Avvertimento COVID emotivo della mamma incinta prima della morte

Un marito in lutto ha condiviso un messaggio emotivo registrato dalla moglie incinta pochi giorni prima che morisse a causa di COVID-19.

Dimple Arora Chawla, 34 anni di New Delhi medico, ha registrato un videomessaggio giorni prima della sua morte implorando le persone di non sottovalutare il virus.

Il ceppo doppio mutante del virus indiano ha devastato il paese, con la nazione che vede nuovi tassi record di infezioni quasi ogni settimana.

Gli ultimi dati giornalieri mostrano un aumento di 362.727 casi e 4120 decessi. L'India ha ora confermato più di 23,7 milioni di infezioni e più di 256.000 decessi, tuttavia, gli esperti hanno avvertito che il numero reale è probabilmente molto più alto.

Dimple, che era incinta di sette mesi, è stata diagnosticata con COVID-19 il 11 aprile. Sei giorni dopo l'inizio della sua malattia sentì i suoi sintomi peggiorare e decise di registrare un messaggio nel tentativo di convincere gli altri della natura mortale di questo virus.

“Voglio davvero dirlo a tutti , per favore non prendere la corona così alla leggera “, ha detto nel video.

” Sintomi molto brutti, molto cattivi. Non sono in grado di parlare, ma voglio davvero trasmettere il mio messaggio a tutti.

“Per favore indossa una maschera ogni volta che esci, ogni volta che interagisci con le persone per la sicurezza dei tuoi cari.

“Per favore, dì ai tuoi familiari, non prenderla così alla leggera. Non rimuovere la maschera. “

Dimple ha detto che voleva sempre lavorare ed era così attiva prima di contrarre il virus, ma il suo” corpo si sta arrendendo ora “.

Per tutto il video , poteva essere vista lottare per respirare.

Ha terminato il video con un semplice appello: “Per favore, per favore, fai attenzione”, ha detto.

Nove giorni dopo aver registrato il messaggio Dimple , insieme al suo bambino non ancora nato, è morto.

Suo marito Ravish Chawla ha condiviso il messaggio di sua moglie su Twitter nella speranza che altri avrebbero ascoltato il suo avvertimento.

“Era completamente devota alla maternità e è andato in paradiso con il nostro bambino non ancora nato per prendersi cura di lui e ha lasciato il nostro bambino di 3,5 anni a me “, ha scritto in un post sulla festa della mamma.

CORRELATI: Nation 'staring In COVID abyss '

Il signor Chawla ha detto che sua moglie ha sempre avuto grande cura di proteggersi dal virus, come indossare maschere doppie e triple e DPI quando era in pubblico.

Ha detto alla stazione televisiva locale NDTV che sua moglie è stata ricoverata in ospedale alla fine di aprile quando lei è guarita Ha iniziato a peggiorare drasticamente.

Pochi giorni dopo il ricovero ha iniziato a sentire dolori del travaglio, con una successiva ecografia che mostrava che il loro bambino non aveva battito cardiaco.

Il signor Chawla non poteva convincersi a dire alla moglie malata che il loro bambino era morto dopo aver subito un cesareo d'urgenza.

“Ha detto, 'Voglio vedere il mio bambino, voglio vedere il mio bambino'”, ha detto .

“Nella sua ansia, i suoi livelli di ossigeno hanno iniziato a diminuire. In qualche modo ho dovuto dirle: “Il tuo bambino è vivo”. Le ho mentito, cosa che non volevo fare. “

Dimple è morta il giorno seguente, lasciandosi alle spalle suo marito e i loro tre anni -old son.

CORRELATO: Il video agghiacciante di Star prima della morte dell'India

Corpi di sospette vittime di COVID lavano i piatti

La situazione indiana del COVID-19 non mostra segni di miglioramento, con ospedali straripanti, massa luoghi di cremazione e corpi che si riversano lungo il fiume Gange tra alcune delle scene cupe che si verificano in tutto il paese.

Le autorità sono state costrette a installare una rete attraverso il fiume dopo che dozzine di sospette vittime di virus si sono riversate sulla riva.

La scoperta di 71 cadaveri nello stato di Bihar ha alimentato il timore che il virus stesse imperversando senza essere visto nel vasto entroterra rurale dell'India, dove vivono i due terzi della sua popolazione.

La gente del posto ha suggerito ad AFP che i parenti immerse i corpi nel fiume perché non potevano permettersi la legna per le tradizionali cremazioni indù o r perché i crematori erano sopraffatti dal numero di funerali.

CORRELATI: 'Fungo nero' colpisce i pazienti covid indiani

Acqua di Bihar Il ministro delle risorse Sanjay Kumar ha detto mercoledì su Twitter che una “rete è stata collocata” nel fiume al confine di stato con l'Uttar Pradesh e che il pattugliamento è aumentato.

Ha detto che il governo dello stato impoverito era “addolorato per entrambi i tragedia e danni al fiume Gange “.

Kumar ha aggiunto che l'autopsia ha confermato che i cadaveri erano morti da quattro a cinque giorni.

La stampa ha detto che ben 25 i corpi erano stati recuperati anche nel distretto di Gahmar, nello stato di Uttar Pradesh.

Il quotidiano indù ha citato un funzionario della polizia locale dicendo che c'erano lunghe code ai luoghi di cremazione nello stato settentrionale.

“È possibile che in fretta alcuni abbiano smaltito i corpi nel fiume in questo modo”, ha detto Hitendra Krishna.

– con AFP

42 Views
(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *