La mamma è stata scagionata dall'omicidio di bambini a causa della follia

Un'infermiera che è stata accusata di aver soffocato i suoi tre figli a casa è stata dichiarata non colpevole per pazzia.

Deirdre Morley, 44 anni, è stata accusata di aver ucciso i figli Conor, 9 , e Darragh, 7 anni, e la figlia di tre anni Carla soffocandoli a casa loro il 24 gennaio dello scorso anno.

I corpi sono stati scoperti dal padre Andrew McGinley nella loro casa a Parson's Court, Newcastle , South Dublin, The Sun report.

Morley ha ammesso di aver soffocato i suoi figli ma si è dichiarata non colpevole per pazzia, un'opinione supportata da due psichiatri consulenti , uno per la difesa e uno per l'accusa.

Dopo quattro ore e 23 minuti di deliberazione, la giuria l'ha dichiarata non colpevole per follia.

Sarà rinviata a il Central Mental Hospital fino alla fine di maggio.

Il giudice Paul Coffey ha ringraziato i giurati per il loro lavoro in quello che ha definito un “caso straziante”.

Giovedì presso il Tribunale penale centrale , Justice Coffey s dovrebbe fornire chiarezza alla giuria sui tre criteri per un verdetto di non colpevolezza per pazzia.

La corte ha sentito che una volta stabilito che una persona soffre di un disturbo mentale ci sono tre possibili ragioni di un tale verdetto: che la persona non sapeva cosa stava facendo; che non sapevano che quello che stavano facendo era sbagliato; o non sono stati in grado di astenersi dall'atto.

Il giudice Coffey ha detto che la giuria ha dovuto considerare sulla bilancia delle probabilità se era più probabile che no che l'accusato stesse soffrendo per uno di questi motivi.

La dott.ssa Brenda Wright, testimone della difesa, ha detto che l'imputato era affetto da disturbo affettivo bipolare di tipo due, un disturbo mentale riconosciuto.

La dottoressa Wright ha detto alla corte che credeva che l'accusato avesse incontrato due di i criteri: che non sapeva che cosa stava facendo era sbagliato e che non era in grado di astenersi dall'atto.

Il giudice Coffey ha detto che questa prova non è stata contestata dall'accusa.

Ha detto che l'accusa aveva chiamato il proprio testimone esperto, la dottoressa Mary Davoren, che ha sostenuto in modo indipendente le conclusioni del dottor Wright, e ha fornito la prova che Morley soddisfaceva gli stessi due criteri.

“Di conseguenza, le prove degli esperti è tutto in un modo “, ha detto. “I medici sono unanimi nella loro opinione che l'accusata fosse legalmente pazza quando ha ucciso i suoi tre figli.”

Ha detto che questo non era un caso in cui l'accusa stava cercando una condanna per omicidio, che era “Libero da controversie”, ed era aperto al verdetto speciale di non colpevolezza per follia.

Il giudice Coffey ha detto che il caso era insolito, in quanto le prove erano unanime e derivavano da fatti non contestati .

Ha detto alla giuria che non c'erano “problemi di fatto di fondo da risolvere”.

Ha detto che dovevano “mettere in bilico quella prova e chiedere se c'è qualsiasi prova che lo contraddica “, che ha detto che non c'era.

Questo articolo è apparso originariamente su The Sun ed è stato riprodotto con il permesso.

39 Views
(Visited 12 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *