L'apparente discrepanza tra l'età e le dimensioni dell'universo è una delle domande più interessanti in astrofisica. L'età dell'universo, come determinato dalle ultime misurazioni astrofisiche, è di circa 13,8 miliardi di anni. Nel frattempo, il diametro dell'universo, che probabilmente ha la forma di una sfera, è di circa 92 miliardi di anni luce. Quindi, se nulla viaggia più veloce della luce, come può esserci una tale discrepanza tra le scale temporali e spaziali? La dimensione dell'universo in anni luce non dovrebbe corrispondere esattamente al suo diametro, e questi numeri sono davvero veri? La linea temporale dell'universo. Credito immagine: N.R.Fuller, National Science Foundation Stiamo ancora osservando il fondo cosmico a microonde, il primo residuo del tempo del big bang. Sembrerebbe che questo tipo di radiazione avrebbe dovuto viaggiare solo 13,8 miliardi di anni luce fino a raggiungere noi, perché, beh, l'età dell'universo è di 13,8 miliardi di anni. E questo sarebbe vero, se l'universo fosse statico. L'intera confusione nasce dal fatto che lo spazio si sta ancora espandendo e questa espansione sta solo accelerando. In questo video, il Dr. Don Lincoln del Fermilab spiega perché questi numeri non corrispondono, e non possiamo e perché non vedremo mai l'altra estremità dell'universo:

27 Views
(Visited 3 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *