Le “bande di stupri” talebane danno la caccia a ragazze di 12 anni

Le bande talebane prendono di mira bambini di 12 anni mentre cacciano schiave del sesso dopo aver conquistato l'Afghanistan. velocità che ha sbalordito l'Occidente, riporta The Sun.

L'esercito jihadista ha preso la capitale afghana, ponendo fine a una furia che ha umiliato il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e gran parte dell'Occidente.

Si ritiene che le donne e le ragazze siano alcune delle persone più a rischio sotto il nuovo regime dei talebani, nonostante i loro tentativi di dare vita a un personaggio più moderno.

Sono state brutalizzate e oppresse, con crudeli torture ed esecuzioni pubbliche – quando il gruppo militante governava l'Afghanistan negli anni '90.

E sembra che i talebani stiano riprendendo i loro vili modi tra le notizie che stanno forzando i matrimoni e chiedendo liste di donne e ragazze.

CORRELATO: filmati orribili all'aeroporto di Kabul

Secondo quanto riferito, i signori della guerra talebani vedono non sposati – o vedovi – w presagi e ragazze dai 12 ai 45 anni come “qhanimat”, bottino di guerra da dividere tra i loro combattenti.

Afgani che si riversano a Kabul mentre i rifugiati in fuga dalla marcia dei militanti raccontavano storie di come i comandanti chiedessero loro di consegnare donne e ragazze di diventare le loro “mogli” e di essere violentate.

Hanno anche raccontato di come civili e soldati catturati sono stati assassinati dai talebani, ha riferito il Wall Street Journal.

Ufficiali talebani hanno negato che il gruppo applichi la schiavitù sessuale e afferma che tali azioni sono contrarie alle regole dell'Islam.

Tuttavia, tali pratiche erano dilaganti l'ultima volta che i talebani hanno governato l'Afghanistan.

E il mese scorso è stato rivelato che i funzionari talebani avevano pubblicato un decreto che ordinava ai leader locali di consegnare elenchi di ragazze e vedove sotto i 45 anni.

Faiz Mohammed Noori e la sua famiglia sono fuggiti dalla loro casa a Baghlan in cerca di conforto a Kabul .

Tuttavia, prima della caduta della città, ha detto alla NBC: “Anche Kabul non è sicura. Se si impadroniscono di Kabul, si prendono le tue figlie, tua moglie, a loro non importa.”

Altri rapporti sulla nuova oppressione delle donne in Afghanistan includono immagini di donne sulle vetrine dei negozi a Kabul dipinti da negozianti terrorizzati.

E ci sono state segnalazioni di negozi incentrati sulle donne con avvisi incollati su di loro dai talebani che li avvertivano di non entrare o avrebbero “affrontato le conseguenze”.

CORRELATO: All'interno della missione di salvataggio dell'Australia

'Andare porta a porta in cerca di ragazze giovani

Shukria Barakzai, un politico e giornalista afghano, ha rivelato alcuni degli orrori che ha sentito accadere come talebani si abbatte su Kabul.

“La cava degli occhi di una donna davanti alla sua famiglia terrorizzata; ragazze di appena 12 anni strappate dalle braccia delle loro madri piangenti per diventare schiave sessuali per i “guerrieri” talebani; uomini puniti o addirittura uccisi per “reati” semplici come ascoltare la musica “sbagliata” o per aver osato essere “educati” “, ha scritto per The Daily Mail .

Ha aggiunto: “In alcuni villaggi reclute talebane vanno porta a porta alla ricerca di giovani ragazze da sposare contro la loro volontà, costringendole a una vita di servitù sessuale .

“Sono così determinati che nessuna vergine sfuggirà alle loro grinfie che controllano cassetti, armadi e persino valigie nelle case dove madri disperate negano di avere figlie piccole per assicurarsi che dicano la verità.”

Secondo quanto riferito, i combattenti talebani hanno già ucciso una donna che indossava “vestiti stretti” e in alcune aree alle donne è stato detto che non possono uscire di casa senza un accompagnatore maschio.

Ci sono rapporti non verificati che una donna sia stata condannato alla lapidazione a Samangan.

E le atrocità dei talebani contro le donne sono ben documentate.

Militanti nel 2016 hanno decapitato una donna che andava a fare la spesa da sola, e una donna nel 2015 è stata lapidata a morte in una fossa poco profonda per aver fatto sesso con il suo ragazzo.

Il video catturato all'inizio di quest'anno mostrava una donna senza nome che urlava mentre veniva frustata da un combattente talebano accusato di aver parlato con un uomo sul telefono.

E in una delle immagini più famigerate mai catturate sulla brutalità dei talebani, una donna di nome Zarmina, una mamma di cinque figli, è stata giustiziata nel mezzo di uno stadio di calcio a Kabul nel 1999.

La velocità della vittoria dei talebani ha scosso il mondo ed è arrivata poche settimane dopo che le truppe di Stati Uniti, Regno Unito e altri paesi della NATO hanno lasciato l'Afghanistan.

Vent'anni dopo essere state espulse dagli Stati Uniti e i suoi alleati sulla scia dell'11 settembre sono tornati al potere.

Le forze talebane hanno fatto irruzione a Kabul mentre il governo è fuggito e hanno preso il controllo mentre le nazioni occidentali cercavano disperatamente di trasportare via aereo il loro ultimo personale dalle ambasciate .

Video orribili hanno mostrato migliaia di persone sciamare verso l'aeroporto di Kabul mentre chiedevano disperatamente aiuto mentre gli aerei occidentali decollato – alcuni aggrappati al carrello di atterraggio e precipitando verso la morte.

Boris Johnson ha incolpato gli Stati Uniti per l'avanzata dei talebani in Afghanistan, sostenendo che il presidente Biden ha “accelerato” il loro controllo.

Il primo ministro britannico ha affermato che la situazione “difficile” è stata esacerbata dalla decisione del presidente di ritirare le truppe dal paese devastato dalla guerra.

Il presidente afghano Ashraf Ghani è fuggito dal paese, affermando di averlo fatto per ” prevenire un diluvio di sangue” e fermare la distruzione di Kabul.

Nel frattempo, il primo ministro Scott Morrison ha confermato che sono in corso i lavori per evacuare i lavoratori australiani e afgani da Kabul nel mezzo della crisi in corso.

Il signor Morrison ha rifiutato di entrare nei dettagli sul salvataggio, rilasciando invece una dura concessione che il governo potrebbe non essere in grado di riportare tutti a casa.

“Le scene di Kabul sono state assolutamente strazianti. È un giorno che fa riflettere tutti e in particolare quelli che hanno dato così tanto negli ultimi 20 anni e in particolare quei 41 che si sono persi”, ha detto martedì durante una conferenza stampa.

“Voglio che tu sappiamo che continueremo a fare tutto il possibile per coloro che hanno con noi, come abbiamo fatto fino ad oggi. Ma voglio parlare apertamente ai veterani che, nonostante i nostri migliori sforzi, so che il supporto non raggiungerà tutto ciò che dovrebbe.

“Vorremmo che fosse diverso.”

Il I talebani sembravano offrire un'amnistia per le forze governative e hanno affermato di volere un “pacifico trasferimento di potere”.

“La vita, la proprietà e la dignità di nessuno saranno danneggiate e la vita dei cittadini di Kabul non sarà a rischio”, hanno detto i talebani.

Ma rimangono dubbi sul fatto che la leadership talebana sia in grado di controllare le truppe sul campo e impedire loro di vendicarsi.

Quando i talebani sono entrati per l'ultima volta a Kabul nel 1996 dopo aver preso il potere per la prima volta, torturarono un ex presidente poi lo trascinarono per le strade e lo impiccarono.

Questo articolo è apparso originariamente su The Sun ed è stato riprodotto con autorizzazione

37 Views
(Visited 9 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *