Corte Suprema degli Stati Uniti per esaminare il caso di aborto grave con ramificazioni per Roe vs Wade

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha accettato di esaminare un caso con enormi implicazioni per le leggi sull'aborto del paese, dando vita alla più significativa battaglia legale sulla questione da decenni.

Oggi gli Stati Uniti La più alta corte degli Stati ha annunciato che avrebbe assunto Dobbs vs Jackson Women's Health Organization .

Il caso riguarda una legge approvata dal Mississippi nel 2018, il Gestational Age Act , che ha vietato gli aborti dopo 15 settimane di gravidanza ed è stato successivamente stroncato dai tribunali inferiori per aver violato la Costituzione degli Stati Uniti.

I nove giudici della Corte Suprema stanno limitando le loro deliberazioni a una sola domanda: se “tutti i divieti di pre-vitalità sugli aborti elettivi sono incostituzionali”.

Perché è così significativo? Perché va al cuore di Roe vs Wade , una storica decisione della Corte Suprema del 1973 che ha legalizzato l'aborto in tutti gli Stati Uniti e da allora è stato il precedente legale.

CORRELATO: Il candidato alla Corte Suprema di Trump resiste ad attacchi personali

LA SOGLIA DELLA “ VIABILITÀ ''

La parola chiave qui è “viabilità”.

In Roe , la Corte Suprema ha stabilito che i governi di tutti gli Stati Uniti potrebbero vietare l'aborto, ma solo dal punto di fattibilità in poi, cioè il momento in cui un feto può realisticamente sopravvivere al di fuori dell'utero. Secondo gli esperti medici, tale soglia viene raggiunta a circa 23 o 24 settimane.

“Per quanto riguarda l'importante e legittimo interesse dello stato nella vita potenziale, il punto 'convincente' è la fattibilità”, ha detto la corte .

“La regolamentazione statale che protegge la vita fetale dopo la vitalità ha quindi giustificazioni sia logiche che biologiche. Se lo stato è interessato a proteggere la vita fetale dopo la vitalità, può arrivare al punto di vietare l'aborto durante quel periodo, tranne quando è necessario preservare la vita o la salute della madre. “

In un altro caso fondamentale, 1992's Planned Parenthood of Southeastern Pennsylvania vs Casey , la Corte Suprema ha nuovamente ritenuto che “la linea dovrebbe essere tracciata sulla fattibilità”.

“Uno stato non può vietare a nessuna donna di prendere la decisione definitiva di interrompere la sua gravidanza prima della vitalità”, ha detto.

Questo è stato il quadro giuridico per l'aborto negli Stati Uniti dal 1973. In effetti, i governi non possono vietare l'aborto prima del 24 settimane.

La questione più ampia non è così semplice, ovviamente. Gli oppositori dell'aborto hanno fatto molto per limitare l'accesso delle donne ad esso, nonostante non siano in grado di vietarlo completamente.

Alcuni stati hanno imposto requisiti che i genitori delle donne fossero coinvolti nella decisione, per esempio. Alcuni richiedono che una donna attenda un certo periodo di tempo dopo aver visitato una clinica per la prima volta prima di poter effettivamente abortire. Queste misure vanno bene, secondo l'attuale interpretazione della Costituzione, fintanto che non pongono un “fardello indebito” sulle donne.

Ma niente di tutto ciò influisce su questo caso. La Corte Suprema sta specificatamente valutando se tutti i “divieti” di pre-fattibilità sull'aborto violano la Costituzione.

Se risponde sì, ciò riaffermerà il precedente stabilito da Roe e Casey .

Se il tribunale risponde no, tuttavia, la decisione potrebbe consentire ai governi di tutto il paese di imporre divieti sull'aborto molto prima gravidanza di una donna. Sarebbe la vittoria legale che il movimento per la vita americano cerca da decenni.

“Questo sarà, di gran lunga, il caso di aborto più importante che la corte avrà sentito dopo il Casey decisione nel 1992 “, ha detto oggi il professor Steve Vladeck, un esperto legale dell'Università del Texas.

” Se gli stati sono autorizzati a vietare efficacemente gli aborti dopo la quindicesima settimana di gravidanza, come la legge del Mississippi in questo caso, quindi le donne incinte avrebbero una finestra molto più breve in cui potrebbero ottenere legalmente un aborto rispetto a quanto Roe e Casey attualmente richiede. “

” Non c'è modo di sopravvalutare quanto sia un affare enorme “, ha detto la storica del diritto Mary Ziegler.

IL CASO IN QUESTIONE

Il Mississippi ha approvato il divieto di aborto di 15 settimane nel 2018. Comprendeva esenzioni per emergenze mediche e gravi anomalie fetali, ma non per gravidanze risultante da stupro o incesto. Il governatore repubblicano dello stato, Phil Bryant, ha dichiarato di volere che sia “il posto più sicuro in America per un nascituro”.

Nel novembre del 2018, dopo mesi di azioni legali, la Corte distrettuale meridionale del Mississippi ha stabilito la la legge era incostituzionale.

Il giudice Carlton Reeves, nominato dal presidente democratico Barack Obama, ha accusato i repubblicani di aver scritto apposta una legislazione incostituzionale, sapendo che sarebbe stata cancellata. Potevano quindi appellarsi contro la decisione, dando loro la possibilità di ottenere un caso di aborto davanti alla Corte Suprema.

“Lo stato ha scelto di approvare una legge che sapeva era incostituzionale sostenere una campagna decennale, alimentata da gruppi di interesse nazionale, per chiedere alla Corte Suprema di ribaltare Roe vs Wade “, ha detto il giudice Reeves.

” Il fatto che gli uomini, me compreso, siano determinare come le donne possono scegliere di gestire la loro salute riproduttiva è una triste ironia che non si perde in campo.

“Come uomo, che non può rimanere incinta o cercare un aborto, posso solo immaginare l'ansia e il tumulto di un la donna potrebbe sperimentare quando decide se interrompere la gravidanza attraverso un aborto. Il rispetto della sua autonomia richiede che questo statuto sia ingiunto. “

Il Mississippi ha presentato ricorso. Un anno dopo, nel dicembre del 2019, la Quinta Corte d'Appello del Circuito ha confermato la decisione del giudice Reeves.

” Gli Stati possono regolamentare le procedure di aborto prima della redditività purché non impongano un onere indebito sui diritti della donna, ma non possono vietare gli aborti “, ha affermato il giudice Patrick Higginbotham.

” La legge in questione è una bandire. Pertanto, affermiamo l'invalidazione della legge da parte del tribunale distrettuale. “

Lo stato ha quindi presentato una petizione alla Corte Suprema, che ha preso il suo tempo, ma alla fine ha accettato di esaminare il caso oggi.

'Suonano le campane d'allarme'

La Corte Suprema è attualmente divisa 6-3 tra conservatori e progressisti. Tre dei giudici attuali sono stati nominati dell'ex presidente Donald Trump, un repubblicano, che rafforza la maggioranza conservatrice.

L'equilibrio del potere è cambiato in modo decisivo quando il giudice Ruth Bader Ginsburg, un progressista, è morto lo scorso settembre. Trump ha nominato Amy Coney Barrett per riempire il suo posto vacante e il giudice Barrett è stato confermato solo una settimana prima delle elezioni del 2020.

Il suo voto potrebbe essere cruciale in questo caso.

L'anno scorso, a giugno Medical Services vs Russo , la Corte Suprema ha votato di stretta misura per abrogare una legge anti-aborto dalla Louisiana. Il presidente della Corte Suprema conservatore, John Roberts, si è schierato con l'ala progressista della corte, risultando in un 5-4 ma rgin.

La presenza del giudice Barrett significa che i conservatori non hanno più bisogno del voto del giudice Roberts per ottenere la maggioranza.

La Corte Suprema inizierà ad ascoltare le discussioni in autunno, e una sentenza è probabilmente arriverà nel 2022.

Attivisti e politici pro-choice hanno reagito oggi all'annuncio della corte con allarme.

“I campanelli d'allarme stanno suonando forte sulla minaccia ai diritti riproduttivi”, ha detto Nancy Northup, capo del Center for Reproductive Rights.

“La Corte Suprema ha accettato di riesaminare un divieto di aborto che viola indiscutibilmente quasi 50 anni di precedenti della Corte Suprema ed è un caso di prova da ribaltare Roe vs Wade .

“Le conseguenze di un'inversione di Roe sarebbero devastanti. Oltre 20 stati vieterebbero l'aborto a titolo definitivo. Undici stati, incluso il Mississippi, hanno attualmente divieti di attivazione sui libri che vieterebbero istantaneamente l'aborto se Roe venisse ribaltato. “

Chiesto sul caso durante la giornata di oggi conferenza stampa, l'addetto stampa della Casa Bianca Jen Psaki ha detto che il presidente Joe Biden è “impegnato a codificare” Roe vs Wade nella legge federale indipendentemente dal risultato. Ciò comporterebbe l'approvazione di una legge. Il Congresso sancisce il diritto all'aborto prima che il feto sia praticabile, annullando in tal modo qualsiasi legge statale contraria.

Biden avrebbe bisogno del sostegno di almeno 10 repubblicani per ottenere una legge del genere attraverso il Senato. momento, è ben al di sotto di quella soglia.

52 Views
(Visited 2 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *