Il Regno Unito ora è una “piastra di Petri per il mondo” mentre Delta e i vaccini aumentano

La gara è tra il ceppo Delta di Covid-19 e i vaccini in una nazione come nessun'altra: il Regno Unito.

Giovedì, la nazione ha registrato un enorme 27.989 nuovi casi, quasi interamente della nuova e altamente trasmissibile variante che mette in prospettiva i focolai australiani.

È il totale più alto da gennaio, quando la nazione era in preda a una devastante ondata invernale.

Anche se i casi sono alti, i decessi sono diminuiti in modo significativo.

Questa volta c'è una grande differenza: i vaccini.

Hanno avuto molti colpi alle armi con più di 33 milioni di persone che hanno ricevuto una seconda dose ormai.

In nessun'altra parte del mondo si sta svolgendo una gara come questa. Ci sono nazioni come Israele dove hanno vaccinato più della popolazione e nazioni come l'India che hanno visto più casi Delta.

Ma il Regno Unito si sta preparando per essere un esperimento che il mondo sta guardando, come Delta i casi iniziano ad aumentare in alcune parti dell'Europa e degli Stati Uniti, e ogni nazione della terra fa a gara per vaccinare la propria gente.

Mark Woolhouse, professore di epidemiologia delle malattie infettive all'Università di Edimburgo, ha detto The Guardian il Regno Unito è ora essenzialmente una “piastra di Petri”.

“Il Regno Unito è in una posizione assolutamente unica”, ha detto. “Abbiamo il più grande focolaio Delta in un paese ben vaccinato. Siamo una capsula di Petri per il mondo.”

La Gran Bretagna ha posticipato la sua cosiddetta “Giornata della Libertà” il 21 giugno a causa di un aumento dei casi Delta. Il Primo Ministro Boris Johnson voleva vedere costruire un muro di immunità prima di aprirsi adeguatamente.

Tuttavia molti aspetti della vita normale sono tornati, come dimostrano i grandi eventi come Wimbledon e diverse partite degli Europei torneo di calcio.

E i casi, come ci si potrebbe aspettare, sono in aumento.

Quasi 2000 casi di Covid in Scozia sono stati collegati a persone che guardavano le partite di calcio di Euro 2020.

Public Health Scotland ha affermato che due terzi dei casi del 1991 erano persone che si sono recate a Londra per la partita della Scozia con l'Inghilterra il 18 giugno.

E si sta diffondendo anche in tutto il continente mentre folle sempre più grandi si accalcano alle partite.

Ci sono particolari preoccupazioni per i prossimi giochi a Londra e San Pietroburgo, due città particolarmente colpite dalla variante Delta.

“Se vogliamo diffondere la variante Delta in tutta Europa, allora questo è il modo per farlo”, ha detto all'AFP l'epidemiologo Antoine Flahault.

Ma molti nel Regno Unito sono stufi. Soprattutto perché il ragazzo che ha detto loro di rimanere a casa per tutti quei mesi era impegnato ad avere una relazione con il suo collega.

Decine di migliaia di manifestanti anti-lockdown hanno marciato attraverso il centro di Londra e verso la scorsa settimana la casa del Primo Ministro ha chiesto “l'arresto” dell'ex segretario alla Sanità Matt Hancock dopo essere stato sorpreso a violare le regole del Covid baciando il suo aiutante sposato mentre predicava le restrizioni al resto del Regno Unito.

Boris Johnson dice che spingerà avanti per aprire alla fine di questo mese, con l'acqua alta. Puoi immaginare che i britannici non siano molto contenti di vedere il loro “Freedom Day” rinviato di nuovo, anche se la vittoria dell'Inghilterra agli Euro potrebbe essere leggermente avvantaggiata. Timori di un aumento in Europa

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) teme un'altra ondata di virus in Europa, con casi nella regione in aumento del 10% la scorsa settimana, alimentati da Euro 2020.

L'OMS ha chiesto un migliore monitoraggio del grande evento sportivo mentre i fan affollano l'affollamento stadi e bar in tutta Europa mentre la pandemia continua a infuriare.

Il direttore regionale dell'OMS Hans Kluge ha affermato che i numeri di vaccinazione non erano abbastanza alti da proteggere da una possibile nuova ondata durante l'estate.

“Ci sono sarà una nuova ondata nella regione europea dell'OMS a meno che non rimaniamo disciplinati”, ha affermato.

Il signor Kluge ha avvertito che la variante Delta potrebbe diventare il ceppo dominante in Europa entro agosto, con il 63% delle persone ancora in attesa del loro primo vaccino.

“Entro agosto, il La regione europea dell'OMS sarà 'delta dominante', ma non sarà nemmeno completamente vaccinata e sarà per lo più priva di restrizioni”, ha affermato.

Occorre fare di più per evitare un aumento delle infezioni e morti nei prossimi mesi, ha avvertito.

“Le persone devono farlo prendendosi cura in sicurezza dei comportamenti individuali, ma anche i governi, rafforzando i sistemi sanitari, aumentando i test, la tracciabilità dei contatti e il sequenziamento”, ha ha detto.

L'agenzia di controllo delle malattie dell'Unione Europea ECDC stima che la variante Delta potrebbe rappresentare oltre il 90% dei nuovi casi nell'Unione entro la fine dell'estate.

63 Views
(Visited 3 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *