Il ceppo Covid-19 si trasforma in “Delta Plus”

Le autorità sanitarie indiane hanno definito una mutazione del ceppo Delta come una nuova “variante preoccupante” del coronavirus.

La cosiddetta variante “Delta Plus” è stata finora trovata negli stati indiani del Maharashtra, dove martedì sono stati rilevati 16 casi, oltre che in Kerala e Madhya Pradesh.

Il sequenziamento genomico dei laboratori indiani ha confermato che la variante Delta Plus mostra una maggiore trasmissibilità, un legame più forte ai recettori delle cellule polmonari e una potenziale riduzione della risposta anticorpale monoclonale.

Il Ministero della Sanità indiano ha dichiarato in una dichiarazione di martedì sera aveva consigliato ai tre stati che le misure di risposta alla salute pubblica “devono diventare più mirate ed efficaci”.

I leader di stato “sono stati avvisati di adottare misure di contenimento immediate nei distretti e cluster tra cui la prevenzione di folle di mescolanza di persone, test diffusi, pronta tracciabilità e copertura vaccinale su base prioritaria”.

La mossa arriva mentre il ceppo Delta, già altamente infettivo, continua a diffondersi.

Rilevata per la prima volta in India lo scorso ottobre, la variante Delta h come ora diffuso in almeno 62 paesi tra cui l'Australia ed è dietro un numero crescente di focolai in Asia e in Africa, l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha detto all'inizio di questo mese.

Nel Regno Unito, la variante Delta – data la nuova nome dall'OMS per semplificare il suo nome scientifico, B. 1.617.2, e per evitare di stigmatizzare i paesi che rilevano nuovi ceppi – ora rappresenta il 99% dei casi.

Gli esperti affermano che il nuovo ceppo era già due volte come infettivo e molto più probabile che portino i pazienti in ospedale. In India, un enorme picco di infezioni della variante Delta è stato dietro la seconda ondata dell'orrore del paese ad aprile e maggio.

I crematori hanno esaurito lo spazio, bruciando corpi giorno e notte, mentre i pazienti ansimanti morivano fuori dagli ospedali, incapaci di ottenere letti, ossigeno e farmaci.

Il bilancio delle vittime in India è più che raddoppiato a più di 330.000, secondo i dati ufficiali. Molti esperti sospettano che il vero bilancio sia di oltre un milione.

Avviso vaccino

La rapida diffusione dei casi Delta ha messo sotto pressione autorità sanitarie di tutto il mondo per garantire che le popolazioni ricevano due dosi di vaccino il prima possibile, poiché i vaccini si sono rivelati molto meno efficaci contro il nuovo ceppo.

I dati pubblicati da Public Health England la scorsa settimana hanno suggerito entrambi il vaccino AstraZeneca e Pfizer offriva solo circa il 30% e il 36% di protezione contro la variante Delta dopo una dose.

Ma la protezione è aumentata notevolmente nelle persone che hanno ricevuto due dosi, con il vaccino Pfizer dell'88% efficace e l'AstraZeneca efficace al 67%.

Queste cifre sono alla base della decisione del primo ministro britannico Boris Johnson di ritardare di quattro settimane il previsto allentamento delle restrizioni del paese il 21 giugno, al fine di dare alle persone più tempo per ottenere il loro secondo colpo.

All'epoca, circa il 75% del Regno Unito era stato vaccinato, ma solo Il 40% ha ricevuto due dosi.

In India, solo il 5,5% della popolazione adulta ha ricevuto due dosi.

Da maggio, l'India ha vaccinato meno di tre milioni di persone per giorno, scendendo ben al di sotto dell'obiettivo di 10 milioni che le autorità sanitarie affermano sia necessario per prevenire futuri picchi, ha riferito Sky News. era preoccupato di vedere di nuovo brulicare di centri commerciali e mercati.

Da qualche giorno non ci sono funerali per le vittime del Covid-19 nella capitale della nazione, in calo rispetto ai 700 al giorno del recente picco.

Il signor Budhiraja è rimasto sorpreso dalla memoria corta della gente. “Le persone si comportano come se nulla fosse accaduto circa due, tre settimane fa”, ha detto. “E questo è… incredibile”,

Ma mentre questo porterà probabilmente a un forte aumento dei casi, per una nuova “esplosione” dovrebbe prendere piede una nuova variante del virus, ha detto.

Prende atto che è stata individuata la nuova variante “Delta Plus”, che appare più trasmissibile e più resistente al trattamento.

Un motivo di speranza, però, è che a differenza di gennaio e febbraio, le autorità stanno preparando il sistema sanitario per un'altra ondata, ha affermato Budhiraja.

Ma le vaccinazioni rimangono lente.

“Fino a quando il paese non sarà vaccinato, con oltre un miliardo di persone vaccinate, non non possiamo mai pensare alla fine della pandemia”, ha detto Budhiraja

frank.chung@news.com.au

– con AFP

64 Views
(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *