La lettera rilasciata avverte il presidente degli Stati Uniti

Più di 1000 persone colpite dagli attacchi terroristici dell'11 settembre non vogliono che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden partecipi agli eventi del 20° anniversario a meno che non accetti di declassificare le prove che ritengono mostreranno un collegamento con i leader dell'Arabia Saudita.

Quasi 1800 membri della famiglia delle vittime, i primi soccorritori e i sopravvissuti hanno rilasciato la dichiarazione venerdì, chiedendo a Biden di stare lontano da tre luoghi in cui sono avvenuti gli attacchi: a New York, in Virginia e in Pennsylvania, a meno che non rilasci i documenti.

Ritengono che i documenti confermeranno che i funzionari sauditi erano coinvolti nel sostenere gli attacchi dell'11 settembre 2001 alle World Trade Towers.

Sostengono che il signor Biden ha promesso durante la sua campagna elettorale per essere più trasparente e per rilasciare quante più informazioni possibili.

CORRELATO: Ricordi inquietanti dell'attacco dell'11 settembre

“Non possiamo in buona fede, e con venerazione verso i perduti, i malati e i feriti, accogliere il presidente nei nostri luoghi santi finché non adempirà è il suo impegno”, afferma la lettera fornita alla NBC.

“Dalla conclusione della Commissione sull'11 settembre nel 2004, sono state scoperte molte prove investigative che implicavano il coinvolgimento di funzionari del governo saudita nel sostenere gli attacchi”, afferma la dichiarazione. .

“Attraverso molteplici amministrazioni, il Dipartimento di Giustizia e l'FBI hanno attivamente cercato di mantenere segrete queste informazioni e impedire al popolo americano di conoscere tutta la verità sugli attacchi dell'11 settembre.”

IN RELAZIONE: Le immagini strazianti mostrano l'orrore dell'attacco dell'11 settembre

In particolare, il gruppo vuole tutti i documenti relativi a un Federal Bureau of Investigation ( FBI) nel 2016 che ha esaminato i presunti collegamenti sauditi.

“Vent'anni dopo, non c'è semplicemente alcun motivo – affermazioni immeritate di “sicurezza nazionale” o altro – per mantenere segrete queste informazioni”, la lettera afferma.

“Mentre ci avviciniamo al ventesimo anniversario dell'11 settembre, ed essendo stati usati come merce di scambio politica per due decenni, la nostra pazienza h come scaduto.”

Dicono che se il signor Biden non rilasciasse i documenti, sarebbero costretti a opporsi a qualsiasi partecipazione di questa amministrazione a cerimonie commemorative.

Quasi 3000 persone erano ucciso quando i terroristi hanno dirottato quattro aerei commerciali e li hanno sbattuti contro il World Trade Center, il Pentagono e un campo in Pennsylvania.

È stato il peggior attacco terroristico mai avvenuto sul suolo americano.

18 Views
(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *