L'enorme fallimento dell'aereo di salvataggio di Kabul

Il primo aereo militare tedesco ad atterrare a Kabul dopo l'acquisizione dei talebani ha evacuato solo sette persone, ha detto il governo martedì, a causa del caos all'aeroporto della capitale afghana.

La Germania, che disponeva del secondo contingente militare in Afghanistan dopo gli Stati Uniti, ha affermato di essere in grado di accogliere solo i cittadini con doppia cittadinanza che si trovavano all'aeroporto.

Il ministro della Difesa Annegret Kramp-Karrenbauer ha detto che l'aereo da trasporto ha effettuato un “atterraggio vertiginoso” lunedì sera.

“Abbiamo una situazione molto caotica, pericolosa e complessa all'aeroporto”, ha detto all'emittente ARD. “Abbiamo avuto pochissimo tempo, quindi abbiamo preso a bordo solo persone che erano sul posto.”

“L'ingresso di persone dalla parte civile dell'aeroporto non è stato reso possibile dai partner che esercitano la sicurezza responsabilità all'aeroporto”, ha detto.

Migliaia di persone sono bloccate all'aeroporto internazionale Hamid Karzai di Kabul mentre tentano di fuggire dal paese a causa dell'acquisizione dei talebani.

I controlli dei talebani all'aeroporto di Kabul stanno rendendo più difficile l'evacuazione degli afghani che lavoravano per le forze occidentali, ha detto martedì il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas mentre le forze internazionali si sono affrettate a far uscire le persone dal paese.

“ La situazione è molto più pericolosa (per gli afghani) perché non c'è alcuna promessa di essere lasciati passare ai checkpoint talebani”, ha detto Maas prima di una riunione dei ministri degli esteri dell'UE.

CORRELATO: Il piano dei talebani per una dura leadership islamica

CORRELATO: Le “bande di stupri” talebani a caccia di giovani ragazze

L'epico fallimento della missione di salvataggio ha sollevato ulteriori dubbi sulla missione dell'Australia di evacuare cittadini e personale locale dall'Afghanistan.

L'Australia sta schierando 250 soldati e diversi velivoli come parte di una missione per salvare gli australiani, così come gli afgani che ha servito a fianco dell'ADF.

“Non atterreremo a Kabul in queste circostanze”, ha detto il ministro della Difesa Peter Dutton a Channel 9. “Ovviamente abbiamo una base vicina che è sicura e sicuro nel [United Arab Emirates] ed è da lì che partiremo. Ma lavoreremo con gli americani e altri, compresi i turchi, ecc., per rendere una situazione molto difficile e tragica, nel miglior modo possibile.”

Si ritiene che più di 130 australiani essere in Afghanistan, e il ministro degli Esteri Marise Payne ha affermato che il governo sta cercando di sostenere “diverse centinaia in più” di personale locale.

“I problemi di sicurezza, la mancanza di accordi sul campo a Kabul rendono questo molto difficile per tutti”, ha detto il senatore Payne al programma AM della ABC. “Ma faremo del nostro meglio per assicurarci di essere in grado di supportare quei cittadini australiani e le loro famiglie, i residenti permanenti, i titolari di visto e i richiedenti attraverso questo processo.”

Arriva un giorno dopo che diversi afgani disperati sono morti dopo essersi aggrappati al carrello di un aereo e cadere dal cielo.

La Germania sta aspettando il permesso degli Stati Uniti per far volare un secondo aereo da Tashkent, in Uzbekistan, che sta usando come un hub.

La sig.ra Kramp-Karrenbauer si è detta fiduciosa che l'aeroporto di Kabul possa essere tenuto aperto per diversi giorni in modo che il maggior numero possibile di persone possa essere evacuato.

“ Questi non sono solo cittadini tedeschi, sono anche personale locale, persone a rischio. Supporteremo anche altri paesi”, ha aggiunto.

22 Views
(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *