Cresce il fallout dallo straordinario “dirottamento” di Ryanair

Crescono le ricadute del “dirottamento” bielorusso di un volo Ryanair, con la compagnia aerea che raffina il suo resoconto dell'incidente e l'Unione Europea che annuncia nuove misure volte a punire il regime autoritario del paese.

Domenica, un aereo in viaggio da Atene alla capitale lituana Vilnius è stato dirottato mentre attraversava lo spazio aereo bielorusso.

L'equipaggio è stato informato di una presunta minaccia di bomba a bordo e il controllo del traffico aereo della Bielorussia è stato diretto il volo per atterrare nella capitale bielorussa, Minsk.

Il presidente Alexander Lukashenko ha ordinato a un caccia MiG-29 di “scortare” il volo commerciale a Minsk.

Era a terra per cinque ore. Nessuna minaccia è stata trovata, ma le autorità bielorusse hanno arrestato uno dei passeggeri, il giornalista Roman Protasevich, che è un critico del governo. Hanno anche arrestato la sua fidanzata, Sofia Sapega.

I leader internazionali hanno risposto all'incidente accusando la Bielorussia di “terrorismo di stato”.

CORRELATO: Complotto “folle” forza l'atterraggio dell'aereo Ryanair

Oggi le autorità bielorusse hanno rilasciato un breve filmato del signor Protasevich, in cui parla alla telecamera. È stato trasmesso dalla TV di Stato.

Nella clip di 30 secondi, il giornalista dice di essere trattenuto in un centro di detenzione preventiva. Dice che le guardie lo stanno trattando legalmente, e poi confessa di aver organizzato disordini di massa.

Il signor Protasevich nega anche rapporti non confermati, trasmessi da sua madre al canale televisivo polacco Belsat , che era stato ricoverato in ospedale con “problemi cardiaci”.

Ha detto che le informazioni le erano giunte da “persone della comunità medica”, ma non lo sapeva che fosse vero o no.

“Posso dichiarare di non avere problemi di salute, inclusi il cuore e altri organi. Gli agenti mi stanno trattando con la massima correttezza e secondo la legge “, dice nel video.

” Continuo a collaborare con le indagini e confesso il fatto di organizzare rivolte di massa nella città di Minsk. “

I critici del regime bielorusso hanno respinto la confessione, dicendo che era stata fatta sotto costrizione.

Il leader dell'opposizione Sviatlana Tsikhanouskaya, che è in esilio, ha chiesto a Protasevich “Rilascio immediato”.

La sua richiesta è stata amplificata dai leader dell'Unione Europea, che hanno tenuto oggi una riunione del Consiglio Europeo.

Descrivendo la deviazione forzata del volo Ryanair come “senza precedenti e inaccettabile “, l'UE ha invitato tutte le compagnie aeree con sede all'interno del blocco a evitare di sorvolare la Bielorussia e ha affermato che avrebbe intrapreso le misure necessarie per vietare alle compagnie aeree bielorusse di utilizzare lo spazio aereo o gli aeroporti dell'UE.

Ha promesso di annunciare sanzioni economiche aggiuntive “il prima possibile”, oltre a sanzioni rivolte a “persone ed entità” rilevanti.

Meanwh ile, Ryanair ha deciso di correggere la sua risposta iniziale ampiamente stroncata al dirottamento, che non ha menzionato il fatto che due dei suoi passeggeri erano stati arrestati.

“Ryanair condanna le azioni illegali delle autorità bielorusse che hanno dirottato il volo FR4978 a Minsk ieri, che è stato un atto di pirateria aerea “, ha detto la compagnia aerea nella sua dichiarazione” aggiornata “.

” La questione viene ora affrontata dalle agenzie di sicurezza e protezione dell'UE e dalla NATO. Ryanair collabora pienamente con loro e non possiamo commentare ulteriormente per motivi di sicurezza. “

Parlando alla radio irlandese, il CEO Michael O'Leary ha affermato di ritenere che gli agenti bielorussi del KGB fossero a bordo del volo.

“Sembra che l'intento delle autorità fosse quello di rimuovere un giornalista e il suo compagno di viaggio, e crediamo che siano stati scaricati anche alcuni agenti del KGB”, ha detto.

“Questo è stato un caso di dirottamento sponsorizzato dallo stato, pirateria sponsorizzata dallo stato. “

Alcuni passeggeri del volo hanno parlato ai media di ciò a cui hanno assistito.

Raselle Grigoryeva, 37 anni, ha detto a ABC News l'equipaggio non aveva spiegato perché erano stati dirottati a Minsk. A un certo punto, l'aereo è entrato improvvisamente in una brusca picchiata.

“Eravamo tutti presi dal panico perché pensavamo di precipitare”, ha detto la signora Grigoryeva.

“Questo è stata un'immersione improvvisa, che ha cambiato l'altitudine in modo molto drastico. È stato molto violento. Non l'ho mai sentito su un aereo, tutti erano scioccati. “

Mentre l'aereo era a terra a Minsk, ha detto, alcuni passeggeri hanno discusso dell'idea di rifiutarsi di tornare a bordo fino a quando il signor Protasevich non fosse stato rilasciato. Tuttavia, temevano che anche loro potessero essere arrestati.

Un altro passeggero ha detto a Delfi , un'agenzia di stampa lituana, che il signor Protasevich è diventato fu preso dal panico quando si rese conto di dove li stavano portando. Ha detto loro che la pena di morte lo attendeva in Bielorussia.

Protasevich è il co-fondatore di Nexta , un canale Telegram che ha stato utilizzato per organizzare proteste contro il governo bielorusso. L'anno scorso le autorità hanno annunciato che era indagato con l'accusa di perturbazione dell'ordine sociale, organizzazione di disordini di massa e incitamento all'odio sociale.

Il presidente bielorusso, Lukashenko, è in carica dal 1994, ed è talvolta indicato come “L'ultimo dittatore d'Europa”.

L'anno scorso ha rivendicato la vittoria in un'elezione ampiamente denunciata come truccata, in cui avrebbe ottenuto l'80% dei voti. Stati Uniti, Unione Europea e Regno Unito non lo riconoscono come il leader legittimo della nazione.

Il risultato elettorale ha scatenato proteste diffuse, che Lukashenko ha represso. Molte figure critiche nei confronti del regime sono state incarcerate, mentre altre sono fuggite dal Paese. Nell'ultimo anno sono stati arrestati centinaia di giornalisti.

Oggi Lukashenko ha firmato nuove leggi volte a reprimere il dissenso pubblico in misura ancora maggiore. Le leggi rendono illegale per le persone trasmettere in streaming proteste “non autorizzate” o pubblicare link a informazioni vietate online.

52 Views
(Visited 4 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *