una manifestazione presso la Greater Warangal Municipal Corporation. Le inquadrature ravvicinate dei partecipanti al rally impacchettate spalla a spalla – con alcune persino maschere che rinunciano – non sorprende che abbiano colpito una nota acida con i critici di tutto il paese.

Kapil Komireddi, autore del libro Malevolent Republic: A Short History of the New India , ha condannato il partito al governo, descrivendo la spinta politica come “assassinamente spericolata” dato il clima attuale.

“Solo un a poche centinaia di chilometri da questo evento, un giornalista locale mi ha detto che le persone stanno cadendo come mosche “, ha detto Komireddi in un tweet martedì.

Il politico del partito Aam Aadmi Vinay Mishra ha anche condiviso le foto del comizio elettorale del BJP nel stato di Telangana, scrivendo: “Nel caso in cui pensavi che il tuo Primo Ministro fosse diventato sensibile e simpatizzante per le morti del COVID.”

Ha notato che l'ultima campagna del BJP è stata nel Bengala occidentale, che sta vedendo un aumento aumento del 600 per cento nei casi di COVID.

“Non ho mai visto folle così enormi”, ha detto Modi nel Bengala occidentale il 17 aprile, anche se l'India record di 230.000 nuovi casi di coronavirus in 24 ore.

Da allora il BJP ha cancellato il suo post che pubblicizzava il raduno.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha affermato che la copertura vaccinale è limitata e un falso il senso di fiducia dopo aver soppresso la prima ondata nel 2020 ha contribuito a creare la “tempesta perfetta” che attanaglia la nazione del subcontinente questo mese.

L'OMS ha fatto di tutto per la forte popolazione di 1,4 miliardi, deviando 2.600 salute esperti di altri programmi per aiutare ad arginare l'ultima ondata, che ha visto emergere sei milioni di nuovi casi nel solo aprile.

CORRELATI: Come gli australiani possono aiutare l'India

“Come è vero in qualsiasi paese, l'OMS ha affermato che la combinazione di rilassanti misure di protezione personale, raduni di massa e varianti più contagiose mentre la copertura vaccinale è ancora bassa può creare una tempesta perfetta”, portavoce dell'OMS Tarik Jašarević ha detto mercoledì alla CNN.

Jašarević ha detto che il sistema sanitario è stato invaso in parte a causa di pazienti in preda al panico ts correre inutilmente agli ospedali dopo essere risultato positivo. Il rappresentante dell'OMS ha affermato che fino all'85% dei casi positivi potrebbe essere gestito in sicurezza da casa in isolamento.

” Attualmente, parte del problema è che molte persone corrono in ospedale (anche perché non hanno accesso a informazioni / consigli), anche se il monitoraggio dell'assistenza domiciliare può essere gestito in modo molto sicuro ”, ha affermato. “Meno del 15% delle persone che hanno l'infezione ha effettivamente bisogno di cure ospedaliere e ancora meno avranno bisogno di ossigeno.”

US funzionari: “Questo non ha ancora raggiunto il picco”

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden si è impegnato a sostenere l'India, dicendo a Modi in una telefonata lunedì: “Fammi sapere di cosa hai bisogno e lo faremo.”

Kurt Campbell, coordinatore del Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca per l'Indo-Pacifico, ha detto che la situazione disastrosa nel subcontinente ci vorrà del tempo per stabilirsi mentre le potenze mondiali organizzano gli aiuti internazionali.

“Dobbiamo tutti renderci conto che questa non è una sfida che si risolverà nei prossimi giorni”, ha detto a un virtuale conferenza stampa di questa settimana, tramite Reuters.

Gayle Smith, capo della risposta COVID-19 del Dipartimento di Stato USA, ha detto che l'India deve prepararsi alla peggiore ancora da venire. “Dobbiamo tutti capire che siamo ancora in prima linea in questo. Questo non ha ancora raggiunto il picco “, ha detto.

” Quindi questo richiederà determinazione … Lavoreremo molto duramente per un po 'di tempo, ma siamo fiduciosi di poterlo fare.

“Prevediamo che al culmine di questo tipo di emergenza complessa, sarà molto fluido per un po 'mentre le cose andranno a posto. Collettivamente dovremo essere molto agili e molto agili. “

I critici condannano la repressione dei social media di PM Modi

Il BJP di Modi ha ricevuto critiche consistenti nel 2021 dopo che i rapporti del governo indiano che censuravano i tweet anti-Modi hanno iniziato a filtrare attraverso la stampa. La recente spinta per sradicare i dissidenti online è stata resa possibile dalle nuove leggi sui social media che costringono le aziende a consegnare il nome del mittente originale di qualsiasi messaggio ritenuto “malizioso”.

Il recente indignazione per il coordinamento di raduni e censura ha infastidito personaggi pubblici come l'ex capo di Twitter in India Raheel Khursheed, che crede che il governo abbia le sue priorità all'indietro nel mezzo di una crisi.

Khursheed ha detto che il governo non dovrebbe preoccuparsi di controllare il discorso pubblico come storia si svolge davanti ai loro occhi, chiedendo un maggiore sostegno agli ospedali a capacità.

“In una pandemia il governo indiano dovrebbe preoccuparsi di diffondere la situazione piuttosto che diffondere la notizia della situazione”, ha detto a BBC Newsnight questa settimana.

“Se ci sono persone in fila fuori dai crematori in attesa del proprio turno per oltre 48-72 ore, quello che dovresti essere occupato a capire è come diffondere quella situazione.

“Quello che dovresti essere basica capire come portare ossigeno agli ospedali. “

Un enorme terremoto chiude il mese indiano dall'inferno

Sembra davvero di assistere a un episodio particolarmente crudele di Black Mirror a questo punto.

Proprio come tutti pensavano che aprile non potesse peggiorare per l'India, un massiccio terremoto di magnitudo 6,2 ha colpito la regione dell'Assam mercoledì. Il filmato scioccante della distruzione del terremoto è stato condiviso sui social media da testimoni, con una gente del posto che lo descrive come uno dei più forti che hanno vissuto.

“Questo terremoto è stato il più grande che io ricordi, c'è stato per primo una grande scossa e poi una più piccola “, ha detto un funzionario di polizia della città a Reuters .

La National Disaster Management Agency indiana sta valutando i danni e le vittime. Non ci sono state segnalazioni immediate di morti.

“Il nostro intero appartamento a più piani ha subito danni enormi con tetti e pareti che crollano”, Subham Hazarika, un uomo d'affari che vive in un appartamento di lusso a Guwahati , ha detto a Reuters .

“Fortunatamente nessuno si è ferito.”

Se ti stai chiedendo come puoi fare la tua parte per aiutare l'India, considera alcuni dei migliori enti di beneficenza che lavorano sul campo nel nostro articolo qui .

83 Views
(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *