Oggetto metallico anomalo scoperto all'interno di un meteorite di 4,5 miliardi di anni

Come commercianti di meteoriti, mia moglie Linda ed io abbiamo continuato a fornire meteoriti e importare nuovi stock durante il periodo di blocco. Venerdì 17 aprile 2020, ho ricevuto un pacco di meteoriti che avevo ordinato da una fonte regolare affidabile. Questi erano venti esempi di una condrite comune molto nota e popolare nota come NWA 869. Uno di loro era diverso e sembrava contenere un oggetto metallico all'interno.

Da oltre vent'anni siamo proprietari dell'unica concessionaria di meteoriti a tempo pieno nel Regno Unito, Spacerocks UK. Entrambi abbiamo qualifiche universitarie in astronomia e abbiamo tenuto numerose conferenze presso molte delle istituzioni più propizie del paese. In qualsiasi momento abbiamo diverse migliaia di meteoriti di tutti i tipi nel nostro inventario. Conosciamo quindi completamente il loro aspetto.

The Very Ancient Origins of Meteorites

A questo punto, vale la pena dare una breve spiegazione su cosa sono i meteoriti e da dove provengono. Il sistema solare (il Sole, i pianeti, gli asteroidi e le comete) si è condensato da una nuvola di polvere e gas nota come nebulosa solare circa cinque miliardi di anni fa. I primi oggetti solidi erano sfere millimetriche chiamate condrule. Questi si sono uniti in pochi milioni di anni per formare pezzi sempre più grandi. Alla fine, per collisione, questi si sono accumulati per formare planetisimali e infine, circa 4,5 miliardi di anni fa, gli otto grandi pianeti e altri corpi più piccoli che compongono il sistema solare.

Le meteore, o stelle cadenti, sono causate dal surriscaldamento dei frammenti quando entrano nell'atmosfera terrestre. Se sopravvivono per raggiungere la superficie terrestre, sono conosciuti come meteoriti. ( lassedesignen / Adobe Stock)

Gli ampi spazi tra le orbite degli otto pianeti principali sono pieni di detriti lasciati da questi primi giorni. Inoltre, una regione tra Marte e Giove contiene molte migliaia di oggetti planetari più piccoli noti come asteroidi. Questi occasionalmente si scontrano (più che in passato), lanciando ulteriori detriti rocciosi e metallici nel sistema solare.

Se uno di questi frammenti entra in collisione con la Terra durante il suo passaggio attorno al Sole, si riscalderà fino a oltre 6.000 gradi Celsius a causa dell'attrito con l'atmosfera. Questa è la causa delle familiari stelle cadenti, o meteore, che possiamo vedere di notte. Se un pezzo è abbastanza grande, potrebbe sopravvivere e raggiungere la superficie della Terra. Questo oggetto residuo è noto come meteorite.

Spiegazione dei tipi di meteorite

Esistono, in generale, tre tipi di meteorite:

1) Condriti: frammenti delle antiche pietre originali che rimangono dagli inizi del sistema solare. Questi spesso contengono condrule, le piccole sfere menzionate in precedenza. Le condriti hanno circa 4,5 miliardi di anni.

2) Acondriti: materiale pietroso espulso dalla superficie di un pianeta, asteroide o satellite dall'impatto di un altro oggetto. È stato dimostrato che i meteoriti achondrite hanno avuto origine su molti corpi, tra cui Marte, la Luna e asteroidi come Vesta.

  • Space Rock Mystery: da dove viene il meteorite di Fukang?
  • Il materiale più antico sulla terra scoperto essere più vecchio del sole

3) Ferri e pietre di pietra sono frammenti dei nuclei di piccoli pianeti completamente formati che sono stati distrutti durante le collisioni miliardi di anni fa. Man mano che le dimensioni dei primi pianeti crescevano, elementi pesanti come il nichel e il ferro affondavano nei loro centri per formare nuclei metallici, come quello della Terra.

In generale, i meteoriti prendono il nome dal luogo in cui sono caduti o sono stati trovati. Ecco perché il meteorite ferroso che ha creato il cratere meteoritico dell'Arizona si chiama Canyon Diablo e quello che è esploso sulla Russia nel 1947 è noto come Sikhote-Alin.

Un meteorite individuale di 1,7 kg dalla pioggia di meteoriti Sikhote Alin (ottaedrite coasrsest, classe IIAB). Questo esemplare è largo circa 12 cm. La pioggia di meteoriti di Sikhote Alin cadde il 12 febbraio 1947 nella fitta foresta della Siberia orientale e oltre 23 tonnellate di materiale meteoritico sono state recuperate. (H. Raab / CC BY-SA 3.0 )

Il meteorite NWA 869 in questione

Il meteorite di cui stiamo discutendo qui, NWA 869, proviene da un grande campo sparso che era l'869 th tale da essere scoperto nell'Africa nord-occidentale: da qui il suo nome. Il motivo per cui l'869 è così apprezzato dai collezionisti è che la maggior parte dei meteoriti di questo campo sono piccoli esempi completi, piuttosto che frammenti di corpi più grandi che sono esplosi mentre attraversavano l'atmosfera (vedi foto).

La maggior parte ha un'attraente crosta di fusione grigio-blu (superficie fusa) e la loro forma riflette il loro atteggiamento mentre sono striate verso il basso. Questo è noto come “orientamento”: un po 'come il modo in cui i veicoli spaziali entrano prima nello scudo termico dell'atmosfera. OK, questa è la roba tecnica fuori mano!

Questo meteorite NWA 869 non assomigliava a niente che lo scrittore avesse mai visto prima. (Fornito dall'autore)

Mentre stavo processando il pacco di 869 appena arrivati, ho notato improvvisamente un luccichio metallico da uno di loro. Questo non è insolito: tutte le condriti contengono ferro-nichel e alcune (vedi foto) mostrano macchie metalliche abbastanza evidenti. Questo era diverso. In questo caso, la regione lucida potrebbe essere vista come una piccola caratteristica cilindrica di circa 6 mm (0,2 pollici) di diametro.

Quest'area metallica sporgeva ad angolo da una regione di crosta di fusione vetrosa, che, in alcuni punti, poteva essere vista fluire lontano dall'oggetto. Un'altra caratteristica interessante è che il cilindro aveva un piccolo cratere da impatto sulla sua superficie, qualcosa di non raro visto sui meteoriti di ferro o, in effetti, sui veicoli spaziali al loro ritorno dall'orbita.

Il meteorite e la sua strana inclusione sono stati esaminati sia microscopicamente che spettroscopicamente da un contatto presso l'Università dell'East Anglia. I risultati preliminari indicano che il cilindro d'argento non è composto da nessuno dei soliti minerali accessori trovati nei meteoriti. È previsto un ulteriore esame.

Risultati spettrografici per il meteorite NWA 869. (Fornito dall'autore)

Non ho alcun dubbio che l'oggetto incorporato nel meteorite NWA 869 fosse al suo posto mentre la pietra è entrata nell'atmosfera terrestre qualche tempo fa. Poiché il meteorite stesso si è formato diverse centinaia di milioni di anni prima dei pianeti, si pone la domanda: chi l'ha creato e da dove ha avuto origine prima di entrare a far parte della nebulosa solare? Una possibilità molto reale potrebbe essere che il cilindro abbia avuto origine su un pianeta in orbita attorno a una stella di Popolazione 2 che è esplosa come una nova diversi miliardi di anni prima della formazione del nostro sistema solare.

Questo oggetto potrebbe essere stato prodotto da esseri di un antico pianeta? (Fornito dall'autore)

Cosa potrebbe significare questa scoperta?

Le stelle più antiche dell'universo sono, controintuitivamente, chiamate Population 3 stars. Le “fornaci nucleari” al centro di queste erano l'origine di alcuni degli elementi “più pesanti” dell'idrogeno. Quando queste antiche stelle esaurirono l'idrogeno, quelle più grandi si sarebbero ridotte, quindi sarebbero esplose, rilasciando gas, polvere e alcuni di questi elementi più pesanti nell'universo. È stato questo materiale che si è condensato per formare le stelle della Popolazione 2 da dieci a quindici miliardi di anni fa. Gli esempi più grandi di questi subirono anche supernove cataclismiche, generando regioni di formazione stellare in cui le stelle della Popolazione 1 come il nostro Sole e i loro pianeti associati si condensarono.

  • Il contadino scopre di aver usato un meteorite come fermaporta … e vale $ 100.000
  • Space Rock venduto! Il meteorite di 4,5 miliardi di anni è l'oggetto più antico mai venduto sulla Terra

È ormai noto che i pianeti sono molto comuni. Finora gli astronomi ne hanno scoperti oltre 4.000! È probabilmente vero che la maggior parte delle stelle Pop 1 ha sistemi planetari. Poiché la più antica di queste stelle si è formata dieci miliardi di anni fa, il doppio del tempo del Sole, sembrerebbe altamente probabile che la vita e, in ultima analisi, le civiltà si siano evolute su quelle che si trovavano in luoghi adatti.

Chiunque abbia posto fine alla propria vita come supernova avrà disperso tutti i tipi di detriti stellari, planetari e, forse, archeologici nella sua galassia. O siamo soli – unici – nel cosmo, o la vita si verifica ovunque ce ne sia la minima possibilità: nel qual caso, dovremmo aspettarci di trovare artefatti alieni all'interno di meteoriti antichi.

Puoi trovare ulteriori informazioni sul mondo dei meteoriti nel libro di David, Spacerocks , disponibile su Amazon.

Immagine in alto: l'autore ha scoperto quello che sembra essere un oggetto metallico all'interno di un meteorite di 4,5 miliardi di anni, uno di un pacco proveniente da NWA 869 nell'Africa nord-occidentale. Fonte: David Bryant / Spacerocks

Di David Bryant

38 Views
(Visited 3 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *