'Let it rip': la scommessa covid estrema di Nation

Nelle ultime settimane si è parlato molto dei piani di uscita dal Covid-19 di diverse nazioni.

Singapore intende non segnalare più i numeri dei casi una volta che le vaccinazioni raggiungeranno un certo livello e Abu Dhabi bandirà i non vaccinati dai centri commerciali. Anche l'Australia, infine, ha una linea guida di base della strada da percorrere.

Ma il piano del Regno Unito per convivere con il covid – che entrerà in vigore tra meno di due settimane – potrebbe essere il più estremo di sempre.

Con solo la metà della popolazione completamente vaccinata e con la variante Delta che causa un aumento dei casi, l'Inghilterra prevede di sbarazzarsi di quasi tutte le precauzioni contro la pandemia il 19 luglio.

Essenzialmente, il Regno Unito spererà il migliore.

Il primo ministro Boris Johnson ha affermato che potrebbero esserci fino a 50.000 nuovi casi al giorno prima che finiscano le restrizioni.

Tuttavia, era “ora o mai più”, ha detto.

Il principale consigliere sanitario inglese ha avvertito che le morti sono inevitabili, ma ritardare la fine delle restrizioni potrebbe effettivamente peggiorare la situazione.

Un editoriale critico di un quotidiano ha affermato che la politica britannica è ora per “lasciare che il covid strappi” che era “moralmente indifendibile”.

È stato soprannominato l'approccio “tutto o niente” o “big bang”. È certamente la grande scommessa di Boris Johnson.

La Gran Bretagna eliminerà le restrizioni covid in meno di due settimane

Il Regno Unito è tra i primi 10 paesi quando si tratta di vaccinazioni con il 50% di tutte le persone che hanno avuto entrambe le dosi.

Anche così, attualmente sta assistendo a un grande aumento dei casi. Il Paese è passato da 2000 infezioni al giorno a fine maggio a 27.000 lunedì.

Anche i decessi per Covid sono in aumento ma rimangono fortunatamente bassi a circa 18 al giorno. In confronto, lo scorso dicembre, lo stesso giorno in cui sono stati registrati 27.000 nuovi casi, sono morte quasi 500 persone.

La combinazione di vaccini e la possibilità che la variante Delta possa essere un po' meno mortale ha tenuto lontani i decessi più in basso.

Quel baluardo della vaccinazione è costruito solo a metà.

Ma parlando lunedì, Johnson ha detto che il paese non può più aspettare e farebbe il passo successivo radicale per essere la più restrizione -nazione europea libera.

“Dobbiamo essere onesti con noi stessi che se non potremo riaprire la nostra società nelle prossime settimane, quando saremo aiutati dall'arrivo dell'estate e dalle vacanze scolastiche, dobbiamo chiederci: quando potremo tornare alla normalità?”

Dal 19 luglio in Inghilterra non verrà imposto il distanziamento sociale, le mascherine nella maggior parte degli ambienti saranno del tutto volontarie e le discoteche riapriranno.

Le uniche restrizioni che rimarranno saranno la necessità di isolarsi dopo aver contratto il Covid-19 e i limiti su alcuni viaggi internazionali.

Scozia, Il Galles e l'Irlanda del Nord si occupano delle proprie misure sanitarie e potrebbero non eliminare tutte le restrizioni allo stesso tempo.

Il signor Johnson ha affermato che a ogni adulto in Gran Bretagna verrà offerto un secondo vaccino entro la metà di settembre. Più di due terzi dei britannici hanno già ricevuto almeno una dose dei vaccini AstraZeneca, Pfizer o Moderna.

CORRELATI: il piano radicale di Singapore per convivere con il covid potrebbe funzionare in Australia

Ritornare in inverno sarebbe peggio

Alcuni hanno affermato che il paese dovrebbe rinviare l'allentamento delle restrizioni fino a quando più persone non saranno completamente vaccinate e quindi protette.

Ma la modellazione dell'Imperial College di Londra ha scoperto che ciò potrebbe essere involontariamente disastroso perché ciò vedrebbe probabilmente un aumento dei casi nell'inverno dell'emisfero settentrionale nel bel mezzo della stagione influenzale.

Quello scenario da incubo vedrebbe le risorse ospedaliere allungate e alla fine potrebbe portare a più morti.

“ Ad un certo punto, passi alla situazione in cui invece di evitare effettivamente i ricoveri e i decessi, passi semplicemente a ritardarli”, ha detto il direttore medico dell'Inghilterra, il professor Chris Whitty.

“C'è un forte vista da molte persone, me compreso in realtà, che andare in estate ha alcuni vantaggi per aprirsi all'autunno quando le scuole stanno tornando e quando ci stiamo dirigendo verso il periodo invernale, quando il Servizio sanitario nazionale tende ad essere sotto maggiore pressione per molti altri motivi.

La speranza è che i casi di coronavirus raggiungano il picco in estate prima di scendere verso l'inverno.

Tuttavia, il professor Whitty ha affermato che la data del 19 luglio per porre fine alle restrizioni era una scommessa.

“Inevitabilmente, con tutti i modelli devi dire che c'è un certo grado di incertezza”, ha detto.

Il primo ministro Johnson ha detto ai giornalisti che ora “non era il momento di accontentarsi della demob”. Ha detto che avrebbe continuato a indossare una maschera in luoghi affollati.

'Let it rip'

Ma Jude Diggins del sindacato Royal College of Nursing ha criticato i piani del governo.

“Questa malattia non scompare il 19 luglio. Il governo rimpiangerà il giorno in cui ha inviato il segnale sbagliato per l'opportunità politica.”

Il leader dell'opposizione Sir Keir Starmer ha affermato che l'abolizione delle restrizioni in una volta sola mentre i casi continuavano a crescere è stata “sconsiderata”.

E in un editoriale feroce, il Irish Times ha criticato Johnson sulla nuova politica. L'Irlanda condivide un confine terrestre poroso con la regione dell'Irlanda del Nord del Regno Unito. Ci sono preoccupazioni che qualunque cambiamento introduca la Gran Bretagna possa rimbalzare a sud della frontiera.

“In effetti, ora è politica del governo britannico lasciare che il Covid-19 dilani la popolazione. È una posizione moralmente indifendibile che costerà cara alla Gran Bretagna – e ai suoi vicini -“, si legge.

Nel segno che gran parte del resto d'Europa si sta muovendo nella direzione della Gran Bretagna, la Germania ha detto che il doppio colpo Gli inglesi potranno visitare la quarantena gratuitamente da questa settimana.

Tuttavia, il signor Johnson ha suonato una nota di cautela. Mentre la Gran Bretagna era pronta a lanciarsi in una scommessa con il covid, se la scommessa fosse fallita, le restrizioni potrebbero tornare.

“Se troviamo un'altra variante che non risponde ai vaccini, se, il cielo non voglia, dovrebbero apparire alcuni nuovi terribili bug, quindi chiaramente dovremo prendere tutte le misure necessarie per proteggere il pubblico.”

Il mondo sta osservando attentamente mentre la Gran Bretagna lancia i dadi con Covid-19.

22 Views
(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *