Covid in aumento nel Paese più vaccinato

Il paese più vaccinato al mondo sta vivendo un nuovo picco di casi di coronavirus grazie alla variante a più rapida diffusione rilevata finora.

Israele lunedì ha registrato 125 nuovi casi di Covid- 19, un dato che rappresenta il singolo periodo di 24 ore più alto da aprile.

Uno sguardo più approfondito ai numeri rivela anche che circa il 70 per cento dei nuovi contagi è legato alla variante Delta originaria dell'India e si sta diffondendo a livello globale.

Più della metà delle nuove infezioni di lunedì riguardava i bambini poiché emergono gruppi nelle scuole e le autorità spingono i genitori a vaccinare i propri figli se hanno tra i 12 ei 15 anni. I dati del ministero della salute mostrano che i giovani di età compresa tra i 10 e i 19 anni sono stati i più colpiti da nuovi casi nell'ultimo mese.

Un'ulteriore preoccupazione è il fatto che un terzo delle nuove infezioni di lunedì sono state registrate tra i vaccinati israeliani popolazione.

CORRELATO: il cluster del NSW torna a crescere a 37 casi

Più del 55 per cento della popolazione israeliana – circa 5,2 milioni persone – hanno ricevuto entrambe le dosi del vaccino contro il coronavirus.

Il primo ministro Naftali Bennett ha descritto il picco di casi di lunedì come un “nuovo focolaio” prima di collegarlo ai viaggiatori che sono arrivati in Israele dall'estero.

“Il nostro obiettivo è farla finita, prendere un secchio d'acqua e versarlo sul fuoco quando il fuoco è ancora piccolo”, ha detto ai giornalisti durante un annuncio per estendere le strutture di test.

L'onda di nuove infezioni è molto lontano dai picchi di gennaio, dove Israele ha registrato più di 10.000 casi al giorno, ma le autorità sono preoccupate che si diffonda rapidamente.

Il signor Bennett ha detto che un o L'esplosione nella città di Binyamina, a nord di Tel Aviv, ha visto più di 1000 persone messe in quarantena e sembrava essere dovuta a viaggiatori di ritorno da Cipro.

“Chi non deve volare all'estero, per favore non “, ha detto ai giornalisti.

Il signor Bennett, che ha estromesso l'ex primo ministro Benjamin Netanyahu all'inizio di questo mese, ha detto che stava riconvocando un “gabinetto della corona” per gestire la sfida.

“Noi ha raggiunto una decisione iniziale per trattare questo come un nuovo focolaio”, ha detto Bennett. Israele ha lanciato un'ampia campagna di vaccinazione dopo aver ottenuto milioni di dosi del vaccino Pfizer-BioNTech.

Il 15 giugno, Israele ha revocato l'obbligo di indossare maschere per il viso in luoghi pubblici chiusi, una delle ultime misure in vigore per combattere l'epidemia del paese.

Il paese ha registrato oltre 840.000 nuovi casi di coronavirus, inclusi 6428 decessi.

Tuttavia, è importante notare che i bambini in età scolare sono il gruppo meno probabile che abbia ricevuto le loro vaccinazioni, quindi il salto di casi in quella coorte è un po' meno sorprendente.

Finora, anche il vaccino sembra essere efficace e il Times of Israel Gli esperti di rapporti non si aspettano un aumento dei casi gravi e dei decessi questa volta.

E Ran Balicer, un epidemiologo che dirige la pianificazione delle politiche sanitarie per il Ministero della Salute, ha dichiarato al sito di notizie Ynet che Israele era in una buona posizione con l'85 per cento della popolazione anziana della nazione che già riceveva i colpi.

“Israele è la ampiamente immunizzati e le probabilità di un'ondata di malattie gravi e mortalità non sono quelle di gennaio”, ha affermato.

“Il potenziale distruttivo del virus è più contenuto qui che in qualsiasi altro paese, quindi bisogna fare di tutto per evitare che si diffonda, ma anche per calmare il panico d'altra parte.”

Israele è tra una serie di paesi che lottano per far fronte alla variante Delta.

I residenti nella capitale russa Mosca dovranno presentare dal 28 giugno un pass anti-Covid per entrare nei ristoranti, mentre la città combatte un'ondata di contagi guidata dalla variante altamente contagiosa.

Le autorità sanitarie portoghesi temono una quarta ondata di pandemia potrebbe prendere piede, con la variante Delta che ora rappresenta oltre il 60 per cento dei nuovi casi nella capitale Lisbona.

E in patria in Australia, la variante Delta è accusata di un picco nel Victoria che ha portato al quarto blocco dello stato e a nuove infezioni nel NSW, dove mercoledì un cluster di Sydney è salito a 37 .

Il servizio di informazione israeliano Haaretz ha scritto che “i recenti focolai di covid in Israele sono stati finora confinati geograficamente” nonostante Israele abbia revocato tutte le restrizioni.

“Per ora, il Ministero della Salute non ha fretta per reimporre le restrizioni del coronavirus che inciderebbero sulla vita quotidiana del pubblico”, ha scritto il giornale.

“Invece, si basa sulla tracciabilità dei contatti, sui test estesi e sul monitoraggio intensificato delle persone che lasciano e entrando nel paese attraverso l'aeroporto internazionale Ben-Gurion.”

In India, dove la variante Delta ha avuto origine e ha guidato la seconda ondata dell'orrore della nazione, i medici hanno anche identificato sintomi tra cui cancrena e perdita dell'udito.

I medici ritengono che gravi disturbi gastrici, problemi di udito e coaguli di sangue che portano alla cancrena siano stati collegati al ceppo.

“L'anno scorso pensavamo di aver appreso del nostro nuovo nemico, ma è cambiato, Il dottor Abdul Ghafer, medico delle malattie infettive dell'ospedale Apollo di Chennai, ha detto a Bloomberg.

“Abbiamo bisogno ulteriori ricerche scientifiche per analizzare se queste presentazioni cliniche più recenti sono collegate o meno a B. 1.617.”

– With AFP

41 Views
(Visited 2 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *