Gli studenti di Oxford rimuovono il ritratto “coloniale” della regina

Il ministro dell'Istruzione britannico ha fatto saltare una mossa “assurda” da parte degli studenti dell'Università di Oxford per rimuovere un ritratto della regina da una sala comune perché “rappresenta la recente storia coloniale”.

Un comitato di studenti laureati della Middle Common Room del Magdalen College ha votato a stragrande maggioranza per rimuovere la foto della regina Elisabetta, ha rivelato per la prima volta il sito web di Guido Fawkes martedì.

Gli studenti hanno deciso di sostituire il ritratto con “art by o di altre persone influenti e ispiratrici”, e che qualsiasi futura rappresentazione della Regina o della famiglia reale sarebbe stata soggetta al voto del comitato.

Secondo i verbali della riunione del comitato forniti a Guido Fawkes, uno studente ha affermato che “patriottismo e colonialismo non sono realmente separabili” mentre un altro ha negato che si trattasse di “cancellare” la Regina ma piuttosto “si tratta del nostro spazio comune e di far sentire le persone benvenute”.

Gli oppositori della mossa lo hanno avvertito era “vale la pena considerare il danno reputazionale che questa mozione sarebbe stata se approvata, non solo per la nostra sala comune e il college, ma per gli studenti di Oxford più in generale”.

“In un'epoca in cui i dibattiti sulla cultura no-platforming e sull'annullamento infuriano forti, effettivamente ' cancellando' la Regina e brandendole un simbolo del colonialismo – così spesso usato come sinonimo di razzismo – invia un messaggio terribile che sicuramente farà infuriare”, hanno detto.

“Inoltre, è culturalmente insensibile per una sala comune così densamente composta da studenti internazionali da cercare di rimuovere un simbolo nazionale da un'istituzione britannica. Il patrimonio culturale di tutte le nazioni ha il diritto di essere rispettato, e una sala comune che non lo fa non può pretendere di essere inclusiva.”

Gli studenti alla fine hanno votato a favore della rimozione del ritratto, concordando che “ per alcuni studenti le raffigurazioni del monarca e della monarchia britannica rappresentano la recente storia coloniale”.

Il segretario all'Istruzione britannico Gavin Williamson ha risposto alla notizia su Twitter e ha scritto: “Gli studenti dell'Università di Oxford rimuovere una foto della Regina è semplicemente assurdo.

“Lei è il Capo dello Stato e un simbolo di ciò che c'è di meglio nel Regno Unito. Durante il suo lungo regno ha lavorato instancabilmente per promuovere i valori britannici di tolleranza, inclusività e rispetto in tutto il mondo.”

Anche Dinah Rose, presidente del Magdalen College, ha utilizzato Twitter per prendere le distanze dall'istituzione di 563 anni dal polemiche.

La signora Rose, avvocato, ha osservato che gli studenti coinvolti non “rappresentano il college” ma che sostengono fortemente “la libertà di parola e il dibattito politico”.

“Ecco alcuni fatti sul Magdalen College e Sua Maestà la Regina”, ha scritto.

“La Middle Common Room è un'organizzazione di studenti laureati. Non rappresentano il Collegio. Alcuni anni fa, circa nel 2013, hanno acquistato una stampa di una foto della regina per decorare la loro sala comune”. Entrambe queste decisioni devono essere prese da loro, non dal Collegio. Magdalen sostiene fermamente la libertà di parola e il dibattito politico, e il diritto all'autonomia del MCR.”

La signora Rose ha detto che gli studenti possono votare per rimettere in piedi il ritratto, oppure no, ma nel frattempo sarebbe “conservato in modo sicuro”.

Ha concluso con una stoccata all'indignazione della “generazione più anziana”.

“Essere uno studente è qualcosa di più che studiare”, ha detto. “Si tratta di esplorare e discutere idee. A volte si tratta di provocare la vecchia generazione. Sembra che non sia così difficile da fare in questi giorni.”

L'ultima controversia arriva dopo che un'altra università del Regno Unito si è scusata per aver inviato allo staff una foto del marito della regina, il principe Filippo, dopo la morte del 99enne in Aprile.

Il King's College di Londra ha inviato un bollettino e-mail con una foto del principe Filippo che apre la sua biblioteca, suscitando lamentele da parte di alcuni membri dello staff sulla “storia di commenti razzisti e sessisti” del Duca di Edimburgo, il Daily Mail.

Dopo settimane di tensioni, Joleen Clarke, la direttrice associata delle biblioteche del King's College, il mese scorso si è scusata per il “danno” causato dalla foto .

“L'immagine è stata inclusa come punto di riferimento storico dopo la sua morte”, ha scritto. “L'inclusione dell'immagine non aveva lo scopo di commemorarlo.

“Attraverso feedback e successive conversazioni, siamo arrivati a renderci conto del danno che ciò ha causato ai membri della nostra comunità, a causa della sua storia di razzismo e sessista Commenti. Siamo spiacenti di aver causato questo danno.”

Anche l'Oriel College dell'Università di Oxford è stato preso di mira dai manifestanti di Black Lives Matter negli ultimi mesi che chiedevano la rimozione di una statua dell'imperialista e uomo d'affari del XIX secolo Cecil Rhodes.

L'Oriel College ha inizialmente accettato di abbattere la statua, ma il mese scorso ha cambiato idea, citando il processo di pianificazione “complesso”.

frank.chung@news. com.au

31 Views
(Visited 4 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *