L'epidemia nel NSW diventa mortale

L'epidemia di Covid-19 in NSW è diventata mortale dopo che una donna anziana è morta dopo aver contratto il virus da un contatto familiare.

Lo stato è sprofondato nella crisi domenica, confermando altri 77 casi, tra cui 33 persone che erano nella comunità mentre erano infettive.

Anche il premier del NSW Gladys Berejiklian ha rivelato una donna di 90 anni era morta dopo aver contratto il virus “all'interno dell'ambiente domestico”, esortando i residenti ad aderire alle restrizioni per evitare di mettere in pericolo i propri cari.

“Tragicamente, abbiamo visto morire una persona anziana e voglio estendere le mie più sentite condoglianze alle loro famiglie e ai loro cari”, ha detto.

“Non posso sottolineare abbastanza che ogni volta che rischiamo di infrangere le regole, o anche solo di fare i nostri affari e non sottoporsi al test quando è necessario, le persone la cui vita e la cui salute stiamo rischiando di più sono quelle più vicine a noi.”

Le autorità ritengono che la donna non sia stata vaccinata, ma stanno lavorando per confermare questo dettaglio .

Dei 77 nuovi casi, 50 erano familiari stretti di persone con il virus. La signora Berejiklian ha affermato che sarebbe “scioccata” se il numero di nuovi casi non superasse i 100 lunedì.

Il capo della sanità del NSW Kerry Chant ha affermato che la morte “evidenzia la gravità e l'impatto che il Covid può avere sull'amore”. persone, i più vicini e cari a te”.

“Questo evidenzia il punto critico intorno all'importanza di non mettere a rischio te stesso o i tuoi cari o la tua famiglia e i tuoi amici”, ha detto.

“Per favore, resta a casa, e questo significa stare all'interno di una famiglia. Non lasciare quell'ambiente familiare e non interagire con altri membri della famiglia.

“So che può essere un concetto difficile, data la vicinanza dei nuclei familiari, ma in questo momento… mantenere le famiglie come un'unità discreta, in modo da non correre il rischio di un'ulteriore diffusione.”

Il Newsletter di Party Games Ricevi il tuo briefing politico dall'editore politico di news.com.au Samantha Maiden.

La newsletter di Party Games Successo! Controlla la tua casella di posta per i dettagli. Vedi tutte le newsletter

Cinquantadue persone erano in ospedale con Covid-19 in tutto il NSW, 15 in terapia intensiva cura e cinque sui ventilatori.

Undici dei pazienti ricoverati avevano meno di 35 anni e sei avevano meno di 25 anni.

Il dottor Chant ha affermato che i pazienti in terapia intensiva “sfatano il mito che ( Covid-19) è solo per gli anziani”, con uno adolescente, uno ventenne e uno trentenne.

“Questa è una malattia grave, il Covid. Non possiamo permetterci di essere compiaciuti”, ha detto.

C'era un paziente in terapia intensiva di 40 anni, tre di 50, cinque di 60, due di 70 e uno di 80.

La dottoressa Chant ha affermato di apprezzare la forza dei legami familiari nel sud-ovest di Sydney, ma ha avvertito che si stavano rivelando “così dannosi” nel contenere il virus.

Ha affermato che molte comunità nella regione concepiscono la famiglia unità come famiglie estese, tra cui zie, zii, cugini e nipoti.

“È meraviglioso, ma in tempi di Covid, è così probabile che quelle interazioni tra quei gruppi familiari diffondano il Covid. Le persone che raggiungono i loro parenti sono solo una ricetta per la diffusione del Covid negli ambienti interni”, ha affermato.

42 Views
(Visited 2 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *