Afferma che la mamma ha “inventato” la storia della nascita di 10 bambini

Una donna sudafricana che ha affermato di aver dato alla luce 10 bambini dalla stessa gravidanza è stata ricoverata in un reparto psichiatrico per aver “inventato” la storia.

La polizia ha arrestato Gosiame Sithole, 37, a casa di un parente vicino a Johannesburg nelle prime ore di giovedì mattina.

Sithole è stato portato in una stazione di polizia a Chloorkop giorni dopo essere stato denunciato per scomparsa dal partner separato, Teboho Tsotetsi, Lo riporta il Sun .

La donna di 37 anni ha fatto notizia quando ha affermato di aver dato alla luce decupletti in un ospedale della città di Pretoria il 7 giugno.

Ma subito dopo sono emersi dubbi sulla sua storia e i bambini non sono apparsi sulla telecamera.

Il Dipartimento nazionale della sanità del Sudafrica afferma che la propria indagine ha concluso che non ci sono prove dell'esistenza dei bambini.

Un media locale, tuttavia, ha insistito sul fatto che le nascite sono avvenute perché c'è stato un insabbiamento per mascherare la negligenza medica.

La polizia ha affermato che la donna non aveva commesso da crime, ma l'ha affidata alle cure del personale del Dipartimento per lo Sviluppo Sociale di Gauteng, che l'ha poi portata in ospedale.

Ha poi accusato i parenti del compagno di accettare donazioni dal pubblico destinate ai neonati, nonostante le loro affermazioni sulla loro inesistenza

L'avvocato di Sithole, Refiloe Mokoena, afferma di essere trattenuta contro la sua volontà e che farà domanda per un'ingiunzione del tribunale per ottenere il suo rilascio.

Ha detto che al suo cliente è stato inizialmente negato l'accesso legale e che la sua richiesta di visitare uno psicologo privato è stata respinta.

Mokoena ha detto ai giornalisti: “Ha rifiutato di essere portata all'ospedale di Tembisa per una valutazione psichiatrica perché si sentiva fortemente che è sana di mente.”

Secondo il sito di notizie IOL, Sithole è stata sottoposta a “tortura mentale” e “fame” da quando è entrata nel ospedale.

L'avvocato ha aggiunto: “Quando ho lasciato l'ospedale di Tembisa, ha chiarito che vedendo che ora è trattenuta contro di lei malata, dovrei per favore presentare un ordine urgente del tribunale per il suo rilascio.”

Una protesta contro il suo internamento doveva essere tenuta da parenti, amici e attivisti fuori dall'ospedale venerdì, anche se non era segnalato se è andato avanti.

I media indipendenti hanno continuato a insistere che le nascite erano reali e hanno affermato che c'è stato un “insabbiamento di proporzioni gigantesche” per nascondere la negligenza medica.

It ha ammesso, tuttavia, che il luogo in cui si trovano i bambini è “sconosciuto”.

Questo articolo è apparso originariamente su The Sun ed è stato ripubblicato con il permesso.

80 Views
(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *