Invito a vietare unvaxxed da ristoranti, caffè

Più della metà dei proprietari di ristoranti e caffè australiani afferma di essere “preoccupata” di servire i clienti non vaccinati se il Covid-19 dovesse alla fine diffondersi e un quarto vuole l'opzione di rifiutare il servizio ai non vaccinati.

La prospettiva che gli australiani non vaccinati non siano in grado di uscire per un pasto è uno dei numerosi risultati in un'istantanea del settore dell'ospitalità della nazione che ha anche riscontrato che meno della metà dei ristoranti era ottimista sull'immediato futuro del settore.

Il Hospovitality Index Report dell'azienda di consegna di cibo Deliveroo ha rilevato che un'enorme mancanza di personale era il problema numero uno per il settore.

Un proprietario di un bar a Melbourne ha detto a news.com.au che gli ci era voluto un mese per trovare un barista e in alcuni casi era stato costretto ad aumentare gli stipendi per far salire a bordo persone qualificate.

Ristoranti, caffè “incerti sul futuro”

La fiducia complessiva nel settore dell'ospitalità è diminuita da quando Lo stesso sondaggio a gennaio, ma è ancora superiore a quello di agosto 2020 quando Melbourne era nel suo mega-blocco.

Ma l'amministratore delegato di Deliveroo Australia, Ed McManus, ha dichiarato a news.com.au che l'attuale ricerca era fatto prima di uno qualsiasi dei recenti blocchi che a un certo punto hanno visto i ristoranti chiusi per cenare di persona in tre capitali.

“C'è stato un calo della fiducia, ma se intervistati in questo momento le cose sarebbero anche peggiori, ” ha detto.

“È stata una situazione molto difficile per gli operatori sia finanziariamente che dal punto di vista della salute mentale e quando parlo con i ristoratori la cosa più importante che sento è anche con tassi di vaccinazione crescenti c'è incertezza sul futuro.”

Opzione per non servire i non vaccinati

Un risultato degno di nota del rapporto, che è stato prodotto dopo il feedback di 439 operatori di ristoranti Deliveroo in tutto il paese, è stato che il 53% dei punti vendita era preoccupato per il servizio cliente non vaccinato e il 24% vorrebbe la possibilità di non servire nessuno che non fosse stato vaccinato in caso di epidemia futura.

Attualmente, solo il 14% degli australiani ha avuto due colpi. Ma un eventuale piano del governo prevede che le restrizioni vengano ridotte una volta che i tassi di vaccinazione aumenteranno abbastanza, una mossa che porterà inevitabilmente alla circolazione del virus.

“Non è davvero una sorpresa che alcune persone che lavorano in quella prima linea potrebbe volere la sicurezza di sapere che la persona che stanno servendo ha avuto due colpi”, ha affermato McManus.

“Tutti parlano di un passaporto vaccinale per viaggiare in paesi diversi, ma c'è una versione del passaporto vaccinale che ti permette di andare a eventi sportivi dove ci sarà folla o di frequentare un ristorante?

“Queste non sono domande per oggi, perché in questo momento dobbiamo ottenere la vaccinazione aumenta, ma è qualcosa che penso che dovremo considerare come società.”

CORRELATO: Dozzine di nuovi negozi KFC, Taco Bell da aprire , consegna in espansione

Morgan Hepworth del Bistro Morgan di Melbourne, noto per le sue ciambelle impilate in modo precario con ripieni indulgenti come c rème brulee o Kinder Bueno cheesecake, ha detto a news.com.au chiedere alle persone una prova della vaccinazione potrebbe essere qualcosa che avrebbe esaminato in futuro con il suo staff.

Tuttavia, il prodigio della pasticceria, che ha aperto il suo forno a Windsor cinque anni fa quando aveva solo 15 anni, ha detto che sarebbe stato difficile far rispettare perché anche ora alcune persone si rifiutano di indossare maschere o addirittura di accedere tramite il proprio telefono.

“È molto linea sottile tra mostrare rispetto al cliente e anche garantire che stiamo cercando di seguire i consigli sulla salute”, ha detto.

“Immagino che la situazione della vaccinazione sarebbe molto simile. ”

Il signor Hepworth ha detto che avrebbe messo il personale alla mercé di clienti molesti.

“Ho avuto un membro del personale che ha detto a un cliente che non potevano servirli se non hanno fatto il check-in e il cliente ha iniziato a urlare e a dire che ci avrebbe denunciato e poi ho ricevuto una chiamata dal membro dello staff in lacrime”, ha detto.

Salari in aumento mentre l'industria lotta per fi nd staff

Tuttavia, la sua più grande preoccupazione attuale era qualcosa di più immediato: la mancanza di personale. In effetti, il sondaggio di Deliveroo ha rilevato che il 59% dei ristoranti ha affermato che la disponibilità del personale era il loro problema numero uno.

La chiave di ciò è che molte posizioni sono state assunte da studenti e viaggiatori con lo zaino o da personale qualificato di all'estero.

“Il Covid ha davvero tagliato l'offerta di personale e abbiamo trovato più difficile che mai trovare nuovo personale”, ha affermato Hepworth.

At un punto Bistro Morgan, che di solito ha 15 dipendenti, aveva solo i due terzi dei dipendenti necessari costringendo il signor Morgan a lavorare più ore per recuperare il lavoro.

“Mi ci è voluto un mese per riempire la posizione di un barista. E trovare un fornaio è stata una delle posizioni più difficili da riempire perché la maggioranza era internazionale”, ha detto.

“Dovevamo offrire stipendi superiori perché avevamo solo bisogno di qualcuno.”

)

Il sito web per l'occupazione Seek ha dichiarato di avere quasi 50.000 posti di lavoro nel settore alberghiero disponibili a maggio solo sul suo sito. McManus di Deliveroo aveva detto di aver sentito che ora c'erano fino a 100.000 posizioni vacanti nel settore.

Le attività che stavano avendo successo, ha affermato McManus, erano quelle che stavano facendo della consegna una parte fondamentale della loro offerta.

“Sei indietro di tre anni e la consegna era probabilmente solo un'aggiunta all'attività di un ristorante e molti proprietari non hanno cambiato nulla di ciò che hanno fatto”, ha detto.

“Ora quello che stiamo iniziando a osservare è che i proprietari di ristoranti che hanno davvero abbracciato la consegna stanno cambiando il loro assetto che può essere cose semplici come un ingresso separato per i ciclisti per venire a raccogliere o riconoscere alcuni cibi fornire risultati migliori di altri.”

La pandemia, ha affermato McManus, ha solo aumentato questa tendenza.

Ma alla fine, la via d'uscita per l'industria è stata la come tutti gli altri.

“La nostra vibrante cultura del ristorante è una parte così importante dell'Australia”, ha detto.

“Penso che vaccinarsi sia quasi un patriottismo , non appena tu can.

“E questa è la migliore possibilità che abbiamo per aprire la nostra economia e tornare al fiorente settore della ristorazione che tutti conosciamo e amiamo.”

40 Views
(Visited 2 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *