“Imminente minaccia radiologica”: “Problema di prestazioni” presso l'impianto nucleare cinese di Taishan

È stato emesso un avviso su una “minaccia radiologica imminente” per una centrale nucleare in Cina.

Gli operatori di una centrale nucleare nel sud della Cina affermano che stanno fissando un ” problema di prestazioni” presso l'impianto nucleare di Taishan.

Tuttavia, il comproprietario francese ha affermato che le emissioni di gas erano entro limiti accettabili a seguito di un resoconto dei media statunitensi di una potenziale perdita.

CORRELATO: Ukraine International Airlines offre voli panoramici su Chernobyl

La CNN ha affermato che il governo degli Stati Uniti ha trascorso la scorsa settimana a valutare un rapporto di una perdita presso la centrale nucleare di Taishan in popolosa provincia del Guangdong dopo che Framatome, una società francese che la possiede in parte, ha avvertito di una “minaccia radiologica imminente”.

Secondo quanto riferito, il Consiglio di sicurezza nazionale degli Stati Uniti ha tenuto più riunioni la scorsa settimana per monitorare la situazione.

Ma uno dei funzionari statunitensi senza nome citati dalla CNN ha affermato che l'amministrazione del presidente Joe Biden ritiene che la struttura non sia ancora a “livello di crisi”.

EDF, il proprietario di maggioranza di Framatome, ha affermato che il reattore numero uno dell'impianto ha registrato un accumulo di gas nobili nel suo circuito primario, che fa parte del sistema di raffreddamento.

Ma un portavoce di EDF, che ha chiesto di no per essere nominato, ha insistito sul fatto che il problema fosse gestito.

“Non siamo in uno scenario di un incidente con un nucleo fondente”, ha detto.

“Non stiamo parlando di contaminazione, stiamo parlando di emissioni controllate.”

I gas nobili sono elementi che hanno una bassa reattività chimica — in questo caso si trattava di xeno e krypton.

CORRELATI : La Cina avverte della “resa dei conti nucleare” con gli Stati Uniti

Il gas è fuoriuscito dopo che il rivestimento di alcune barre di combustibile si era deteriorato, ha detto il portavoce.

I gas sono stati raccolti e trattati come parte di un processo per rimuovere qualsiasi radioattività prima del loro rilascio, che era normale e “in conformità con le normative”, ha aggiunto.

Framatome ha dichiarato in una dichiarazione che l'impianto era operativo “entro i parametri di sicurezza” des nonostante il “problema delle prestazioni”.

EDF ha convocato una riunione straordinaria del consiglio di amministrazione dell'impianto sulla questione.

David Fishman, manager del gruppo di consulenza focalizzato sull'energia The Lantau Group, ha dichiarato a la barra di combustibile incrinata potrebbe potenzialmente causare un piccolo rilascio di materiali di fissione nel circuito di raffreddamento, “dove normalmente non sarebbe”.

“Il combustibile guasto o il combustibile rotto è abbastanza normale e comune – indesiderabile, certamente — ma fenomeno non raro nell'industria del combustibile nucleare”, ha detto Fishman all'AFP.

'Limiti accettabili'

Citando una lettera di Framatome al dipartimento dell'energia degli Stati Uniti, la CNN ha affermato che l'avvertimento includeva l'accusa che l'autorità di sicurezza cinese stesse alzando i limiti accettabili per le radiazioni al di fuori della struttura al fine di evitare di doverlo spegnere.

I funzionari statunitensi hanno conferito con funzionari sia francesi che cinesi sulla questione, ha detto la CNN.

Il Dipartimento dell'Energia non ha risposto immediatamente a una richiesta dell'AFP per come nt sul rapporto.

L'operatore della stazione, il China General Nuclear Power Group (CGN), di proprietà statale, ha dichiarato domenica scorsa che “gli indicatori ambientali della centrale nucleare di Taishan e dei suoi dintorni sono normale”.

Non ha fatto riferimento a nessuna perdita o incidente nella centrale, che ha affermato che soddisfa “i requisiti delle normative sulla sicurezza nucleare e delle specifiche tecniche delle centrali”.

Il L'Agenzia internazionale per l'energia atomica, l'organismo di vigilanza nucleare delle Nazioni Unite, ha affermato di aver contattato la sua controparte in Cina in merito alla questione.

“In questa fase, l'Agenzia non ha alcuna indicazione che si sia verificato un incidente radiologico”, ha affermato l'AIEA in una dichiarazione.

AFP non ha ottenuto una risposta immediata a una richiesta di commento né dal ministero degli Esteri cinese né dal gruppo nucleare cinese.

Un problema con una barra di combustibile rotta potrebbe devono essere registrati dall'amministrazione cinese per la sicurezza nucleare con un rapporto di mitigazione per risolvere il problema, ha detto Fishman.

Fishman ha detto che Framatome potrebbe aver contattato gli Stati Uniti per chiedere l'approvazione per il loro lavoro a Taishan perché CGN è stata inserita nella lista nera da Washington.

“Se (Framatome) dovesse trasferire qualsiasi informazione che hanno ottenuto dal lavoro negli Stati Uniti, dovrebbero richiedere un'esenzione … perché CGN è nell'elenco delle entità statunitensi”, ha affermato.

“È una zona interdetta al volo per qualsiasi informazione statunitense , qualsiasi informazione o dato o tecnologia o IP per andare in Cina.”

Reattori EPR

Potenziato nel 2018, l'impianto di Taishan è stato il primo al mondo a far funzionare un reattore nucleare EPR di nuova generazione, un progetto ad acqua pressurizzata che è stato soggetto ad anni di ritardi in progetti europei simili in Gran Bretagna, Francia e Finlandia.

I reattori EPR sono stati propagandati come promettenti progressi in termini di sicurezza ed efficienza rispetto ai reattori convenzionali mentre producono meno rifiuti.

Gli impianti nucleari hanno fornito meno del cinque per cento del fabbisogno cinese fabbisogno annuale di elettricità in 2019, secondo la National Energy Administration, ma si prevede che questa quota cresca poiché Pechino tenta di diventare carbon neutral entro il 2060.

La Cina ha 47 centrali nucleari con una capacità di generazione totale di 48,75 gigawatt – il mondo terzo più alto dopo Stati Uniti e Francia — e ha investito miliardi di dollari per sviluppare il proprio settore dell'energia nucleare.

– con AFP

44 Views
(Visited 2 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *