Il grattacielo della torre di Miami stava “affondando” per decenni prima di crollare

Secondo quanto riferito, il grattacielo della Florida che si “sfondeva” mentre i residenti dormivano durante la notte stava “affondando” per decenni, secondo un rapporto inquietante pubblicato prima del disastro.

Come continua la ricerca delle 99 persone scomparse — tra cui un gruppo di australiani — è anche emerso che la torre “scricchiolava” così forte nei giorni precedenti il disastro da svegliare i residenti.

L'edificio di 12 piani sulla spiaggia nella contea di Miami-Dade – che è stato in gran parte ridotto in macerie in un crollo improvviso giovedì ora locale – è stato costruito nel 1981 e stava affondando nel terreno dagli anni '90, secondo uno studio del 2020 condotto di Shimon Wdowinski, professore alla Florida International University.

“L'ho guardato stamattina e ho detto: 'Oh mio dio'. L'abbiamo rilevato”, ha detto Wdowinski a USA Today giovedì.

La sua ricerca si è concentrata su quali parti di Miami stavano sprofondando, nel tentativo di determinare quali aree potevano essere maggiormente colpite da innalzamento del livello del mare e inondazioni costiere.

Il suo team ha scoperto che le Champlain Towers South a Surfside stavano affondando a una velocità di circa 2 millimetri l'anno negli anni '90, afferma il rapporto.

“Abbiamo visto che questo edificio aveva una sorta di movimento insolito”, ha detto Wdowinski all'outlet.

Tuttavia, lo studio si è concentrato sui rischi di inondazioni, non su problemi di ingegneria – e sulla menzione del “condominio di 12 piani” è apparso in una sola riga, ha riferito USA Today.

“Non gli abbiamo dato troppa importanza”, ha detto Wdowinski, aggiungendo che non credeva che nessuno nella città o nel governo statale sarebbe stato a conoscenza dello studio.

La ricerca di Wdowinski si è concentrata su quali parti di Miami stavano affondando, nel tentativo di determinare quali aree potrebbero essere maggiormente colpite dall'innalzamento del livello del mare e dalle inondazioni costiere.

La sua il team ha scoperto che le Champlain Towers South a Surfside stavano affondando a una velocità di circa 2 millimetri all'anno negli anni '90, afferma il rapporto.

Nel frattempo, Pablo Rodriguez, la cui madre e gra ndmother sono tra almeno 99 dispersi, ha detto che sua madre lo ha chiamato per riferire “rumori scricchiolanti” che ha sentito il giorno prima che l'edificio crollasse.

“Mi ha appena detto che si era svegliata intorno alle 3 o 4 nel mattina e aveva sentito come dei rumori scricchiolanti”, ha detto alla CNN. “Erano abbastanza rumorosi da svegliarla.”

Kobi Karp, un architetto il cui studio ha lavorato su importanti edifici di Surfside e Miami Beach, ha detto The New York Times che il modo in cui l'edificio era crollato suggeriva un “possibile cedimento interno”.

Ha detto che il cedimento interno potrebbe essere stato causato dal 'deterioramento nel punto in cui una lastra orizzontale dell'edificio incontra un supporto verticale muro' – che ha spiegato al punto vendita potrebbe far cadere improvvisamente uno dei piani dell'edificio e abbattere il resto dell'edificio.

Karp ha affermato che un tale deterioramento potrebbe essere avvenuto lentamente nel corso degli anni o improvvisamente se la struttura dell'edificio è stata danneggiata involontariamente.

I funzionari della città di Surfside giovedì hanno affermato che il grattacielo era stato sottoposto a un processo di ricertificazione di 40 anni richiesto dalla contea, che prevede ispezioni elettriche e strutturali.

Il commissario cittadino Eliana Salzhauer ha dichiarato alla stazione televisiva WPLG di Miami che il processo era ritenuto pro procedere senza problemi e che un ispettore edilizio potrebbe essere stato sul posto fino a mercoledì.

“Voglio sapere perché è successo”, ha detto Salzhauer. “Questa è davvero l'unica domanda. … E può succedere di nuovo? C'è qualche altro dei nostri edifici in città in pericolo?”

Kenneth Direktor, un avvocato dell'associazione dei residenti del condominio Champlain Towers South, ha affermato che l'edificio ha subito “approfondite ispezioni ingegneristiche negli ultimi mesi” .

“Quello che ti dice è…. niente del genere era prevedibile, almeno non è stato visto dagli ingegneri che stavano guardando l'edificio da una prospettiva strutturale”, ha detto alla CNN. “Non c'era nulla che indicasse che qualcosa del genere stava per accadere.”

Mentre vengono poste domande sul crollo, è in corso un'operazione di ricerca per trovare i sopravvissuti. Almeno una persona è morta e almeno 99 persone sono attualmente disperse

Mentre è in corso una disperata operazione di salvataggio per trovare sopravvissuti, i vigili del fuoco affermano di poter sentire “sbattere” sotto le macerie.

I video online hanno mostrato una gran parte dell'edificio di 12 piani nella città di Surfside – appena a nord di Miami Beach – ridotto in macerie, con gli interni degli appartamenti esposti.

Le autorità di Miami Dade hanno dichiarato un “Livello Secondo i rapporti, un evento di vittime di massa di 5” significa che sono necessarie risorse di emergenza in tutto lo stato.

Ulteriori filmati scioccanti mostrano il momento in cui le torri sono crollate, inviando pennacchi di fumo nell'aria.

Il sindaco di Surfside non era ottimista nel trovare sopravvissuti nella parte crollata dell'edificio, dicendo che si è “letteralmente schiacciato”.

Il capo dell'assistente dei vigili del fuoco Ray Jadallah ha detto di aver sentito dei suoni da sotto le macerie e che “tutte le operazioni sono che si verificano sotto” di esso.

“Si stanno verificando sotto il garage dove abbiamo la squadra s dei vigili del fuoco costantemente mentre continuano a fare tagli, brecce e posizionare dispositivi sonar, cercare telecamere per localizzare le vittime”, ha detto.

“Abbiamo ricevuto suoni. Non necessariamente persone che parlano, ma suoni. Quello che suona come persone che sbattono, non persone ma suona come una possibilità di botte. Non abbiamo sentito alcuna voce provenire dal mucchio.”

I funzionari del Miami-Dade Fire Rescue hanno detto che più di 80 unità hanno risposto al crollo dell'edificio intorno alle 2:00 (16:00 AEST). Hanno detto che 55 unità abitative sono crollate e i primi soccorritori hanno salvato 35 persone intrappolate all'interno.

Le autorità dicono che almeno 99 persone sono disperse e il sindaco della contea di Miami-Dade Daniella Levine Cava ha detto che ci sono 102 persone che sono state denunciate così lontano.

Il sindaco di Surfside Charles Burkett ha confermato che almeno una persona è morta in ospedale in seguito al crollo.

“Questa mattina il capo mi ha detto che abbiamo curato 10 persone sul sito , due di quei 10 sono stati trasportati in ospedale. Uno è morto”, ha detto.

Non era noto quante persone fossero rimaste ferite o si trovassero all'interno dell'edificio al momento del crollo.

Il signor Burkett ha affermato che il crollo dell'edificio era “meno probabile di un fulmine.”

“Sembra che sia esplosa una bomba, ma siamo abbastanza sicuri che non sia esplosa”, ha detto. “Semplicemente non si vedono edifici come questo cadere in America.”

“Non c'è motivo per questo edificio di crollare in questo modo a meno che qualcuno non tiri letteralmente fuori i supporti da sotto, o si lavino fuori, o c'è una dolina, o qualcosa del genere perché è appena caduta”, ha detto Burkett.

Ha detto che la parte dell'edificio rimasta intatta era stata controllata e sgombrata dai residenti, ma era non sono ottimista nel trovare sopravvissuti nella parte crollata dell'edificio.

“Il problema è che l'edificio è letteralmente crollato… È straziante perché non significa, per me, che avremo successo , per quanto vorremmo avere successo, per trovare persone vive.”

Ha detto che c'erano dei lavori in corso sul tetto ma l'attrezzatura non era abbastanza pesante da causare il crollo parziale.

Si sono visti i vigili del fuoco estrarre vivo un ragazzo dalle macerie.

Almeno 18 cittadini latinoamericani sono noti tra i dispersi, secondo il Paese' consolati. Sono tre uruguaiani, nove argentini e sei paraguaiani, tra cui la sorella della first lady del paese.

Anche Surfside ha una grande popolazione ebraica e diversi rabbini erano sul posto per aiutare nelle operazioni di salvataggio.

L'edificio era occupato da un mix di residenti e affittuari a tempo pieno e stagionali, e i funzionari hanno sottolineato che non è chiaro quante persone fossero effettivamente all'interno in quel momento.

“È difficile fateci un conteggio”, ha detto alla CNN il commissario della contea di Miami-Dade, Sally Heyman. “Non sai tra le vacanze o altro”, ha detto. “La speranza è ancora lì, ma sta svanendo.”

Nicholas Balboa ha detto alla rete che era fuori a passeggiare con il suo cane quando ha sentito e sentito il terreno tremare.

Ha visto un pennacchio di fumo e ho visto l'edificio crollato.

Dopo essere corso a casa per lasciare il cane, è tornato sul posto.

“Stavo pensando tra me e me: 'Come potrebbe sopravvivere qualcuno? '”, ha detto il signor Balboa alla rete.

“Mentre ci stavo pensando, ho sentito una voce urlare”, ha detto, aggiungendo che mentre si avvicinava, ha visto il ragazzo “infilare la mano attraverso il detriti e potevo vedere la sua mano e le sue dita che si agitavano.”

“Ho iniziato a scalare i detriti per cercare di raggiungerlo. Ho usato la luce del mio telefono per segnalare ai vigili del fuoco di avvicinarsi. Un ufficiale di polizia è arrivato e ha chiamato via radio i vigili del fuoco”, ha aggiunto. “Così poi hanno iniziato i loro sforzi per farlo uscire. Erano lui e sua madre. Potremmo sentirlo. Lo potevamo vedere chiaramente. Sua madre, non siamo stati in grado di vedere, non siamo stati in grado di sentirla, quindi non so quale sia il suo stato, ma se Dio vuole, sta bene.”

Ha detto che il bambino era sotto la struttura del letto e il materasso.

“Evidentemente stava dormendo”, ha detto Balboa. “Posso solo immaginare quante persone fossero nei loro appartamenti a dormire o guardare la TV o qualsiasi altra cosa, vivendo semplicemente le loro vite, a loro insaputa l'edificio stava per crollare.”

“Se non fosse per me e un'altra persona che si trovava sul retro dell'edificio non ho idea di quanto tempo sarebbe passato prima che lo trovassero.”

Un testimone, che era in un edificio vicino, ha detto che il crollo è sembrato un “tornado o terremoto”.

L'edificio si trova a un isolato di distanza da dove attualmente vivono Jared Kushner e Ivanka Trump.

I vigili del fuoco sono stati visti anche usare un'autoscala per salvare le persone che erano ancora in sezioni dell'edificio che non sono crollate.

Uno dei residenti Barry Cohen, che vive nell'edificio da tre anni, ha detto che lui e sua moglie hanno pregato mentre aspettavano di essere salvati.

“Devono essere passati 20 minuti, è sembrata una vita che fossimo intrappolati sul balcone dell'edificio”, ha detto alla CNN. “Quando stavamo aspettando di essere salvati, l'edificio stava ancora tremando. Pensavo che da un momento all'altro saremmo potuti essere lo stesso mucchio di macerie.”

“Pensavo che l'intero edificio sarebbe crollato, quindi quando eravamo nella raccoglitrice di ciliegie mi ha preso una sensazione di sollievo”, ha ha detto.

– con Mathew Murphy

46 Views
(Visited 16 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *