L'autopsia conferma la causa della morte di McAfee

I risultati dell'autopsia appena rilasciati confermano che il controverso magnate della tecnologia John McAfee si è tolto la vita all'interno di una cella di una prigione spagnola in attesa di estradizione negli Stati Uniti.

Il rapporto preliminare del coroner conferma la determinazione iniziale dalle autorità locali che la sua causa di morte è stata il suicidio, il quotidiano in lingua spagnola El Pais ha riferito lunedì.

Tuttavia, la famiglia di McAfee ha messo in dubbio tale affermazione , e ha richiesto una seconda autopsia indipendente, ha detto El Pais.

Ma fonti vicine al caso hanno rivelato lunedì che McAfee aveva un biglietto d'addio in tasca quando le guardie lo hanno trovato e hanno cercato di rianimarlo, secondo quanto riferito.

La fonte non ha rivelato il contenuto della nota.

Il corpo del 75enne è stato trovato mercoledì nel carcere di Barcellona, poche ore dopo un il tribunale ha stabilito che sarebbe stato estradato negli Stati Uniti per essere accusato di evasione fiscale.

Un tweeter frequente, McAfee aveva a lungo affermato che i funzionari statunitensi erano pronti a uccidere lui e l'avrebbe fatto sembrare un suicidio – e aveva persino un tatuaggio con la scritta “$WHACKD”.

In un post criptico su Twitter l'anno scorso, ha scherzato: “Sappi che se mi impicco, a la Epstein, non sarà colpa mia” – un riferimento al pedofilo condannato Jeffrey Epstein, che si è tolto la vita in una prigione di New York in attesa del processo per traffico sessuale.

McAfee ha alimentato ancora più cospirazioni teorie quando un misterioso post sul suo account Instagram – con solo la lettera Q – è apparso ore dopo la sua morte.

Non aveva usato l'account da quando era stato incarcerato, ma aveva fatto riferimento a QAnon su Twitter in post precedenti. I seguaci di QAnon credono che una cabala di pedofili cannibali satanici gestisca il governo degli Stati Uniti.

McAfee era stato incarcerato nella prigione di Brians 2 da ottobre mentre un tribunale spagnolo valutava se onorare l'ordine di estradizione.

I pubblici ministeri federali del Tennessee avevano emesso un mandato per McAfee, sostenendo di aver evaso più di $ 4 milioni di tasse.

Questo articolo è apparso originariamente sul New York Post ed è stato riprodotto con il permesso

54 Views
(Visited 9 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *