Il pagamento di 9 milioni di dollari di Airbnb al turista australiano

Airbnb ha pagato a una turista australiana 7 milioni di dollari (9 milioni di dollari) dopo essere stata presumibilmente violentata in un appartamento che stava affittando a New York, secondo un nuovo rapporto esplosivo.

L'incidente è stato scoperto da un'ampia Bloomberg Businessweek indagine sul “team di sicurezza” interno di Airbnb, responsabile della risposta alle crisi.

I 29 anni -La vecchia australiana, che non voleva essere nominata, stava con degli amici in un appartamento al primo piano sulla West 37th St, appena a sud di Times Square.

Il presunto stupro è avvenuto nelle prime ore del mattino di Capodanno nel 2016. La vittima, che aveva partecipato a una festa di Capodanno, è tornata nell'appartamento da sola.

CORRELATO: Il capo di Airbnb prevede il futuro dei viaggi

“Poco dopo l'inizio del nuovo anno, la donna ha lasciato i suoi amici al bar dove stavano festeggiando ed è tornata da sola nell'appartamento. Non ha notato nulla di strano né ha visto l'uomo in piedi nell'ombra mentre entrava in bagno”, riporta Bloomberg.

“Per il momento si rese conto che non era sola, la lama di un coltello da cucina era puntata verso di lei. Lo sconosciuto l'ha afferrata, l'ha spinta su un letto e l'ha violentata. I festaioli ubriachi vagavano per le strade fuori, ma lei era troppo spaventata per urlare.

“L'aggressore è fuggito con il suo telefono, ma è riuscita a raggiungere i suoi amici con un iPad, e sono corsi in strada per trovare un ufficiale di polizia. I poliziotti erano già nell'appartamento circa un'ora dopo quando l'uomo è tornato e ha sbirciato nella porta.

“Lo hanno preso e gli hanno svuotato lo zaino, tirando fuori tre oggetti incriminanti: un coltello, uno dei orecchini da donna e un mazzo di chiavi dell'appartamento.”

Il sospettato è stato poi accusato di aggressione sessuale predatoria. Si è dichiarato non colpevole.

Il team di sicurezza di Airbnb ha agito rapidamente, trasferendo la donna in un hotel e pagando per far volare sua madre a New York dall'Australia.

In seguito li ha fatti volare entrambi a casa e si è offerto di coprire eventuali costi sanitari o di consulenza sostenuti dalla vittima.

La società ha anche avviato un'indagine su come l'uomo avesse ottenuto chiavi duplicate per l'appartamento.

Airbnb non impone come i proprietari danno le chiavi ai loro ospiti. Il gruppo di amici in questo caso aveva ottenuto le chiavi dal bancone di un vicino negozio all'angolo.

Due anni dopo l'incidente, Airbnb ha firmato alla donna un assegno di 7 milioni di dollari. Bloomberg riferisce di aver firmato un accordo, impegnandosi a non parlare dell'accordo ricevuto o di “implicare responsabilità” da parte di Airbnb o dell'host.

L'azienda contesta questo, affermando che la sua priorità era quella di “sostenere” la donna.

“Nei casi di violenza sessuale, negli insediamenti che abbiamo raggiunto, le sopravvissute possono parlare liberamente delle loro esperienze. Ciò include il caso di New York City”, ha detto un portavoce di Airbnb The New York Post.

“Il nostro team di sicurezza ha lavorato duramente per supportare il sopravvissuto a seguito del attacco orribile. Abbiamo contattato in modo proattivo il dipartimento di polizia di New York dopo l'attacco per offrire la nostra assistenza per le loro indagini e l'abbiamo aiutata a portarla in un hotel.

“La priorità per la nostra azienda e i nostri dirigenti era sostenere la sopravvissuta e facendo bene da qualcuno che ha subito un trauma.”

Il resoconto del caso di Bloomberg deriva da un esame di documenti di polizia e giudiziari, documenti riservati e interviste con persone che hanno familiarità con l'accaduto.

La sua indagine più ampia sul team di sicurezza di Airbnb ha rilevato che l'azienda spende una media di circa 50 milioni di dollari USA in pagamenti a host e ospiti ogni anno. Airbnb ha affermato che la maggior parte di questi rimborsi sono legati a danni alla proprietà.

Ex agenti di sicurezza hanno detto Bloomberg che la parte più difficile del loro lavoro era “fare pace con il loro ruolo nel mantenere i casi tranquilli e garantire che le vittime e le loro famiglie non incolpassero l'azienda”.

Hanno descritto una serie di incidenti inquietanti, tra cui la necessità di pulire il sangue dai tappeti, coprire i fori di proiettile nei muri e trattare con ospiti che avevano scoperto resti umani smembrati nelle loro proprietà.

Un ospite ha trovato un ospite nudo a letto con sua figlia di sette anni.

Gli agenti hanno detto di avere una doppia ruolo: proteggere sia la vittima di questi incidenti, sia “l'immagine pubblica di Airbnb”.

73 Views
(Visited 3 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *