Misterioso “attacco energetico” vicino alla Casa Bianca

Gli Stati Uniti stanno indagando su un possibile attacco a microonde della “Sindrome dell'Avana” vicino alla Casa Bianca che, secondo i rapporti, può causare lesioni cerebrali paralizzanti.

Il presunto attacco è avvenuto nei pressi dell'Ellisse , che è il prato appena a sud della Casa Bianca, e ha danneggiato un ufficiale del Consiglio di sicurezza nazionale.

Un secondo si è verificato in un sobborgo della Virginia nel 2019 mentre un funzionario della Casa Bianca stava portando a spasso il suo cane, ha riferito la CNN.

Un portavoce della Casa Bianca ha detto a The Hill che “la salute e il benessere” dei dipendenti pubblici è una “priorità assoluta” per l'amministrazione di Biden.

“Prendiamo molto seriamente tutte le segnalazioni di incidenti di salute da parte del nostro personale”, hanno aggiunto.

“La Casa Bianca sta lavorando a stretto contatto con i dipartimenti e le agenzie per affrontare gli incidenti di salute inspiegabili e garantire la sicurezza e la protezione degli americani che prestano servizio in tutto il mondo. “

Il portavoce ha aggiunto che gli incidenti segnalati erano ancora in fase di valutazione.

Gli attacchi sospetti sono stati documentati per la prima volta all'Avana nel 2016, ma da allora hanno colpito diplomatici statunitensi in diversi paesi.

Coloro che si sono ammalati hanno manifestato sintomi neurologici come vertigini e insonnia.

L'anno scorso, gli scienziati hanno affermato di I sospetti pesticidi erano un possibile colpevole delle misteriose malattie che sono state subite dai diplomatici statunitensi e canadesi.

Le dozzine di malattie segnalate negli ultimi anni hanno portato Stati Uniti e Canada a ridurre drasticamente il personale presso le loro ambasciate a Cuba.

Gli scienziati hanno discusso della possibilità che i sintomi fossero causati da sostanze chimiche utilizzate per la fumigazione delle zanzare.

Altri hanno affermato di ritenere che i diplomatici avessero subito una sorta di effetti sulla salute genuini, sebbene le cause rimanessero tutt'altro che chiaro.

Tuttavia, nel 2019, un rapporto affermava che gli attacchi sonori al personale dell'ambasciata statunitense a Cuba non avvenivano ed erano tutti nella testa delle vittime.

Il mistero ha acceso una lite tra i due paesi in cui Donald Trump ha accusato l'autore cubano ities di essere dietro gli attacchi.

Dozzine di personale colpito ha richiesto esami adeguati del proprio cervello.

Tuttavia, un importante sociologo ed esperto di malattie neurodegenerative ha affermato che molto probabilmente si trattava di un trauma emotivo e la paura che ha causato i sintomi, secondo Sky News.

Il dottor Robert Bartholomew e il coautore dello studio Dr Robert W. Baloh ritengono che la cosiddetta sindrome di Havana sia più simile a shock da conchiglia, che causa disturbi simili a commozioni cerebrali .

Successivamente è stato ipotizzato che gli agenti russi usassero una “arma a microonde” per infliggere danni cerebrali alle spie americane nel 2020.

Secondo GQ , un team di investigatori presso la sede della CIA a Langley ha concluso che le vittime erano state prese di mira da un dispositivo che poteva essere trasmesso attraverso muri e finestre fino a due miglia di distanza.

Un'indagine del L'FBI e la CIA all'epoca puntavano il dito sospettando del nemico della Guerra Fredda, ma all'epoca non avevano prove sufficienti per incolpare pubblicamente Mosca.

Am A quanto pare, i diplomatici ericani sono stati nuovamente presi di mira dalla missione statunitense a Guangzhou, in Cina, dove il personale ha iniziato a soffrire di una misteriosa malattia simile a una lesione cerebrale e ha dovuto essere trasportato a casa in aereo. ha sentito forti ronzii e ha puntato il dito in modo non ufficiale contro la Russia.

Ora i rapporti hanno rivelato che c'erano ulteriori sospetti attacchi, inclusi almeno due nella terraferma degli Stati Uniti.

Nel 2019, due le principali spie della CIA – tra cui uno dei primi cinque funzionari di rango più elevato dell'agenzia – si sono recate in Australia per incontrare le controparti dell'intelligence.

Entrambi gli americani sono stati colpiti da una misteriosa malattia nelle loro stanze d'albergo, hanno detto fonti GQ .

Questo articolo è apparso originariamente su The Sun e riprodotto con autorizzazione.

57 Views
(Visited 7 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *