Le foto satellitari rivelano il segreto della Cina

È grande. È remoto. È misterioso. È un enorme deserto radioattivo nell'”entroterra” cinese. E Pechino vi sta costruendo l'equivalente dell'Area 51. Due di loro.

La corsa agli armamenti tra Oriente e Occidente si sta nuovamente riscaldando.

La furtività è una notizia vecchia. Così come i missili da crociera e gli aerei spia ad alta quota.

I progetti “neri” degli anni 2020 riguardano tutti i droni, l'intelligenza artificiale e gli aerei da combattimento di sesta generazione.

Gli Stati Uniti ha perso la sua “Area 51” tra le dune del Nevada dalla fine della seconda guerra mondiale. Sebbene non sia mai esistito ufficialmente prima del 2013. Si chiama Dreamland. città dell'acqua. La gamma di allenamento del Nevada. Ranch paradiso. Groom Lake.

Ma, soprattutto, è noto come Area 51.

CORRELATO: Perché l'Area 51 è improvvisamente una “cosa”?

Lì sono nati velivoli come l'ultraveloce SR-71 Blackbird. Lì si trovavano scoperte segrete come il caccia stealth F117 Nighthawk. Molti altri strani e meravigliosi concetti di design sono stati testati lì.

Ora la Cina è nel business della corsa agli armamenti. Quindi sta costruendo il suo.

CORRELATO: La Cina ha lanciato un misterioso aereo spaziale robotico in orbita

Sembra aver scelto un ex campo di test nucleari in un angolo secco della provincia dello Xinjiang come struttura segreta per i test. Con la popolazione uigura locale imprigionata o intimidita alla sottomissione, la sua lontananza rende facile individuare gli estranei. E se il suo caldo torrido e le sue sabbie arse non scoraggiano le intrusioni “accidentali”, la radioattività probabilmente lo farà.

Ma, nell'era della sorveglianza satellitare commerciale, nascondere ciò che sta accadendo nei suoi aeroporti in espansione si sta dimostrando problematico.

Base aerea di Malan, Xinjiang

La struttura aerea militare di Malan si trova vicino al lago Bostun dello Xinjiang, in mezzo ad alcune delle poche comunità uigure e mongole della regione. È anche sul confine nord-occidentale della struttura per i test nucleari di Lop Nur.

CORRELATO: sorprendente scoperta nel deserto della Cina

Fondata con l'aiuto dell'Unione Sovietica nel 1959, furono condotti circa 45 test nucleari in questa landa deserta prima che cessasse le operazioni nel 1996. Gli aerei sganciarono bombe atomiche. I dispositivi sperimentali sono stati fatti esplodere sulle torri. Missili consegnati testate. E le armi su larga scala sono state fatte esplodere nel sottosuolo.

Le foto satellitari rivelano che questa base aerea è al centro del programma di sviluppo dei droni di Pechino.

Tyler Rogoway di Warzone ha analizzato nuove immagini da Planet Labs . Individuò una serie esotica di prototipi di droni dell'Aeronautica militare dell'Esercito popolare di liberazione, con un caccia Flanker J-16 con equipaggio al loro fianco.

“A prima vista, abbiamo pensato che potesse essere un Flanker senza equipaggio o con equipaggio opzionale derivato che è in fase di test, o qualcosa che ha a che fare con il raggruppamento aereo di velivoli con e senza equipaggio”, ha scritto.

È qualcosa che l'Australia ha attivamente perseguito con il suo progetto di droni Loyal Wingman. I grandi droni multiruolo controllati dall'intelligenza artificiale sono destinati a volare sotto l'occhio vigile di un F-35 Stealth Fighter, aiutando l'altro a raggiungere e distruggere il suo obiettivo.

Gli Stati Uniti stanno lavorando su un progetto simile “Skyborg”. Anche altre nazioni, come il Regno Unito e la Russia, sono sul carro.

Si crede che Pechino chiami il suo progetto “Intelligence Victory”.

Base aerea di Lop Nur, Xinjiang

La base aerea di Malan non è la caratteristica più misteriosa di Lop Nur. Circa 200 km a sud-est è una struttura ancora più insolita.

È enorme.

È in mezzo al nulla.

È stata usata pochissimo.

Ma sta subendo dei pesanti lavori di ampliamento.

I primi segni di costruzione sono stati notati nel 2016.

A cosa serva rimane in gran parte sconosciuto.

È si ritiene che sia stato il luogo di atterraggio del primo volo spaziale cinese senza equipaggio nel settembre dello scorso anno. Ma il suo atterraggio e il suo trasferimento in strutture protette sono passati inosservati. E Pechino non ha rilasciato alcun filmato del velivolo alato, che probabilmente svolge un ruolo simile al misterioso Boeing X-37B.

Ognuna delle sue tre piste – disposte in una formazione triangolare – è un enorme 5 km a lungo.

E i lavori di costruzione continuano.

Le foto satellitari di Maxar rivelano che è in corso un'enorme espansione del suo hangar e delle strutture di servizio. Secondo NPR, negli ultimi mesi sono iniziati i lavori su una dozzina di grandi edifici collegati a una striscia di servizio che parte dalla sua pista principale asfaltata.

A cosa potrebbero servire?

Potrebbero facilitare l'attività permanente nel sito segreto.

Nascondere e trovare

La Cina sta sviluppando il proprio bombardiere strategico stealth, l'H-20. Come il B-2 Spirit vintage degli anni '90 e il suo sostituto del B-21 Raider, questo grande aereo è destinato a spaziare in tutto il pianeta, consegnando testate nucleari o convenzionali senza essere osservato.

Sta anche sviluppando nuovi aerei da combattimento per la sua flotta di portaerei in rapida espansione. E poi c'è un probabile progetto di sostituzione per il caccia stealth J-20.

Questo prima che la sua enorme gamma di progetti sperimentali di droni venga presa in considerazione.

Mantenere segreti tali progetti è diventato incredibilmente difficile.

“Una componente importante della competizione per la sicurezza nel prossimo decennio sarà la sfida di 'nascondere e trovare', in particolare la lotta per identificare le posizioni e le attività di avversari come Cina e Russia”, afferma un recente rapporto del Center for Strategic & International Studies.

“Questa sfida comporta l'identificazione delle posizioni e delle attività degli avversari, compreso il movimento dei loro eserciti, marine, forze aeree e agenti dei servizi segreti.”

La minaccia sempre presente di “ occhi al cielo” ha visto lo Stato Islamico sviluppare alcune tattiche semplicistiche per nascondere le proprie attività. Le strade erano coperte di tende da sole. I veicoli erano camuffati. I manichini causavano distrazioni. L'attrezzatura effettiva è stata accuratamente nascosta.

Le grandi potenze mondiali ne hanno preso atto.

Gli Stati Uniti hanno ampliato le dimensioni degli hangar presso la struttura di test dell'Area 51 per tenere nascosti i propri progetti . Metterli in pista è limitato alle finestre sempre più strette tra i satelliti fotografici che passano sopra la testa.

Ma potrebbe essere necessario molto di più.

Tale è la quantità e la qualità delle immagini satellitari commerciali che un regno completamente nuovo di intelligence open source (OSINT) ha molestato le potenze internazionali. È probabile che presto appaiano nuovi mezzi di inganno o di interferenza.”

Jamie Seidel è uno scrittore freelance | @JamieSeidel

34 Views
(Visited 2 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *