La terribile previsione di Gladys Berejiklian dopo 77 nuovi casi confermati

La premier del NSW Gladys Berejiklian afferma di avere gravi timori per l'epidemia di Covid nello stato dopo che domenica mattina sono stati segnalati 77 casi nella comunità. 44, significava che i funzionari sanitari si stavano preparando per oltre 100 lunedì mentre la città più popolosa dell'Australia entra nella terza settimana di blocco.

“Prevedo che i numeri nel Nuovo Galles del Sud saranno maggiori di 100 domani”, La signora Berejiklian ha detto ai media domenica mattina.

“Sarò scioccata se domani a quest'ora ci saranno meno di 100 nuovi casi. Quindi non possiamo sottolineare abbastanza l'importanza non solo di seguire le regole, ma anche di rendersi conto del rischio che le persone che soffriranno di più.”

Il Premier ha esortato tutti a Sydney a presumere di avere il virus e agire di conseguenza per arginare la diffusione dell'epidemia di ceppo Delta dello stato.

“È importante presumere che quando esci di casa, dati i numeri sono quelli che sono, è importante presumere che tu hai il virus o qualcuno con cui stai interagendo ha il virus”, ha continuato.

Tragicamente, il NSW ha registrato la prima morte per coronavirus in Australia quest'anno, dopo che una donna di 90 anni ha preso il virus “all'interno di l'ambiente domestico”.

Il picco di casi è arrivato dopo che una serie di assembramenti illegali è stata arrestata nell'ambito della vasta repressione della polizia della città. A un gruppo di uomini anziani fino all'età di 90 anni che giocano a carte a Marrickville è stato detto di disperdersi dopo essere stati catturati, mentre è stata dispersa anche la festa di compleanno di un diciottenne nei sobborghi occidentali.

Polizia del NSW Il vice commissario Gary Worboys ha affermato che nelle ultime 24 ore sono state emesse 106 notifiche di violazione “non solo nella Grande Sydney, ma anche nel Nuovo Galles del Sud”.

“Sei di questi avvisi sono andati a persone intorno a Orange e otto di quegli avvisi a Kings Cross e fuori a Penrith e anche nel sud-ovest di Sydney”, ha detto.

“Quindi la diffusione degli avvisi di violazione è proprio in tutto lo stato, il che è deludente. Quello che so è che le persone continuano, ancora una volta, in tutto lo stato, a chiamare Crime Stoppers, a denunciare le persone che stanno uscendo dall'ordine.”

La signora Berejiklian ha rifiutato di commentare la possibilità del fine del blocco nella data proposta di venerdì 16, dicendo che i numeri “non stanno andando nella giusta direzione”.

“Dobbiamo sempre valutare i consigli sulla salute. Ma penso che sia abbastanza chiaro vedere che i numeri non stanno andando nella giusta direzione in questo momento e voglio che la comunità sia preparata per questo”, ha detto.

“Purtroppo, lo so che per alcuni giorni, non appena avremo consigli sulla salute che ci forniranno informazioni su dove vengono tracciati i numeri e su come pensiamo sarà il futuro, lo comunicheremo.”

29 Views
(Visited 3 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *