L'OMS approva il vax per l'uso di emergenza

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha aggiunto il jab Moderna (mRNA) all'elenco crescente di vaccini approvati per uso di emergenza mentre il mondo lotta con un problema di fornitura globale.

Il moderno jab si unisce a Oxford / AstraZeneca, Pfizer / BioNTech e Johnson & Johnson nell'elenco di emergenza dell'organizzazione.

La crisi in via di sviluppo in India, che ha visto la nazione subcontinente registrare 10 giorni consecutivi di oltre 300.000 nuovi casi, ha creato domanda aggiuntiva di vaccinazioni, costringendo gli esperti sanitari internazionali ad agire.

Un certo numero di paesi senza una propria infrastruttura di regolamentazione medica avanzata si basa esclusivamente sui consigli dell'OMS per discernere la sicurezza e l'efficacia dei vaccini.

“L'obiettivo è rendere disponibili farmaci, vaccini e strumenti diagnostici il più rapidamente possibile per affrontare l'emergenza”, ha affermato l'OMS in una dichiarazione, sostenendo che il moderno jab ha un'efficacia di circa il 92% nella protezione contro COVID- 19.

L'OMS segnala che il vaccino è mo st efficace 14 giorni dopo il primo jab.

Lo sviluppo è arrivato dopo che il Gruppo consultivo strategico di esperti sull'immunizzazione (SAGE) dell'OMS ha raccomandato il vaccino Moderna per tutti gli adulti a gennaio. Moderna, che ha sede a Cambridge, Massachusetts, ha annunciato che rafforzerà la sua rete di produzione per produrre fino a 3 miliardi di dosi nel 2022.

L'amministratore delegato Stéphane Bancel ha affermato che la società farmaceutica sta “partecipando attivamente alle discussioni con organizzazioni multilaterali, come Covax, per aiutare a proteggere le popolazioni di tutto il mondo ”.

Sfortunatamente, i paesi in via di sviluppo potrebbero dover aspettare ancora un po 'per il vaccino Moderna nonostante l'approvazione di emergenza dell'OMS. Il Guardian ha riferito che l'azienda è bloccata dopo aver concluso accordi di fornitura con “molti paesi ricchi, che avranno già ricevuto milioni di dosi”.

L'OMS dovrebbe prendere più decisioni sui vaccini di emergenza nelle prossime settimane , conducendo revisioni sui vaccini COVID-19 di Sinopharm e Sinovac.

Il governo australiano in colloqui sull'importazione del vaccino Valneva

Il governo federale è in trattative con un'azienda francese per un potenziale acquisto del suo vaccino per il lancio in Australia.

L'azienda biotecnologica Valneva sta lavorando a un vaccino inattivato per COVID-19, che utilizza un campione del virus che è stato ucciso per innescare una risposta immunitaria senza creare un'infezione, simile ai colpi di influenza e poliomielite.

Il vaccino, che è in fase avanzata di sviluppo, può produrre una protezione più ampia per combattere le nuove varianti di COVID-19 e potrebbe diventare una potenziale opzione di colpo di richiamo in futuro. La salute ha confermato a news.com.au che era in contatto con Valneva riguardo al vaccino.

“Il governo australiano continua a incontrarsi regolarmente con una gamma di produttori e produttori di vaccini e trattamenti COVID-19, tra cui Valneva, “Ha detto il portavoce.

” La natura di queste discussioni è di natura commerciale riservata.

“Continuiamo a monitorare gli studi clinici in corso, riesaminiamo l'efficacia nel mondo reale del lancio del vaccino e continuiamo a hanno una serie di discussioni con i produttori. “

Mentre le discussioni del governo federale con Valneva non significano che si impegnerà ad acquistare il suo vaccino, suggerisce che il governo sta continuando a esaminare opzioni oltre i tre accordi attualmente ha con AstraZeneca, Pfizer e Norovax.

54 Views
(Visited 3 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *