Il pioniere dell'antivirus John McAfee trovato morto in una cella

Il pioniere del software antivirus John McAfee è stato trovato morto nella sua cella di prigione in Spagna durante la notte, ha detto un funzionario della prigione, poco dopo che un tribunale ha approvato la sua estradizione negli Stati Uniti dove era ricercato per evasione fiscale.

Il 75enne è stato trovato morto nella sua cella nel penitenziario Brians 2 vicino a Barcellona “apparentemente per suicidio”, ha detto una portavoce del sistema carcerario nella regione nord-orientale della Catalogna, confermando i resoconti dei media. Non ha fornito ulteriori dettagli.

McAfee è uno dei nomi più noti nel mondo dei computer poiché il suo software antivirale con lo stesso nome è diventato uno dei più grandi attori del mercato.

Tuttavia, è in carcere in Spagna da quando è stato arrestato all'aeroporto di Barcellona nell'ottobre 2020, proprio mentre stava per imbarcarsi su un volo per Istanbul.

Il 6 ottobre è stato accusato di evasione fiscale e mancata comunicazione degli oneri sul reddito dell'aeroporto di Barcellona. Aveva affrontato l'accusa di aver nascosto beni significativi nella sua dichiarazione dei redditi per un certo numero di anni, tra cui immobili e uno yacht.

La sua difesa aveva sostenuto che la richiesta di estradizione era politicamente motivata e quindi non era appropriato.

McAfee non era d'accordo con l'attuale sistema monetario, che lo ha reso “il nemico pubblico n. 1”, secondo i documenti del tribunale rilasciati mercoledì. Gli Stati Uniti hanno calcolato che McAfee doveva più di 4,2 milioni di dollari di tasse per il periodo dal 2014 al 2018, come mostrano i documenti.

Si presume che abbia deliberatamente omesso di presentare dichiarazioni dei redditi tra il 2014 e il 2018, nonostante abbia guadagnato milioni da lavori di consulenza, criptovalute e vendita dei diritti sulla sua storia di vita.

Se condannato, avrebbe potuto affrontare fino a 30 anni di carcere.

Il tribunale nazionale spagnolo mercoledì ha detto aveva approvato la sua estradizione negli Stati Uniti.

La decisione avrebbe potuto ancora essere impugnata e l'estradizione avrebbe anche avuto bisogno dell'approvazione del governo spagnolo.

Secondo la richiesta di estradizione degli Stati Uniti depositata a novembre e citata nella sentenza, McAfee ha guadagnato più di 10 milioni di euro nei quattro anni in questione, ma non ha mai presentato dichiarazione dei redditi.

“Per occultare i propri redditi e beni all'Agenzia delle Entrate. .. l'imputato ha ordinato che parte del suo reddito fosse pagato a uomini di paglia e posto proprietà a loro nome”, ha detto.

Il La decisione del tribunale spagnolo si riferiva solo a reati avvenuti tra il 2016 e il 2018.

Da quando negli anni '80 aveva fatto fortuna con il software antivirus che porta ancora il suo nome, McAfee era diventato un sedicente guru delle criptovalute , affermando di guadagnare $ 2000 al giorno.

Ha più di un milione di follower su Twitter.

In un tweet del 16 giugno, ha affermato che le autorità statunitensi credevano di aver “nascosto cripto. Vorrei averlo fatto” ha detto.

“I miei beni rimanenti sono tutti sequestrati. I miei amici sono evaporati per paura dell'associazione. Non ho niente. Eppure, non mi pento di nulla.”

Nei suoi post, ha accennato ai suoi problemi di salute mentale.

“Ho un milione di follower ma sarei sorpreso se anche l'1% si preoccupasse per leggere i miei tweet”, ha scritto all'inizio di questo mese.

“Divagazioni di un vecchio perso in un verso di Twitter quasi infinito – come lacrime sotto la pioggia. Come puoi immaginare, sto attraversando una giornata negativa.”

In un ultimo post su Twitter di sabato ha scritto:

“In una democrazia, il potere si dà non si toglie. Ma è pur sempre potere. L'amore, la compassione, la cura non servono a nulla.

“Ma è carburante per l'avidità, l'ostilità, la gelosia… Tutto il potere corrompe. Abbi cura di quali poteri permetti a una democrazia di esercitare.”

– con AFP

63 Views
(Visited 5 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *