La giornalista australiana riceve una chiamata a sorpresa dai talebani mentre è in diretta

Un conduttore della BBC di origine afghana ha ricevuto una telefonata sorprendente da un portavoce dei talebani mentre stava trasmettendo in diretta, dopo che il gruppo estremista ha rovesciato il governo.

Yalda Hakim, la cui famiglia è fuggita dall'Afghanistan a cavallo quando era una bambina prima di stabilirsi in Australia a metà degli anni '80, ha mantenuto la calma quando Suhail Shaheen ha chiamato il suo telefono cellulare mentre stava conducendo un'intervista.

Ha cambiato rapidamente marcia, ha trasferito Shaheen a un altoparlante e ha condito il rappresentante con domande mentre i talebani dichiaravano vittoria a Kabul 20 anni dopo essere stati rimossi dal potere dalle forze guidate dagli Stati Uniti.

“OK, abbiamo il portavoce dei talebani Shail Shaheen in linea . Signor Shaheen, mi sente?” ha detto il giornalista australiano.

Dopo aver confermato di poterla sentire, Shaheen si è lanciato in un discorso in cui ha promesso “pace” nel paese devastato dalla guerra.

“Non dovrebbe essere qualsiasi confusione, siamo sicuri che il popolo afgano nella città di Kabul, che le loro proprietà e le loro vite sono al sicuro. Non ci sarà vendetta su nessuno. Siamo i servitori del popolo e di questo Paese”, ha detto.

“La nostra leadership ha ordinato alle nostre forze di rimanere alle porte di Kabul, di non entrare in città. Siamo in attesa di un trasferimento pacifico del potere”, ha aggiunto Shaheen, che non ha escluso che possano essere utilizzate esecuzioni pubbliche e punizioni di amputazione.

“Non posso dirlo in questo momento, dipende dai giudici nei tribunali e dalle leggi. I giudici saranno nominati secondo la legge del futuro governo”, ha detto il portavoce, che ha anche confermato che il Paese tornerà alla versione estrema della sharia islamica.

“Certo, vogliamo l'Islam governo”, ha detto Shaheen durante l'intervista di mezz'ora.

Ha anche affermato che i talebani rispetteranno i diritti delle donne e consentiranno loro l'accesso all'istruzione.

I colleghi di Hakim l'hanno elogiata per aver mantenuto la sua compostezza quando ha ricevuto la chiamata a sorpresa – e anche per la sua intervista di sondaggio.

“Non ho mai assistito a niente di simile a quello che è successo in studio questa mattina, indicando il nostro microfono ospite al cellulare di @BBCYaldaHakim come talebano il portavoce l'ha suonata nel bel mezzo di un'altra intervista in diretta”, ha detto su Twitter un manager della BBC TV.

“Il tempismo è tutto, non è stato possibile riorganizzarlo”, ha aggiunto.

L'emittente Aasmah Mir ha scritto: “Quell'intervista ai talebani della BBC è semplicemente strabiliante. Tutti i 32 minuti. Yalda Hakim è un capo assoluto.”

Chi è Yalda Hakim?

Hakim aveva solo sei anni mesi quando la sua famiglia fuggì in Pakistan durante la guerra afgano-sovietica. Suo padre era un architetto ed evitava la coscrizione, quindi mise Hakim e sua madre su un cavallo, il fratello e la sorella maggiori su un altro e li condussero fuori dal paese a piedi.

Camminarono per 10 giorni prima di arrivare a Pakistan, dove sono rimasti per due anni prima di essere sponsorizzati da una coppia australiana per trasferirsi nel NSW.

Ha frequentato la Macarthur Girls High School a Parramatta prima di studiare giornalismo al Macleay College di Sydney. Ha lavorato per la SBS prima di trasferirsi a Londra e assumere un ruolo con la BBC nel 2012.

È una star in Afghanistan, che ha visitato per la prima volta nel 2008. Hakim ha intervistato l'allora presidente dell'Afghanistan Hamid Karzai nel 2013, ha ricevuto il Premio per la pace dei media delle Nazioni Unite e ora è il protagonista del programma di punta della BBC Impact.

Nel 2018 ha detto a Women's Weekly che la sua prima tappa in qualsiasi paese che stava visitando come giornalista era il salone.

Ha rivelato che la strategia unica le ha permesso di attingere a ciò che le donne spesso represse stanno realmente vivendo .

“Mi faccio i capelli, loro si stanno facendo i capelli, si tolgono il foulard e all'improvviso vedo cosa sta succedendo sotto le sciarpe: capelli biondi ossigenati e abiti incredibili e abbaglianti”, lei ha detto.

“Poi parlano di tutto, da come hanno a che fare con la maternità al matrimonio, ma anche di politica e il loro posto nella società e cosa sta succedendo, e le lotte e le sfide che faccia. Questo mi aiuta ad attingere a qualcosa che i miei colleghi maschi non potrebbero mai e poi mai fare.”


Quali sono le ultime novità sull'Afghanistan?

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha rotto i giorni di silenzio martedì sul caotico ritiro americano dall'Afghanistan, raddoppiando la sua decisione mentre lanciava aspre critiche all'ex leadership appoggiata dall'Occidente per non essere riuscita a resistere ai talebani.

“Sono fermamente convinto della mia decisione. Dopo 20 anni, ho imparato a mie spese che non c'era mai un buon momento per ritirare le forze statunitensi”, ha detto in un discorso televisivo dalla Casa Bianca.

Mentre immagini di caos e disperazione irradiavano in da Kabul, dove i soldati americani stavano cercando di organizzare un'evacuazione dall'aeroporto mentre i combattenti talebani inondavano la città, Biden ha detto: “Il dollaro si ferma a me”. Biden ha affermato che la priorità è fermare una guerra che si è espansa ben oltre i suoi obiettivi inizialmente modesti di punire i talebani per i legami con Al-Qaeda dopo l'11 settembre.

“La missione in Afghanistan non avrebbe mai dovuto essere la costruzione della nazione”, ha affermato, giurando che, nonostante la partenza delle truppe statunitensi, le operazioni anti-terrorismo continueranno.

Biden ha affermato che “migliaia” di cittadini statunitensi e afgani che hanno lavorato con le forze americane devono essere evacuati nei prossimi giorni. Ha minacciato una risposta militare “devastante” se i talebani lanciassero attacchi nel frattempo.

– con New York Post, AFP

24 Views
(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *