I talebani continuano la brutale punizione della faccia nera

Sembra che i talebani stiano continuando a svergognare i ladri accusati con un video che emerge in superficie di un uomo con la testa annerita legato al retro di un'auto.

Il filmato, pubblicato su Instagram del giornalista britannico Rustam Wahab che lo ha ricevuto da un contatto a Kabul, ha mostrato l'uomo con la faccia annerita in piedi sul retro di un ute.

Le sue mani sembrano essere legate dietro la schiena e c'è un corda intorno al petto che lo tiene legato all'auto.

Una folla di persone lo circonda, molte con il telefono in mano per fare foto e video dell'uomo.

Un agente di polizia stradale si trova nelle vicinanze , tentando di far sventolare le auto attraverso la strada affollata.

Il video dell'uomo arriva due giorni dopo che le immagini di confronto della stessa punizione sono state trasmesse al mondo.

Foto scattate dal giornalista Bilal Sarwary ha mostrato uomini incatramati di nero con cappi legati al collo, mentre i soldati li sfilavano per le strade di Herat.

I due uomini erano affiancati da soldati armati, alcuni dei quali appaiono per tirare le corde.

“I talebani hanno accusato questi uomini di furto, i loro volti erano colorati di nero, per metterli in imbarazzo e sono stati fatti sfilare nella città di Herat dopo la preghiera del venerdì”, ha twittato Sarwary.

Un video separato mostrava una folla di persone che seguivano gli uomini.

Il trucco nero è considerato un avvertimento per i trasgressori. I recidivi rischiano il taglio di una mano.

La situazione potrebbe essere disastrosa anche per la comunità LGBTI. Un giudice talebano ha dichiarato il mese scorso che la pena per l'omosessualità sarebbe la morte sotto il suo governo.

“Ci sono solo due sanzioni per i gay: o la lapidazione o deve stare dietro un muro che cade su di lui. Il muro deve essere alto da 2,5 a 3 metri”, ha detto il giudice al quotidiano tedesco Bild.

I talebani sono tornati al controllo dell'Afghanistan dopo una rapida insurrezione li ha visti catturare Kabul, la capitale della nazione, domenica.

Sono passati 20 anni da quando i talebani erano al potere in Afghanistan dopo che gli Stati Uniti li hanno costretti a fuggire da Kabul nel 2001, a causa del sostegno che hanno dato al- Qaeda dopo gli attacchi terroristici dell'11 settembre.

I timori crescono, i talebani stanno già reintroducendo il loro brutale stile di vita in Afghanistan.

I talebani hanno già annunciato i loro piani per riportare la Sharia legge in Afghanistan, un'interpretazione ultrarigida della tradizione islamica.

18 Views
(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *