Blocco “permanente” possibile per Sydney

Il lockdown potrebbe essere una parte “permanente” della vita fino a quando la maggior parte della popolazione non sarà vaccinata, secondo un economista australiano.

Mentre i Sydneysider sono sulle spine per vedere se i loro sforzi di blocco saranno rappresentati in un declino del caso Covid-19, l'economista Gareth Aird ha affermato che potrebbe essere necessario fare i conti con restrizioni che durano molto più del previsto.

Il signor Aird, che è il capo dell'economia australiana di CommBank, ha detto a The Australian che la prossima settimana sarebbe fondamentale per determinare se un blocco termina la data potrebbe essere presto fissata.

“Avremo un indicatore molto migliore per stabilire se il blocco più rigoroso ridurrà o meno il numero giornaliero di nuovi casi di Covid-19 in un modo che ci consentirà di proiettare il data di fine del blocco”, ha affermato.

“In caso contrario, è probabile che ci troviamo di fronte a uno scenario centrale per l'economia che vede il blocco nella Grande Sydney come una caratteristica permanente fino a quando è stata raggiunta la soglia del vaccino da determinare.”

Il premier Gladys Berejiklian ha continuato a promuovere i vaccini come l'unica vera via d'uscita dalla pandemia e venerdì ha chiesto il sostegno federale per vaccinare urgentemente le persone nell'ovest e nel sud-ovest di Sydney.

Ha anche avvertito che le restrizioni potrebbero rimanere in vigore fino a ottobre, quando si prevedeva che la maggior parte della popolazione sarebbe stata vaccinata.

“ La nostra sfida è, come ho detto ieri, vivere nel modo più libero e sicuro possibile fino a quando non avremo abbastanza vaccini in armi”, ha detto.

“Ciò significa che dobbiamo vivere nel modo più libero e sicuro possibile nei mesi di agosto, settembre e ottobre, secondo l'implementazione della vaccinazione federale (governativa).”

Venerdì sono stati annunciati 136 nuovi casi di Covid-19, il numero giornaliero più alto finora nell'attuale epidemia .

Questo nonostante Greater Sydney sia stata bloccata per un mese.

L'intera economia australiana ha colpito

La chiusura del settore edile e delle attività non essenziali nella Grande Sydney in combinazione con i blocchi del Victoria e del South Australia avrebbero avuto conseguenze disastrose sul PIL del paese, secondo Mr Aird.

La sua precedente previsione di un calo dell'1,4% del PIL per il trimestre di settembre era ormai fuori discussione, così come la sua previsione di una contrazione economica dello 0,7%.

Il signor Aird ha sostenuto che il sostegno al reddito per le imprese e i lavoratori è la migliore possibilità per l'Australia di riprendersi economicamente una volta terminato il blocco.

70 Views
(Visited 2 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *