Bombshell “fuga” dal Cremlinom

I documenti trapelati dal Cremlino sembrano confermare che il presidente russo Vladimir Putin ha autorizzato personalmente un'operazione per aiutare Donald Trump a vincere le elezioni statunitensi del 2016.

I documenti in questione, ottenuti da The Guardian e liquidato come “una grande finzione” dalla Russia, sembra provenire da una riunione a porte chiuse del Consiglio di sicurezza nazionale del paese il 22 gennaio 2016.

A questo punto, Trump è stato il primo favorito per la nomina presidenziale del Partito Repubblicano, che ha continuato a rivendicare. Ha poi battuto la democratica Hillary Clinton alle elezioni generali di novembre.

CORRELATO: Trump schernisce Biden prima del summit di Putin

Il documento più significativo del Cremlino, etichettato No 32-04/vd, descrive Trump come il “candidato più promettente” dal punto di vista della Russia.

It afferma di essere un “individuo impulsivo, mentalmente instabile e squilibrato che soffre di un complesso di inferiorità” e la sua ascesa alla presidenza “porterà sicuramente alla destabilizzazione del sistema socio-politico degli Stati Uniti”.

“È acutamente necessario usare tutta la forza possibile per facilitare la sua elezione alla carica di presidente degli Stati Uniti”, afferma il giornale.

Si allude anche al kompromat (materiale compromettente) che la Russia avrebbe presumibilmente su Trump, riferendosi a “certi eventi” accaduti durante le sue precedenti visite a Mosca come uomo d'affari.

I membri del consiglio di sicurezza sono informati che possono trovare dettagli nell'appendice cinque, paragrafo cinque. In particolare, tuttavia, The Guardian non ha visto l'appendice e non ha idea di cosa contenga.

Come altri hanno già sottolineato, il fatto che anche l'appendice non sia trapelata è un ulteriore motivo per avvicinarsi a questi documenti con scetticismo.

Il giornale afferma di aver mostrato il materiale ad esperti indipendenti, i quali affermano che “sembra essere genuino”.

“I dettagli accidentali risultano accurati. Si dice che il tono generale e la spinta siano coerenti con il pensiero sulla sicurezza del Cremlino”, riporta.

Dice anche che le agenzie di intelligence occidentali sono “a conoscenza” dei documenti da diversi mesi e li hanno “esaminati attentamente” .

E ha confermato che una riunione del Consiglio di sicurezza nazionale della Russia si è effettivamente svolta al Cremlino il 22 gennaio. C'è una foto ufficiale dell'occasione.

Tra i partecipanti c'erano Putin, il primo ministro Dmitry Medvedev, il ministro degli esteri Sergei Lavrov, il capo del GRU (agenzia di intelligence militare) Sergei Shoigu, l'SVR (servizio di intelligence estero) Mikhail Fradkov e il capo dell'FSB (agenzia di spionaggio) Alexander Bortnikov.

All'epoca , il Cremlino ha affermato che l'incontro è stato convocato per discutere di politica economica.

Il documento trapelato non si concentra solo su Trump. Include anche una valutazione più generale dell'America e delle sue debolezze, evidenziando un “umore anti-establishment” e un “divario politico sempre più profondo tra sinistra e destra”.

Dopo la riunione del consiglio di sicurezza, Putin ha emesso un nuovo decreto che istituisce una commissione segreta, il cui compito era quello di raggiungere gli obiettivi di cui al n. All'SVR, l'agenzia di intelligence straniera della Russia, è stato detto di raccogliere ulteriori informazioni per supportare la commissione.

Diverse settimane dopo, gli hacker russi hanno violato i server del Comitato nazionale democratico. Il materiale che hanno trovato, comprese migliaia di email private, è stato rilasciato prima delle elezioni nel tentativo di danneggiare la campagna della Clinton.

Le agenzie di intelligence statunitensi molto tempo fa hanno concluso “con grande fiducia” che Putin ha autorizzato una campagna di cyber attacchi e notizie false progettate per ferire la Clinton.

In una dichiarazione prima del vertice bilaterale del presidente Joe Biden con Putin il mese scorso, Trump ha chiarito che crede ancora che le smentite di Putin su tale conclusione da parte del suo stesso paese esperti di intelligence.

39 Views
(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *