Il più giovane destinatario del vaccino COVID al mondo

Un bambino di otto mesi del nord di Baldwinsville, NY, è la persona più giovane al mondo a ricevere due dosi del vaccino Pfizer COVID-19.

Vincenzo “ Enzo “Mincolla ha ricevuto il suo secondo jab mercoledì come parte di una sperimentazione clinica condotta dalla Upstate Medical University, Syracuse.com ha riferito.

L'ospedale è uno di quattro siti negli Stati Uniti che testano il vaccino Pfizer in bambini di età inferiore ai cinque anni.

Gli Stati Uniti sono l'unico paese che sta conducendo tali test in questo momento.

Il governo federale degli Stati Uniti ha approvato le iniezioni di Pfizer per bambini di 12 anni il mercoledì.

Enzo è uno dei 16 neonati nei quattro siti partecipanti alla fase uno della sperimentazione che include bambini di età compresa tra sei mesi e due anni.

Il bambino ha ricevuto la sua prima iniezione tre settimane fa, prima di raggiungere gli otto mesi.

Il dottor Joseph Domashowske, un medico di malattie infettive pediatriche che conduceva lo studio, ha detto allo sbocco che era il più giovane destinatario. Ci sono altri cinque bambini che partecipano al processo Upstate.

CORRELATI: Il cupo avvertimento di Top doc di ritorno di COVID


I genitori di Enzo, Mike e Marissa Mincolla, sono medici.

“Riteniamo entrambi sia importante porre fine a questa pandemia , e il modo più rapido e sicuro è vaccinarci per uscirne “, ha detto Mike Mincolla.

Non hanno avuto remore a somministrare le iniezioni al bambino, ha detto. Enzo ha dormito e mangiato bene, non era irritabile e non ha avuto effetti collaterali dopo nessuno dei due jab.

Il dottor Mincolla ha detto di aver detto ai pazienti esitanti alla vaccinazione che ha lasciato che suo figlio facesse un'iniezione.

Pfizer ha temporaneamente interrotto il processo per determinare se i bambini stanno ricevendo la dose corretta, ha detto Domashowske.

“La preoccupazione è che la dose potrebbe essere troppo bassa per quella fascia di età”, ha detto.

“Questo perché tutti i bambini hanno tollerato bene il vaccino senza effetti collaterali.”

Questa storia è apparsa originariamente sul New York Post ed è riprodotta qui con il permesso

57 Views
(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *