Paese di 4 milioni che non esiste

Lunedì, una nazione con una popolazione di quasi quattro milioni di persone si recherà alle urne, la sua settima elezione in tre decenni.

Rispetto ai suoi vicini, una tradizione democratica così regolare è stata descritta come “eccezionale”.

Eppure è una nazione che troverai su poche mappe – è non ha inviato squadre alle Olimpiadi e nessuna grande ambasciata affolla la sua capitale.

Una nazione da alcuni rappresentata come fulgido esempio da altri ufficialmente, almeno, non esiste.

Il Somaliland è in difficoltà sia geograficamente che diplomaticamente. Occupa una parte del Corno d'Africa, protendendosi nell'Oceano Indiano, ed è riconosciuta come nazione esattamente da zero membri delle Nazioni Unite.

“Il Somaliland ha la sua bandiera, valuta e inno nazionale; hanno le loro forze di polizia, militari, hanno quasi tutti i simboli esteriori di uno stato indipendente, ma non hanno riconoscimento internazionale “, ha detto a news.com.au l'esperta di relazioni internazionali dell'Università di Sydney Sarah Phillips.

Somaliland un 'affascinante paese'

Ufficialmente è un regione della Repubblica di Somalia, il cui governo è basato su Mogadiscio.

Ma tormentata dai suoi conflitti interni in corso, Mogadiscio ha a malapena il controllo sul sud della Somalia, per non parlare del Somaliland a nord.

Il prof. Phillips, autore anche del libro When There was no Aid: War and Peace in Somaliland , si è recato in la regione molte volte, inclusa la vivace capitale di Hargeisa, situata a circa 100 km a est del confine etiope.

“Molte persone hanno la sensazione che il Somaliland sarà solo un'altra parte della Somalia e loro ti aspetti che abbia questo spettro di viole una volta ci si passa sopra “, ha detto.

” Ma non è proprio così. Puoi muoverti per Hargeisa con un ragionevole livello di libertà.

“È un paese affascinante. Posso girare per Hargeisa senza problemi “.

CORRELATI: Cina accusata di invasione della nazione della porta accanto

Ruolo della Gran Bretagna e dell'Italia

Il Somaliland è stato effettivamente diviso dalla Somalia dal 1991, quando il brutale dittatore somalo Siad Barre fu rovesciato.

Ma la causa principale della separazione è il colonialismo.

Nel 19 ° secolo, l'Italia si impadronì della Somalia meridionale e la Gran Bretagna prese il nord.

Per l'Italia, la Somalia era un bene prezioso che ha portato a molte ingerenze nella vita quotidiana del paese da parte di Roma. Ma Londra, che era più preoccupata per le sue altre conquiste come l'India, governava la sua colonia con un tocco più leggero.

“Il governo indiretto installato dai britannici che comprendeva la legge consuetudinaria locale gestita dai capi del lignaggio”, ha scritto Markus Virgil Hoehne, un osservatore della Somalia presso l'Università tedesca di Lipsia sulla rivista African Arguments .

“Gli italiani hanno introdotto un amministrazione diretta che minò le tradizioni locali e indebolì gli anziani. “

Un'indipendenza ufficiale molto fugace

Gran Bretagna e Italia hanno finalmente ceduto il controllo delle loro colonie somale nel 1960.

Il 26 giugno il Somaliland britannico, ora ribattezzato semplicemente Somaliland, è diventato una nazione indipendente riconosciuta da diverse Nazioni Unite membri.

Per cinque giorni.

Il 1 ° luglio si è unita all'ormai indipendente parte meridionale della Somalia per formare la Repubblica somala.

“Abbastanza rapidamente (I leader del Somaliland) si sono rammaricati di ciò quando il muro ha iniziato a chiudersi politicamente in su di loro, e gli abusi contro i cittadini del nord hanno iniziato ad aumentare, in particolare sotto la guida di Barre che è entrato durante un colpo di stato militare nel 1969 “, ha detto il prof. Phillips.

È stato un periodo brutale con Hargeisa praticamente rasa al suolo dalle forze di Mogadiscio e decine di migliaia di morti.

L'autodichiarata scissione del Somaliland dalla groppa della Somalia nel 1991 inizialmente portò a ulteriori violenze nel nord, mentre i clan locali si spinsero per la ribalta.

Somaliland costretto ad andare da solo

Ma il Somaliland, evitato da quasi tutto il mondo, è riuscito a trovare un livello di pace. I vari clan della regione hanno istituito una struttura di governo, compresi i partiti politici che sono rimasti in gran parte intatti per tre decenni.

Il professor Phillips ha detto che si trattava di una “accusa schiacciante” della comunità internazionale che la regione ha lasciato a difendersi stessa sta probabilmente andando meglio del suo vicino meridionale, dove corpi estranei si sono riversati per aiutare, causando potenzialmente più danni nel processo.

“Il Somaliland non può ottenere prestiti dal FMI, non possono accedere legalmente alle armi . Si trova in una posizione strutturalmente insolita nel mondo, il che penso lo renda così affascinante “, ha detto.

Le elezioni dovrebbero essere regolari

L'elezione di lunedì vedrà 246 parlamentari eletti in entrambe le camere del parlamento del Somaliland e più politici nei consigli locali.

Il professor Phillips ha detto che anche se il risultato è vicino, i sondaggi precedenti suggeriscono che non si farà ricorso alla violenza.

“Nelle elezioni del 2003 il titolare ha ricevuto 80 voti in più rispetto allo sfidante, e questo è stato risolto pacificamente , “Ha detto.

” Poi lo sfidante ha vinto le successive elezioni nel 2010 – questo è davvero abbastanza insolito per il Corno d'Africa e contraddistingue il Somaliland come piuttosto eccezionale. “

Al contrario, l'ultima data elettorale della Somalia è arrivata e se n'è andata con il presidente che si è rifiutato di lasciare l'incarico.

Il professor Phillips, tuttavia, ha una nota di cautela sulla democrazia del Somaliland.

“C'è problemi, un certo numero di candidati politici sono stati arr stima e ci sono violazioni della libertà dei media “, ha detto.

” La democrazia in Somaliland non è affatto perfetta, ma le elezioni sono contestate in modo abbastanza robusto ed entusiastico. “

La leadership del Somaliland spera che un'altra elezione, e un'altra transizione graduale tra i politici, rafforzi ulteriormente le sue ragioni per il riconoscimento internazionale.

Indica due esempi vicini. L'indipendenza dell'Eritrea dall'Etiopia è stata riconosciuta nel 1993 mentre il Sud Sudan è uscito dal Sudan ed è entrato nella scena mondiale nel 2011.

Il punto critico è Mogadiscio. Potrebbe aver avuto poco a che fare con il nord per decenni, ma non mostra alcun segno di ammettere che non controlla più l'intera area.

“Non accettano completamente, e considerano traditrice, la proclamata indipendenza del Somaliland”, ha affermato il Prof. Phillips.

“(Eritrea e Sud Sudan) alla fine – dopo un lungo e sanguinoso processo – le capitali dell'Etiopia e del Sudan hanno detto OK, lo accettiamo. Mogadiscio non l'ha fatto. E non c'è alcuna indicazione che lo farà. “

Difficile ignorare anche un paese non ufficiale

Ma anche se potrebbe non avere un seggio all'ONU, l'esistenza non ufficiale del Somaliland sta diventando difficile da ignorare. La nazione è un attore regionale importante e stabile e una ricca vena di petrolio può esistere sotto la sua terra.

“Il non riconoscimento di per sé è un problema minore; Il Somaliland mostra che l'ordine politico, il processo democratico e un certo grado di sviluppo possono essere raggiunti senza molta assistenza internazionale “, ha affermato il prof. Hoehne.

” Ciò che preoccupa è la prospettiva che un futuro governo somalo potrebbe tentare di sottomettere il Somaliland come una comunità politica non riconosciuta, il che potrebbe provocare un nuovo conflitto militare. “

Anche se la stabilità potesse essere ripristinata nel sud della regione, il professor Phillips ha detto che era improbabile che il Somaliland sarebbe mai diventato di nuovo uno con il sud .

“Nella mia vita sarei scioccata nel vedere il Somaliland riunirsi al resto della Somalia”, ha detto.

“L'intera identità nazionale è costruita attorno a questo tipo di alterazione di se stessi dal resto della Somalia e la rettitudine della loro indipendenza.

“Quei cinque giorni di indipendenza sono diventati materia di leggenda e questa è una parte importante degli argomenti legali su cui si basa il caso di indipendenza.

“Cioè, che il Somaliland non si sta separando dalla Repubblica di Somalia – stanno semplicemente rivendicando l'indipendenza che avevano già legalmente. “

49 Views
(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *