Calma all'aeroporto di Kabul mentre i voli partono con una manciata di passeggeri

Afgani disperati che si arrampicano per salire sugli aerei all'aeroporto internazionale di Kabul è un'immagine che il mondo non dimenticherà presto.

Ma le scene successive alla cattura della capitale del paese da parte dei talebani sono state brevi vivevano e sono stati sostituiti con relativa calma.

L'Australia ha evacuato le prime 26 persone, compresi cittadini australiani e afgani.

“Kabul è un luogo pericoloso. Abbiamo australiani che operano in un'operazione molto pericolosa”, ha detto ai giornalisti, confermando che 26 sono stati estratti dal paese.

Anche altri aerei stanno decollando con molto spazio libero a bordo.

Un aereo da trasporto militare tedesco A-400M ha evacuato solo sette persone durante il suo primo volo dall'Afghanistan, ha confermato il ministero degli Esteri.

Un portavoce del Ministero degli esteri tedesco ha detto alle agenzie di stampa europee che l'aereo, che può trasportare fino a 150 persone, aveva una capacità sufficiente.

“A causa delle circostanze caotiche dell'aeroporto e dei regolari scontri a fuoco al punto di accesso, ieri sera non è stato garantito che a ulteriori cittadini tedeschi e ad altre persone da evacuare sarebbe consentito l'accesso all'aeroporto senza protezione militare”, ha affermato il portavoce.

The Wall Street Journal riferisce che un volo di evacuazione italiano partito lunedì da Kabul “era mezzo vuoto con i bambini del personale afghano che dormivano, al dettaglio di protezione dei Carabinieri dell'ambasciata”.

La pubblicazione riportava che il vero motivo per cui i voli erano vuoti era che le forze talebane avevano istituito posti di blocco fuori dall'aeroporto e stavano impedendo alle persone di provare a fuggire.

“Il caos fuori dai cancelli della parte militare dell'aeroporto, dove sono basate le forze statunitensi, ha lasciato molti cittadini occidentali e afgani che sono stati autorizzati a viaggiare incapaci di raggiungere i loro voli”, il Journal ha scritto.

I rapporti sono in conflitto con le informazioni della Casa Bianca che ha affermato martedì che i talebani avevano promesso che i civili avrebbero potuto viaggiare in sicurezza verso l'aeroporto mentre le forze armate statunitensi intensificavano le operazioni di trasporto aereo per gli americani e Afgani in fuga dal gruppo islamista.

Washington vuole completare l'esodo prima della scadenza del 31 agosto per il ritiro, e migliaia di soldati statunitensi erano all'aeroporto mentre il Pentagono pianificava di aumentare i voli del suo enorme trasporto C-17 fino a due dozzine di jet al giorno.

I funzionari statunitensi hanno detto che w prima di essere in contatto con i comandanti talebani per garantire che le operazioni di volo all'aeroporto internazionale di Hamid Karzai rimanessero al sicuro da attacchi e che i cittadini e gli afghani che cercavano di partire avessero un passaggio sicuro per l'aeroporto.

Ma il portavoce del Dipartimento di Stato Ned Price ha detto su Martedì gli Stati Uniti potrebbero decidere di mantenere la loro principale presenza diplomatica, che ora opera fuori dall'aeroporto dopo la chiusura dell'ambasciata degli Stati Uniti, dopo il 31 agosto.

“Se è sicuro e responsabile per noi rimanere potenzialmente più a lungo, questo è qualcosa che potremmo essere in grado di guardare”, ha detto Price.

Il signor Price ha anche invitato i talebani a mantenere le promesse di rispettare i diritti dei cittadini, comprese le donne.

“Se i talebani affermano che rispetteranno i diritti dei loro cittadini, li cercheremo di sostenere tale affermazione”, ha affermato.

Nonostante alcuni rapporti secondo cui le persone vengono molestate e persino picchiate mentre cercano di andarsene, il consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca Jake Sullivan ha detto che “grandi numeri” sarebbero stati… in grado di raggiungere l'aeroporto.

“I talebani ci hanno informato che sono pronti a fornire il passaggio sicuro dei civili all'aeroporto e intendiamo mantenerli a tale impegno”, ha detto ai giornalisti.

Al Pentagono, il maggiore generale Hank Taylor ha affermato che i funzionari militari statunitensi all'aeroporto erano anche in contatto con i comandanti talebani per garantire che le evacuazioni continuassero in sicurezza nei prossimi giorni.

“ Non abbiamo avuto interazioni ostili, nessun attacco e nessuna minaccia da parte dei talebani”, ha affermato il maggiore generale Taylor. , tra cui 165 americani, su sette voli.

Lunedì la sicurezza all'aeroporto è crollata con video che mostrano centinaia di afgani sulla pista che cercano di ostacolare un gigantesco aereo da trasporto C-17 e si aggrappano ad esso.

I video sembravano mostrare due persone che cadevano verso la morte dall'aereo dopo il decollo.

Un'altra persona on è stato poi trovato morto in un pozzo della ruota.

La portavoce dell'aeronautica americana Ann Stefanek ha detto che stavano indagando sugli incidenti.

“Prima che l'equipaggio potesse scaricare il carico, l'aereo è stato circondato da centinaia di civili afgani”, ha detto.

“Di fronte a una situazione di sicurezza in rapido deterioramento intorno all'aereo, l'equipaggio del C-17 ha deciso di lasciare l'aeroporto il più rapidamente possibile.”

Con AFP

20 Views
(Visited 2 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *