L'India registra il più alto numero di morti giornaliere dall'inizio della pandemia

I soccorsi stanno arrivando ma non possono arrivare abbastanza presto poiché l'India registra il numero più alto di morti in un solo giorno dall'inizio della pandemia di coronavirus.

Aiuti internazionali per alleviare l'India domenica, la terribile carenza di ossigeno è arrivata nella nazione dell'Asia meridionale, mentre il bilancio delle vittime del coronavirus è salito a un nuovo triste record.

Domenica il paese di 1,3 miliardi ha segnalato 3689 morti per coronavirus.

Ci sono stati quasi 400.000 nuovi casi registrati in tutta l'India in quella che è l'epidemia in più rapida crescita al mondo.

Il numero record di morti eserciterà una maggiore pressione su crematori e cimiteri già sovraccarichi in cui i lavoratori stanno lottando per tenere il passo con il numero in aumento.

È in corso un enorme sforzo internazionale per fornire l'ossigeno tanto necessario alle città dell'India dove i casi di coronavirus sono saliti alle stelle al punto che le persone infette, compresi i bambini, sono morte mentre aspettavano le cure fuori dagli ospedali .

CORRELATO: L'immagine virale rivela il COVID dell'India incubo

“A volte le persone muoiono davanti agli ospedali. Non hanno più ossigeno. A volte (stanno morendo) nelle loro auto “, ha detto l'ambasciatore della Germania in India, Walter Lindner, quando 120 ventilatori sono arrivati nella tarda serata di sabato.

Lunghe file sono state viste ai centri di vaccinazione durante il fine settimana, con persone disperate di essere vaccinati contro una malattia che ha travolto il sistema sanitario.

Le piattaforme dei social media sono state inondate di appelli da parte di persone in cerca di bombole di ossigeno, medicinali e letti d'ospedale poiché l'ondata COVID-19 causa carenze diffuse.

Gli Stati Uniti, la Russia e la Gran Bretagna hanno inviato forniture di emergenza tra cui generatori di ossigeno, maschere per il viso e vaccini.

Gli aiuti dalla Francia hanno raggiunto l'India domenica, inclusi otto impianti di generazione di ossigeno e 28 ventilatori, che si aggiungono al ventilatori dalla Germania arrivati la notte precedente.

Il Regno Unito, che ha già inviato 495 concentratori di ossigeno e 200 ventilatori, ha dichiarato di inviare altri 1000 ventilatori di ossigeno.

Un gruppo di Anche i medici britannici hanno organizzato il proprio intervento a distanza la telemedicina a lunga distanza dalla Gran Bretagna per alleggerire la pressione dei loro colleghi indiani e consentire loro di concentrarsi sui pazienti COVID.

Chiede l'arresto a livello nazionale per combattere l'ondata di infezioni

Nuova Delhi, una delle zone più colpite dell'India, sabato ha esteso il suo blocco di una settimana e il Anche lo stato orientale dell'Odisha ha ordinato la chiusura.

Il dottor Anthony Fauci, il massimo consigliere statunitense per la pandemia, ha dichiarato nei commenti pubblicati sabato che l'intera India dovrebbe entrare in isolamento per combattere questa ondata.

Il governo del primo ministro Narendra Modi ha resistito all'imposizione di una chiusura nazionale ma molti stati hanno imposto pesanti restrizioni.

Un elenco crescente di paesi tra cui l'Australia ha tagliato i voli dall'India.

Domenica, la Nigeria è diventata l'ultima nazione a farlo, vietando l'ingresso a tutti i viaggiatori che sono stati nel paese nelle ultime due settimane, anche se i nigeriani e coloro che transitano in India saranno esenti.

Allarme essere Risuonano anche altri paesi dell'Asia meridionale densamente popolata.

CORRELATI: Nuova tragedia scoppia dalla crisi dell'India

CORRELATO: L'atto disperato della moglie negli ultimi momenti del marito

In Sri Lanka, sabato le infezioni quotidiane hanno raggiunto un record, con le autorità che impongono ulteriori limiti al movimento e alle attività in parti della nazione insulare.

“Potremmo affrontare una crisi di tipo indiano molto presto se non arrestiamo l'attuale tendenza delle infezioni”, ha detto il capo epidemiologo Sudath Samaraweera.

Divieto di viaggio per 'mantenere gli australiani al sicuro'

Il divieto di viaggio in Australia con l'India entra in vigore di lunedi. Il divieto di volo è in vigore fino al 15 maggio.

In base alle modifiche al Biosecurity Act australiano, gli australiani potrebbero rischiare fino a cinque anni di carcere se tentano di rientrare in Australia dall'India attraverso un paese terzo.

Il tesoriere Josh Frydenberg ha difeso la mossa, dicendo ai giornalisti che era in linea con i consigli medici.

“Abbiamo intrapreso azioni drastiche per mantenere gli australiani al sicuro, e quello che dobbiamo affrontare in India è molto serio situazione in cui il consiglio medico fornito al governo federale è stato quello di mettere in atto queste misure rigorose “, ha detto.

con AFP

30 Views
(Visited 2 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *