Trump ha la possibilità di fare la storia nel 2024

Domanda di storia per te: in più di due secoli, quanti presidenti in carica degli Stati Uniti hanno perso un'elezione e poi hanno vinto di nuovo la Casa Bianca?

La risposta è una. Si chiamava Grover Cleveland ed è morto nel 1908.

Donald Trump ha la possibilità di diventare il secondo.

Siamo ovviamente molto lontani dalle elezioni del 2024, ma Trump ha già chiarito che vuole essere di nuovo presidente.

In privato, secondo quanto riferito, ha detto agli alleati che si aspetta di essere “reintegrato” prima della fine del 2021. Ciò non accadrà .

Ma nulla impedisce a Trump di cercare di nuovo la presidenza nel 2024. E se raggiungesse quell'obiettivo, sarebbe un risultato incredibilmente raro.

Ecco tutto ciò di cui hai bisogno per conoscere quella potenziale corsa.

CORRELATO: Trump crede che sarà “reintegrato” come presidente

Trump può candidarsi di nuovo alla presidenza?

Assolutamente. Secondo la Costituzione degli Stati Uniti, chiunque abbia 35 anni o più, un cittadino naturale del paese e un residente da almeno 14 anni può candidarsi alla presidenza.

Il 22° emendamento limita i presidenti a due mandati , ma dal momento che il signor Trump ha servito solo un mandato, questo non è un problema qui.

Cosa deve succedere prima?

Trump avrebbe bisogno di vincere la nomina presidenziale del Partito Repubblicano.

Il candidato viene deciso attraverso un processo primario. Chi vuole rappresentare il partito fa campagna per la nomination, e gli elettori repubblicani scelgono il candidato che preferiscono.

Al momento, il sondaggio è molto chiaro: quasi la metà dei repubblicani afferma che sceglierebbe Trump. Il suo rivale più vicino, l'ex vicepresidente Mike Pence, è bloccato negli anni dell'adolescenza. Se corre, sarà il favorito schiacciante.

Cosa ha detto Trump sulla corsa di nuovo?

Il signor Trump ha gli è sempre piaciuto fare il timido sui suoi piani futuri – è grande nel creare suspense – ma tutte le indicazioni sono che è incline alla corsa.

Parlando con sua nuora Lara Trump a marzo, Trump ha detto che i suoi sostenitori “avere speranza” che cercherà la Casa Bianca nel 2024.

In un'intervista con Fox Business alla fine di aprile, ha detto che stava “pensando al 100% di correre di nuovo”.

A maggio, ha detto alla conduttrice di talk show Candace Owens che non vedeva l'ora di “fare un annuncio al momento giusto”.

“È molto presto. Ma penso che le persone saranno molto, molto felici quando farò un certo annuncio”, ha detto Trump, dicendo agli ascoltatori di “rimanere sintonizzati”.

A giugno, reagendo alla decisione di Facebook di vietarlo fino al almeno nel 2023, ha detto che l'amministratore delegato della società Mark Zuckerberg non riceverà più cene comode “la prossima volta che sarò alla Casa Bianca”.

Perché ci sia una “prossima volta”, ovviamente farà bisogno di candidarsi di nuovo.

Chi altro cercherà la nomina repubblicana?

Se il signor Trump si candida davvero, ci sono tutte le possibilità nessuno degno di nota gli si opporrà. Questo è quello che è successo nel 2020.

Ma era un presidente in carica a quel punto, e raramente gli incumbent vengono sfidati per la nomina del loro partito. Questa volta potrebbe essere diverso.

Quindi chi sono i potenziali contendenti?

Il signor Pence, che è stato fedele vicepresidente di Trump per quattro anni, potrebbe provare, anche se ha caduto in disgrazia con molti repubblicani poiché si è rifiutato di ribaltare unilateralmente (e illegalmente) la sconfitta di Trump a Joe Biden.

Come in disgrazia? Ebbene, alcuni dei rivoltosi che hanno preso d'assalto il Campidoglio il 6 gennaio sono stati sentiti cantare “hang Mike Pence”. Questo ti dà un'idea.

Il governatore della Florida Ron DeSantis sarebbe un candidato di alto livello immediato, avendo vinto l'ammirazione tra i repubblicani per la sua gestione del coronavirus, che si è concentrata sul mantenere l'economia dello stato il più aperta e senza restrizioni possibile .

Il governatore del South Dakota Kristi Noem era un altro leader scettico sulle restrizioni di Covid e ha un profilo nazionale.

Dalla parte più moderata del partito, l'ex governatore della Carolina del Sud e lo United Si parla spesso dell'ambasciatrice delle Nazioni Nikki Haley come di una potenziale candidata presidenziale, anche se ha invitato al ridicolo ripetutamente ribaltando il suo sostegno a Trump.

Senatori pro-Trump come Ted Cruz, Rand Paul e Josh Hawley ha ovvie ambizioni presidenziali. Il signor Cruz e il signor Paul si sono scontrati con il signor Trump per la nomina repubblicana nel 2016 e hanno fallito, anche se il signor Cruz ha ottenuto il secondo posto.

Se il signor Trump dovesse rimanere fuori dalla corsa, suo figlio Donald Jr potrebbe pensare a un'offerta.

E tra i pochi repubblicani anti-Trump rimasti, la deputata Liz Cheney è probabilmente la più propensa a tentare una sfida.

CORRELATO: La caduta della nemesi repubblicana di Trump

E quelle indagini criminali?

Il signor Trump sta attualmente affrontando un un paio di indagini penali, una incentrata sulle finanze dell'Organizzazione Trump e un'altra sui suoi goffi tentativi di fare pressione sui funzionari elettorali affinché ribaltassero la sua sconfitta contro il signor Biden in Georgia.

Queste indagini potrebbero non portare da nessuna parte. Ma cosa succede se non lo fanno? Diciamo che il signor Trump è perseguito. Diciamo che è stato condannato.

Niente di tutto questo gli impedirebbe di correre nel 2024. Naturalmente, un procedimento penale o una condanna renderebbe più difficile ottenere il sostegno pubblico, ma potrebbe comunque partecipare legalmente alla gara.

Quanti anni avrà Trump nel 2024?

Avrà 78 anni, la stessa età che ha adesso Joe Biden.

Entrambi questi ragazzi sono notevolmente vecchi per gli standard storici. Trump è stato il presidente più anziano mai eletto per un primo mandato quando è entrato in carica nel 2016, superando Ronald Reagan. Il signor Biden è il più anziano mai eletto punto e basta.

Chi affronterebbe Trump alle elezioni generali?

L'età del signor Biden è un fattore qui. Mancheranno solo un paio di settimane al suo 82° compleanno quando si terranno le elezioni del 2024, quasi un decennio più vecchio di Reagan quando vinse la rielezione nel 1984.

Il Presidente insiste che intende per candidarmi di nuovo.

“Il mio piano è di candidarmi per la rielezione. Questa è la mia aspettativa”, ha detto a marzo.

Dì che non lo fa, però. In tal caso, il vicepresidente Kamala Harris sarebbe ovviamente il favorito per la nomina del Partito Democratico.

Prima di candidarsi alla presidenza nel 2020 e perdere contro il signor Biden, la signora Harris era una senatrice degli Stati Uniti che rappresentava la California. Prima di allora, era il procuratore generale dello stato.

È generalmente vista come un politico più progressista di Mr Biden. Se sei interessato a saperne di più su di lei, ecco una spiegazione più dettagliata.

Quanti presidenti sconfitti sono tornati a vincere di nuovo?

Solo uno, come accennato in alto.

Grover Cleveland, un democratico, ha vinto il potere nel 1884 e poi lo ha perso quattro anni dopo contro il repubblicano Benjamin Harrison.

Tornò al suo lavoro nel settore privato come avvocato a New York. Ma il signor Cleveland è rientrato in politica prima delle elezioni del 1892 e ha finito per vendicarsi di Harrison.

Altri tre presidenti hanno cercato di riconquistare la Casa Bianca dopo aver perso le elezioni come in carica: Martin Van Buren , Millard Fillmore e Herbert Hoover.

Nessuno di loro ha avuto successo.

49 Views
(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *