Il primo ministro Scott Morrison incontra un ospite a sorpresa al primo incontro con il presidente degli Stati Uniti Joe Biden

Il primo incontro del Primo Ministro con il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden si è trasformato sorprendentemente in una discussione trilaterale con il Primo Ministro del Regno Unito e l'ospite del G7 Boris Johnson che si sono uniti.

Anche se l'incontro era stato fatturato in anticipo come faccia a faccia, il signor Johnson si è unito a Scott Morrison e al signor Biden durante l'incontro a porte chiuse nella località balneare di Carbis Bay, vicino alla Cornovaglia.

Dopo aver chiesto perché non si fosse incontrato da solo con il signor Biden, il signor Morrison ha dichiarato: “È stata un'opportunità che si è presentata perché siamo tutti qui e quindi è stato reciproco”.

“Ma eravamo particolarmente desiderosi di discutere con entrambe le parti”, ha continuato.

Nikki Sava, giornalista del quotidiano australiano ed ex consigliere del primo ministro liberale John Howard, ha detto al programma Insiders della ABC che sembrava che il signor Johnson fosse necessario come “intermediario” tra il signor Morrison e il signor Biden.

“Mi è sembrato che Boris Johnson intervenisse in quello che sembrava un incontro un po' imbarazzante, dato che M il pieno sostegno di orrison a (l'ex presidente degli Stati Uniti Donald) Trump e al globalismo negativo, un'introduzione molto più agevole e un avvio in quelle che saranno discussioni molto importanti “, ha affermato.

L'ex leader dell'opposizione liberale John Hewson aveva una teoria diversa, suggerendo che il signor Johnson fosse lì per appianare le differenze sul cambiamento climatico.

“I nostri media si stanno facendo nodi oggi cercando di far girare l'incontro Biden/Morrison per essere sostituito da una trilaterale che include Johnson”, ha ha twittato.

“Potrebbe essere Biden non essere disposto a estendere a Morrison il privilegio data la sua indifendibile irresponsabilità e testardaggine sul clima?”

Mr Morrison ha detto dopo l'incontro che il cambiamento climatico non ha vieni su.

“Oh, abbiamo già avuto quelle discussioni. Questo non è stato l'argomento delle nostre discussioni questo pomeriggio”, ha detto Morrison dopo la riunione.

“Ma sono l'argomento delle sessioni di domani al G7 Plus. E non vediamo l'ora di partecipare a questi e di illustrare ancora una volta la posizione dell'Australia, le nostre prestazioni e il nostro successo nella riduzione delle emissioni.”

L'Australia ha fissato obiettivi climatici molto meno ambiziosi di molti altri paesi e il signor Biden ha precedentemente cercato di fare pressione sui paesi affinché intraprendano azioni decisive per rallentare il riscaldamento globale.

A differenza di molti altri leader mondiali, Morrison si è rifiutato di impegnarsi per un obiettivo di zero emissioni nette entro il 2050, affermando invece che l'Australia mirerà a raggiungere quel traguardo “il prima possibile”.

Mr Morrison ha affermato che la chat di 40 minuti è stata un'opportunità “importante” per l'Australia. rafforzare i legami con “i leader delle maggiori economie avanzate e democrazie liberali di tutto il mondo”.

Sebbene i giornalisti non fossero presenti all'incontro e i dettagli delle discussioni poco chiari, i tre leader hanno rilasciato una dichiarazione congiunta in seguito ciò ha suggerito che la Cina sarebbe stata uno degli argomenti di conversazione.

“Hanno discusso una serie di questioni di reciproco interesse, inclusa la regione indo-pacifica”, afferma la dichiarazione.

“Hanno convenuto che il contesto strategico nell'Indo-Pacifico stava cambiando e che vi era una forte motivazione per approfondire la cooperazione tra i tre governi.

“Hanno accolto con favore le prossime visite ed esercitazioni nel Indo-Pacifico dal Carrier Strike Group, guidato dalla HMS Queen Elizabeth.”

Alla domanda di un giornalista quante volte la Cina è venuta, il signor Morrison ha risposto: “Beh, non ti aspetteresti che io entri in qualsiasi dettaglio sulle discussioni specifiche.

“Quello che abbiamo avuto l'opportunità oggi è stato di discutere l'Indo-P situazione acifica più in generale. L'Australia non ha amici più grandi degli Stati Uniti e del Regno Unito.

“E lavoriamo insieme sui nostri rispettivi problemi di sicurezza da molto tempo. E così abbiamo avuto una buona opportunità per parlarne oggi e vedere come possiamo cooperare ulteriormente in futuro.”

L'Australia non fa parte del Gruppo dei Sette, o G7, un politico forum composto da Regno Unito, Stati Uniti, Canada, Francia, Germania, Italia e Giappone.

Ma Morrison era uno dei numerosi leader non G7 invitati al vertice come ospite.

Prima dell'incontro con il sig. Biden, il sig. Morrison ha affermato di aspettarsi che venissero affrontati i temi della pandemia di coronavirus, della strategia di difesa e della cooperazione economica.

In base ai suoi commenti successivi, sembrava che tali questioni fossero durante l'incontro.

“Direi che è stato un incontro di grandi amici e alleati che condividono una visione del mondo”, ha detto Morrison.

“È stato un grande opportunità per il mio primo incontro, ovviamente, con il presidente, voglio dire che conosco Boris da molti anni.

“E c'era un'intesa molto facile tra noi tre e come democrazie liberali con una grande storia di amicizia e par amicizia e una visione condivisa del mondo e delle sue sfide e sfide strategiche. E siamo molto consapevoli dell'ambiente che affrontiamo. Ma qualunque sia l'ambiente, lo affronteremo sempre insieme.”

34 Views
(Visited 4 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *