Buone notizie per 34.000 australiani all'estero

Il ministro degli Esteri australiano Marise Payne ha promesso di sostenere finanziariamente il ritorno a casa degli australiani all'estero a fronte di un limite di viaggio ridotto.

Il numero di arrivi internazionali è stato ridotto temporaneamente a 3035 in tutto il paese, ma i voli di rimpatrio saranno aumentati.

La riduzione dei voli ha portato ad accuse di abuso di prezzi da parte delle compagnie aeree poiché più di 34.000 australiani cercano di tornare a casa.

Prezzi dei biglietti per i voli da Londra a Sydney è salito fino a $ 38.000 solo andata, un giorno dopo che il primo ministro Scott Morrison ha annunciato una riduzione dei passeggeri in arrivo in risposta ai rischi posti dal ceppo Delta di Covid-19.

Ms Payne ha affermato che il nuovo tetto riflette “l'ambiente molto difficile” e ha incoraggiato coloro che si trovano all'estero a contattare il Centro consolare di emergenza di DFAT, soprattutto se hanno bisogno di assistenza finanziaria.

“So che ci sono molti australiani e molte famiglie che avere a che fare con questa notizia e questo cambiamento”, ha detto a 2GB. “Siamo stati in grado di assistere finanziariamente un certo numero di australiani in termini di prezzi dei biglietti … abbiamo aiutato oltre 4600 australiani e fornito oltre 34 milioni di dollari per farlo per coloro che hanno dovuto pagare i costi per rimanere sul posto se non sono stati in grado per trovare voli o per assistere con i prezzi dei biglietti.”

I viaggiatori che vogliono andare da Londra a Sydney intorno al 14 luglio, a bordo di American Airlines, Malaysia Airlines o United Airlines quando i limiti di viaggio saranno dimezzati, avranno pagare ovunque da $ 5229 a quasi $ 36.500 per voli con più scali.

Ha detto che i rapporti sui prezzi altissimi dei biglietti “sorgono preoccupazioni”.

Con gli aerei che trasportano solo 25 pagando i passeggeri a bordo, molte compagnie aeree stanno valutando se continuare i loro voli per l'Australia.

“Non vogliamo vedere nessuno che cerca di trarne vantaggio”, ha detto. “Ma … è un ambiente commerciale molto, molto difficile in cui operano le compagnie aeree.”

La signora Payne ha affermato che da qui a settembre sono stati programmati 20 voli di rimpatrio.

Il ministro degli Esteri ha affermato un certo numero di stati, tra cui il NSW e l'Australia Meridionale, erano interessati a provare la quarantena domestica per 14 giorni piuttosto che costringere gli australiani a pagare $ 3000 per stare in un hotel.

45 Views
(Visited 7 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *