Donald Trump scarica il blog online dopo 29 giorni

L'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump stava felicemente scrivendo una tempesta per i suoi presunti milioni di seguaci, probabilmente costruendo supporto per un ritorno al potere. Ma questa mattina qualcosa è cambiato.

Il politico polarizzante ha ora rimosso il suo blog personale da Internet dopo aver continuato a protestare contro i recenti risultati delle elezioni presidenziali statunitensi. Di recente, il 74enne, che non ha escluso la candidatura di nuovo nel 2024, ha affermato che un intero database di file elettorali era stato cancellato nella contea di Maricopa.

“La cancellazione di un intero database e le elezioni critiche file di Maricopa County è senza precedenti. Molti altri stati da seguire”, ha scritto sul suo sito web, From The Desk of Donald Trump.

“I media mainstream e i Democratici di sinistra radicale vogliono stare il più lontano possibile dalla frode elettorale presidenziale, che dovrebbe essere una delle più grandi storie del nostro tempo.”

Jason Miller, assistente senior di Trump, ha affermato che il blog “non tornerà” ed è stato solo uno dei tanti mezzi per ampliare gli “sforzi che stanno facendo”. lavorando su“.

Mr Miller ha rassicurato i fan di Trump che il miliardario schietto sarebbe tornato, ma su un'altra piattaforma sconosciuta. Dopo essere stato inserito nella lista nera di tutti i principali siti di social media in seguito alla fine caotica della sua presidenza, Trump ha faticato a raggiungere i sostenitori.

Il Washington Post ha riferito che il sito ha ricevuto solo 1.500 condivisioni o commenti su Facebook e Twitter sul suo l'ultimo giorno – un “calo sbalorditivo” per qualcuno i cui tweet erano soliti portare centinaia di migliaia di reazioni.

Il signor Trump ha affermato un pubblico mensile di 36 milioni dopo che sono emerse domande sulla portata del suo nuovo blog. Tuttavia, sembra essere un altro progetto scartato destinato al cimitero di Internet. È durata 29 giorni.



Tuttavia, nonostante la battuta d'arresto online, l'ex presidente mantiene le sue apparenze, annunciando sabato un ritorno sul campo di battaglia elettorale come relatore principale alla convention statale del Partito Repubblicano della Carolina del Nord.

Ha in programma di dare seguito a diverse altre manifestazioni a giugno e luglio per mantenere la sua base politica impegnata nel midterm del 2022 e dargli la possibilità di cercare la presidenza di nuovo nel 2024. “Se il presidente si sente in una buona posizione, penso che ci siano buone possibilità che lo faccia”, ha detto alla NBC il consigliere di Trump Jason Miller.

“Per un impatto più immediato , c'è il problema di presentare gli elettori di Trump alle elezioni di medio termine”. E, ha aggiunto Miller, “Il presidente Trump è il leader del Partito Repubblicano”.

Anche se ha sicuramente alcuni sostenitori a bordo, non è chiaro come se la caverebbe in un'altra elezione. Un sondaggio Reuters/Ipsos pubblicato il 21 maggio ha mostrato che solo il 28 per cento dei repubblicani pensa che Trump non dovrebbe candidarsi alla presidenza nel 2024, mentre il 63 per cento dei repubblicani afferma che le ultime elezioni gli sono state rubate.

At allo stesso tempo, gli indici di approvazione di Trump tra il grande pubblico non sono ottimi. Era al 32% di approvazione e al 55% di disapprovazione in un sondaggio di NBC News sugli adulti alla fine di aprile. Questi numeri suggeriscono che Trump potrebbe essere in una posizione forte per vincere le primarie repubblicane ma perdere le elezioni generali in tre anni.

34 Views
(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *