Tragico post finale di australiano ucciso in India

Un uomo di Sydney morto a causa del COVID-19 in un ospedale indiano era tornato nel suo paese d'origine dopo la morte di sua madre, e aveva condiviso la tragica notizia su Facebook giorni prima di volare verso la sua morte.

Sydney, padre di due figli, Govind Kant è morto domenica in un ospedale di Delhi dopo aver contratto il virus alla fine di aprile, poche settimane dopo il suo arrivo.

Sua madre era morta via alla fine di marzo.

Dopo che il signor Kant è arrivato in India dopo la sua morte, secondo quanto riferito ha perso anche suo padre e sua zia a causa del virus.

Il tragico ultimo posto al suo La pagina Facebook era un omaggio a sua madre il 31 marzo che diceva: “Mi dispiace tanto mamma – non ero con te”.

Sono stati versati tributi per il signor Kant, che è stato ricordato come un “Pioniere” dell'industria solare.

L'azienda per cui aveva lavorato instancabilmente, Trina Solar, si è rivolta a Facebook per condividere le loro “più sentite condoglianze” alla moglie e alle due figlie del signor Kant.

“Questa è una perdita significativa per Trina Solar, e semplici parole c annota esprimere il sincero dolore che proviamo tutti per la morte di Govind e forniremo l'assistenza necessaria alla sua famiglia in questo periodo di lutto.

“Preghiamo che la sua anima possa riposare in pace.”

Si è capito che il signor Kant aveva cercato di tornare in Australia prima di ammalarsi, ma era stato ostacolato dai severi limiti di arrivo.

Il signor Kant era un membro attivo del gruppo Facebook “Australiani bloccati in India” ed era capito che stava cercando di tornare a casa con un volo del 24 aprile.

Non è chiaro il motivo per cui non si è imbarcato, ma dopo che l'Australia ha introdotto il divieto di viaggio in India il 3 maggio, a Kant è stato vietato di ulteriori tentativi per volare a casa.

Il primo ministro Scott Morrison ha detto che la morte di Kant è stata una “terribile tragedia”.

53 Views
(Visited 2 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *