La malattia di Parkinson è una condizione neurodegenerativa incurabile, che colpisce milioni di persone nel mondo. È una delle principali cause di demenza legata all'età, nonché una causa molto comune di disabilità o morte. Ora gli scienziati dell'Università di York stanno spingendo per realizzare un trattamento spray nasale per i pazienti con malattia di Parkinson. Sebbene la malattia di Parkinson sia incurabile, non significa che non ci siano opzioni di trattamento. Il trattamento sintomatico è possibile, anche se non troppo efficace, e migliora la qualità della vita dei pazienti. Il problema è che questi farmaci perdono la loro efficacia nel tempo, perché il corpo impara semplicemente a scomporli ancor prima che abbiano l'opportunità di raggiungere il cervello. Pertanto, il dosaggio viene aumentato nel tempo, le pillole vengono sostituite con iniezioni e con il tempo la condizione peggiora comunque. Lo spray nasale potrebbe essere una soluzione più efficace, lavorando attraverso i nervi che servono il naso. Lo spray nasale rilascia il gel nel naso del paziente, che si attacca abbastanza a lungo da rilasciare i farmaci. Credito immagine: NIAID tramite Wikimedia (CC BY 2.0) Una grande sfida per gli scienziati è stata trovare un mezzo che rimanesse nel naso abbastanza a lungo per un rilascio efficace del farmaco. Ecco perché ora gli scienziati hanno creato un gel con un farmaco chiamato levodopa. La levodopa viene convertita in dopamina nel cervello, compensando almeno in parte il deficit di cellule produttrici di dopamina nei pazienti con Parkinson. Il nuovo spray nasale è stato testato su modelli animali ei risultati sono molto promettenti: i farmaci del gel sono stati rilasciati in modo molto preciso nel sangue e hanno raggiunto il cervello. Questo perché il gel si è attaccato alla cavità nasale abbastanza a lungo da consentire il corretto rilascio dei farmaci. Poiché la levodopa viene somministrata così vicino al cervello, non è necessario che il dosaggio sia così alto, perché il corpo non ha abbastanza tempo per scomporlo. Khuloud Al-Jamal, uno degli autori dello studio del King's College di Londra, ha dichiarato: “Non solo il gel ha funzionato meglio di una soluzione semplice, ma l'assorbimento cerebrale è stato migliore di quello ottenuto utilizzando l'iniezione endovenosa del farmaco. Ciò suggerisce che la somministrazione nasale di farmaci per il Parkinson utilizzando questo tipo di gel può avere rilevanza clinica “. Gli scienziati stanno ora sviluppando un nuovo dispositivo, che sarebbe in grado di fornire il gel con precisione e sarebbe abbastanza facile da usare per gli esseri umani. Seguiranno quindi le prove cliniche. Il risultato finale potrebbe essere un efficace metodo di somministrazione del farmaco contro il Parkinson, che ridurrebbe la necessità di alti dosaggi e iniezioni. Questo non curerà il Parkinson. Tuttavia, una soluzione spray nasale potrebbe essere un'opzione più comoda ed efficace per milioni di pazienti. Si spera che gli scienziati confermino l'efficacia del metodo negli studi clinici. Fonte: Università di York

46 Views
(Visited 3 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *