“Giorno di rabbia” mentre il bilancio delle vittime aumenta

I pesanti attacchi aerei e il lancio di razzi nel conflitto Israele-Gaza hanno causato più vittime da entrambe le parti.

Dozzine sono state curate per le ferite causate da proiettili vivi, hanno detto i medici.

Gli attacchi aerei israeliani hanno ucciso 217 palestinesi, tra cui 63 bambini, e ferito più di 1400 persone in poco più di una settimana nell'enclave gestita da Hamas, secondo il ministero della salute di Gaza.

La morte il bilancio della parte israeliana è salito a 12 dopo che i razzi lanciati da Hamas contro la regione meridionale di Eshkol hanno ucciso due cittadini thailandesi che lavoravano in una fabbrica, ha detto la polizia.

Il movimento Fatah del presidente palestinese Mahmud Abbas aveva precedentemente chiesto un “giorno di rabbia “e di sciopero, un appello ha echeggiato in città arabe ed etnicamente miste all'interno di Israele.

Tutte le attività palestinesi non essenziali sono state chiuse nelle città della Cisgiordania e Gerusalemme est, compreso il punto di infiammabilità all'ingresso della Porta di Damasco Città Vecchia, dove sono state arrestate almeno nove persone per aver lanciato pietre e bottiglie alla polizia.

Foto da th La scena mostrava le forze di sicurezza israeliane che si scontrano con i manifestanti.

CORRELATO: Il tweet scioccante di Israele mentre infuria la violenza

CORRELATO: Il “migliore amico” Australia deve tagliare

CORRELATO: atto “velenoso” che è in aumento qui

Vicino a negozi chiusi in una strada solitamente trafficata di Gerusalemme est, Ala Judeh, un benzinaio in un quartiere ebraico a ovest della città, ha detto di essere in sciopero.

Il 24- Un residente di Gerusalemme est di un anno ha detto di aver accettato il lavoro perché era più stabile del lavoro nelle aree palestinesi, ma che sentiva che i suoi capi israeliani lo tenevano al suo posto.

Con questo sciopero, “stiamo iniziando per sentire che non siamo solo i loro schiavi “, ha detto.

Vicino alla Città Vecchia, la studentessa Dunia Dakkak, 20 anni, è tornata da una protesta alla Porta di Damasco con sua madre.

Ha detto che i partecipanti avevano cantato e alzato la bandiera palestinese prima che la polizia israeliana disperdesse il gruppo con granate sonore e taniche di acqua puzzolenti. nons.

La residente di Gerusalemme est ha detto che lo sciopero l'ha fatta sentire unita ai connazionali palestinesi in Cisgiordania, nella Striscia di Gaza e ai cittadini arabi israeliani di discendenza palestinese.

“Tutti sono in piedi insieme come una cosa sola ”, ha detto. “Questo è qualcosa di nuovo ed è carino.” I disordini che hanno scatenato l'ultimo round di conflitto hanno incluso un giro di vite israeliano contro le proteste contro la minacciata espulsione di famiglie palestinesi dalle loro case nel quartiere di Sheikh Jarrah a Gerusalemme est.

Martedì a Sheikh Jarrah, la polizia ha usato granate stordenti e acqua “puzzola” per disperdere circa 200 manifestanti che, secondo un comunicato della polizia, “hanno espresso sostegno agli attivisti terroristici”.

Uno dei manifestanti, Ameer Maragha, 25 anni, ha detto all'AFP di sostenere Hamas lancio di razzi sulle città israeliane.

“Il popolo palestinese ha il diritto di combattere l'occupazione”,

Il mondo risponde a Conflitto Israele-Gaza

Il mondo sta ancora lottando per fornire una risposta coerente al conflitto.

UN La riunione del Consiglio di sicurezza si è sciolta senza rilasciare una dichiarazione, ma la Francia ha poi dichiarato di aver proposto una risoluzione per chiedere un cessate il fuoco, in coordinamento con i vicini di Israele, Egitto e Giordania.

Zhang Jun, ambasciatore di Pechino r alle Nazioni Unite, ha detto ai giornalisti che la sua squadra aveva sentito la proposta francese di cessate il fuoco e la Cina era “favorevole”.

48 Views
(Visited 3 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *