Il sorprendente obiettivo vaccinale di Annastacia

Annastacia Palaszczuk afferma che i confini internazionali dell'Australia dovrebbero riaprire una volta che a tutti sarà stato offerto il vaccino, indipendentemente dai tassi di vaccinazione effettivi.

I commenti del Premier del Queensland di venerdì fanno eco a quelli del Premier del Victoria Dan Andrews ieri, ma sono in netto contrasto con la premier del NSW Gladys Berejiklian, che all'inizio di questa settimana ha fissato un obiettivo di vaccinazione dell'80% per il suo stato di tornare alla “normalità Covid”.

“Quello che vorremmo vedere è ogni australiano che può ricevere il vaccino”, ha detto la signora Palaszczuk ai giornalisti.

“Una volta che ciò accade, penso che siano i criteri critici per il governo federale per prendere una decisione (sui confini).”

Ha sottolineato che è stata una decisione del governo federale, ma “Penso che tutti si sentirebbero a proprio agio se sapessero che a ogni singola persona della loro famiglia è stata offerta l'opportunità di un vaccino”.

“Pensateci – se, per esempio, i membri della vostra famiglia non avessero avuto quell'offerta di il vaccino e il virus sono arrivati e sono finiti su un ventilatore, non te lo perdoneresti”, ha detto.

“Quindi penso che ogni australiano idoneo dovrebbe avere l'opportunità di ricevere un vaccino . Quello che vedremo in alcuni paesi è che alcuni paesi faranno vaccinare la loro popolazione e poi si apriranno. ”

Giovedì, Andrews ha preso una posizione simile, dicendo che la fine dei blocchi non dovrebbe essere collegata alle vaccinazioni somministrate ma piuttosto alle vaccinazioni offerte.

Ma la signora Berejiklian ha detto all'inizio di questa settimana che i residenti del NSW potrebbero aspettarsi restrizioni e blocchi in corso fino al “vasto maggioranza” della popolazione è stata vaccinata.

“È necessario vaccinare tra il 75 e l'80 per cento della popolazione prima di poter iniziare a conversare su come sia la normalità del Covid – questo è l'obiettivo”, ha ha detto.

I commenti della signora Palaszczuk sono arrivati quando ha annunciato che il blocco di tre giorni dello stato sarebbe stato esteso per altre 24 ore per Brisbane e Moreton Bay, a seguito della scoperta di due nuovi casi misteriosi.

La conferenza stampa è stata più breve del solito poiché il Premier avrebbe dovuto partecipare a una riunione del gabinetto nazionale, in cui i problemi comprese le strutture di quarantena per i viaggiatori internazionali rimpatriati e la vaccinazione dovevano essere discusse.

Il governo del Queensland ha puntato il dito contro il Commonwealth per i casi in cui il virus è sfuggito alla quarantena dell'hotel.

La sig.ra Palaszczuk ha ha chiesto la riduzione del numero di viaggiatori di ritorno e la creazione di strutture regionali di quarantena dedicate.

È stata decisamente più sommessa rispetto alla caotica conferenza stampa di giovedì, in cui la signora Palaszczuk ha aggredito un giornalista “rude” di Channel 7 mentre affrontava domande sui suoi commenti sul vaccino AstraZeneca il giorno precedente.

Il Premier e capo della sanità Jeannette Young era stato accusato di diffondere disinformazione e mettere a repentaglio il lancio del vaccino già caotico del paese, dopo aver avvertito con forza i giovani del Queensland di ignorare l'annuncio del primo ministro Scott Morrison che i minori di 40 anni potrebbero ottenere il colpo di AstraZeneca.

Ms Palaszczuk ha sbattuto contro il primo ministro mercoledì, dicendo che il governo nazionale aveva fatto nessuna decisione del genere. Ha detto che il consiglio dell'esperto non è cambiato e che AstraZeneca è stato raccomandato solo per gli over 60 a causa del rischio di coaguli di sangue.

La dottoressa Young ha detto che non voleva che un giovane morisse a causa del vaccino quando era a basso rischio di Covid-19.

“Non voglio che un diciottenne nel Queensland muoia di una malattia della coagulazione che, se avessero il Covid, probabilmente non morirebbero”, ha detto mercoledì.

“Abbiamo avuto pochissimi decessi a causa di Covid-19 in Australia in persone di età inferiore ai 50, e non sarebbe terribile che il nostro primo diciottenne nel Queensland che muore in relazione a questa pandemia sia morto a causa del vaccino?”

Giovedì, sia la signora Palaszczuk che il dottor Young erano a fatica a sostenere la vaccinazione, ma non si è tirato indietro dalla loro posizione su AstraZeneca.

“Siamo a favore della vaccinazione”, ha detto la signora Palaszczuk.

“Lasciatemi dire questo molto chiaramente – nei prossimi tre mesi, e l'ho sempre detto, siamo stati informati che ci sarà un'abbondante offerta di Pfizer e Moderna affinché la maggior parte della popolazione si vaccinasse.”

La dott.ssa Young ha affermato di non essersi pentita dei suoi commenti sull'ipotetica morte di una diciottenne.

“No, questa è la verità, che c'è il rischio che tu possa morire per uno di quei rari, e sono rari coaguli di sangue, e più sei giovane più è probabile che accada “, ha risposto.

“Sto dando il mio consiglio. Sono un medico. Sono stato coinvolto nel programma di vaccinazione australiano per 16 anni. Ma voglio che il vaccino giusto vada alla persona giusta.”

frank.chung@news.com.au

36 Views
(Visited 4 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *